Peter van Eyck: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attore

Male
Peter van Eyck

Con il suo biondino biondo biancastro, lento, minaccioso laccio e modi germanici, Van Eyck era destinato a essere trasformato in tipicamente stereotipicamente accigliato, arrogante ufficiale nazista. Questo era ironico, perché essendo un antifascista dichiarato, aveva lasciato la Germania nel 1931 – due anni prima Adolf Hitler è salito al potere. Figlio di un aristocratico proprietario terriero prussiano, suo padre aveva voluto che intraprendesse una carriera militare. Invece, Peter ha trascorso la sua istruzione a Berlino, dove si è formato come musicista.

Nel 1937, Van Eyck arrivò a New York via L'Avana, Cuba, e conobbe il compositore Aaron Copland . Ciò ha portato a una collaborazione, oltre a sforzi da solista, come compositore e paroliere su una varietà di canzoni per riviste e cabaret. Ha anche lavorato al chiaro di luna come pianista in bar e discoteche. Intorno a questo periodo, ha anche iniziato a lavorare come direttore di scena e arrangiatore Irving Berlin . Non impaurito nel tentare qualsiasi lavoro si presentasse, provò a guidare un camion e questo, in qualche modo, lo portò a Hollywood, dove divenne un protetto del regista Billy Wilder . Wilder lo spinse ad apparire davanti alle telecamere. Nel 1943, Peter iniziò una carriera nel cinema, ormai cittadino americano naturalizzato. Per il resto del decennio, non aveva altro da fare che rievocare sostanzialmente la stessa parte degli ufficiali tedeschi e degli scagnozzi della Gestapo in film come I cinque segreti del deserto (1943) e Address Unknown (1944).

Dopo la guerra, Van Eyck tornò in Germania, dove fu ironicamente scelto come ufficiale americano Hallo, Fräulein! (1949). È apparso anche nella commedia Königskinder (1950), con Jenny Jugo ), come ancora un altro americano. Una delle sue migliori interpretazioni come attore è stata nel ruolo di Bimba, in Henri-Georges Clouzot thriller ad alto numero di ottani Vite vendute (1953). Van Eyck ha interpretato uno di un gruppo di camionisti temerari che attraversano un'impenetrabile giungla sudamericana con un carico mortale di nitroglicerina. C'erano altri buoni ruoli: nel ruolo del donnaiolo francese Fribert La ragazza Rosemarie (1958); un ispettore di polizia che indaga su un famoso omicidio in Il dottor Crippen è vivo (1958), alias "Dr.Crippen vive"); un ruolo da protagonista come Paul Decker, che tenta il perfetto omicidio di sua moglie Delitto in tuta nera (1958); e uno dei due fratelli industriali di "Helmut Kautner" Il resto è silenzio (1959).

Negli anni '60, Peter Van Eyck è apparso sempre più in coproduzioni internazionali indimenticabili. Stabilitosi in Svizzera e mantenendo una residenza a Parigi, era nella posizione ideale per alternare ruoli cinematografici francesi, inglesi e tedeschi. È stato visto in tre potboiler sul maestro criminale Dr.Mabuse, che erano estremamente popolari in Germania. I suoi ruoli migliori durante questo periodo sono stati il funzionario dell'intelligence della Germania dell'Est Mundt, che è il bersaglio di La spia che venne dal freddo (1965); e nel ruolo del colonnello generale von Brock nell'assorbente dramma bellico Il ponte di Remagen (1969), che è stato anche il suo ultimo film. Van Eyck morì vicino a Zuerich nel luglio 1969 per setticemia, poco prima del suo 58 ° compleanno.

Luogo di nascita: Steinwehr, Pomerania, Germany [now Kamienny Jaz, Zachodniopomorskie, Poland]
Data di nascita: 16/07/1911
Data di morte: 15/07/1969

Lascia un commento