Peppino De Filippo: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attore

Peppino De Filippo

Peppino De Filippo, un attore con la commedia nel sangue

Giuseppe De Filippo, meglio noto come Peppino De Filippo, è stato un attore, comico e commediografo italiano.
De Filippo, figlio naturale del celebre commediografo napoletano Eduardo Scarpetta, cresce in ambiente artistico insieme ai fratelli Eduardo e Titina.
Dopo una gavetta in teatro con il ruolo di “generico”, De Filippo raggiunge il successo nazionale insieme ai fratelli, fondando nel 1931 la Compagnia Teatro Umoristico: i De Filippo, che viaggia e si esibisce in tutta Italia. In seguito a dissidi con il fratello Eduardo, nel 1944 Peppino De Filippo abbandona il gruppo e inizia a scrivere in autonomia commedie che incontrano i favori del pubblico.

I migliori film di Peppino De Filippo: dai duetti con Totò alle commedie di Steno e Corbucci

Nel frattempo, esordisce anche al cinema (“Tre uomini in frak”, 1933), dove, nel corso del tempo, diventa attore apprezzato, soprattutto nel ruolo di spalla comica.
Prima della separazione, gira anche qualche film con i fratelli: “Il cappello a tre punte” (1935) di Mario Camerini; “A che servono questi quattrini?” (1942) di Esodo Pratelli; “Non ti pago!” (1942) di Carlo Ludovico Bragaglia.
Insieme ad altri famosi attori italiani, come Aldo Fabrizi e Totò, Peppino De Filippo recita in alcune delle più famose commedie italiane del Secondo Dopoguerra: “Signori, in carrozza!” (1951) di Luigi Zampa; “La famiglia Passaguai” (1951) di e con Fabrizi; “Totò e le donne” (1952) di Mario Monicelli e Steno; “Un giorno in pretura” (1954) e “Piccola posta” (1955) ancora di Steno, entrambi con Alberto Sordi; “Il segno di Venere” (1955) di Dino Risi, con Sophia Loren, Vittorio De Sica e Franca Valeri; “La banda degli onesti” (1956) e “Totò, Peppino e la… malafemmina” (1956) di Camillo Mastrocinque; “Guardia, guardia scelta, brigadiere e maresciallo” (1956) di Mauro Bolognini, con Fabrizi, Sordi e Gino Cervi; “La nonna Sabella” (1957) di Risi, con Tina Pica; “Ferdinando I° re di Napoli” (1959) di Gianni Franciolini, con la sorella Titina e Vittorio De Sica; “Signori si nasce” (1960) di Mario Mattoli; “Letto a tre piazze” (1960) ancora di Steno; “Chi si ferma è perduto” (1960) e “Totò, Peppino e… la dolce vita” (1961) di Sergio Corbucci; “Il carabiniere a cavallo” (1961) di Carlo Lizzani, con Nino Manfredi; un episodio del film “Made in Italy” (1965) di Nanni Loy; “Ninì Tirabusciò, la donna che inventò la mossa” (1970) di Marcello Fondato, con Monica Vitti.

I film con Fellini

Nel corso della sua carriera, Peppino De Filippo viene diretto per due volte da Federico Fellini. Prima, nel film “Luci del varietà” (1950), firmato a quattro mani da Fellini con Alberto Lattuada. Poi, nel celebre episodio “Le tentazioni del dottor Antonio”, in cui è un integerrimo moralista tentato dalla gigantessa Anita Ekberg, contenuto nel film “Boccaccio ’70” (1962) co-diretto da Vittorio De Sica, Mario Monicelli e Luchino Visconti.

Gli ultimi film di Peppino De Filippo

Fra gli anni Sessanta e Settanta, De Filippo partecipa a vari musicarelli, le commedie musicali con famosi cantanti italiani del periodo: “Rita la zanzara” (1966) e “Non stuzzicate la zanzara” (1967) di Lina Wertmüller, con Rita Pavone; “Zum zum zum – La canzone che mi passa per la testa” (1969) e “Zum zum zum n° 2” (1969) di Sergio e Bruno Corbucci, con Little Tony; “Lisa dagli occhi blu” (1970), ancora di Sergio Corbucci, con Mario Tessuto.
L’ultimo film di Peppino De Filippo è “Giallo napoletano” (1979), sempre di Corbucci, con Marcello Mastroianni.
Circa un anno dopo l’uscita del film, il famoso attore napoletano muore a causa di un tumore.

Luogo di nascita: Naples - Campania - Italy
Data di nascita: 24/08/1903
Data di morte: 27/01/1980

Lascia un commento

jfb_p_buttontext