Nino Castelnuovo: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attore

Male
Nino Castelnuovo

Breve biografia dell’attore Nino Castelnuovo

Francesco Castelnuovo, meglio noto come Nino Castelnuovo, è stato un attore cinematografico e televisivo italiano.
Da bambino, pratica ginnastica artistica e ballo. Trasferitosi a Milano intorno ai 18 anni, entra nella scuola del Piccolo Teatro di Milano di Giorgio Strehler.
Esordisce in televisione, nel programma Rai “Zurlì il mago del giovedì” di e con Cino Tortorella, in cui lavora come mimo.
Dopo un piccolo ruolo non accreditato nella commedia “Era di venerdì 17” (1956), Castelnuovo debutta al cinema con il film “Un maledetto imbroglio” (1959) di Pietro Germi, con Claudia Cardinale.

I migliori sceneggiati di Nino Castelnuovo: Renzo ne “I promessi sposi” con Paola Pitagora

Per Nino Castelnuovo, il grande successo arriva grazie alla televisione. Nel corso della sua carriera, è protagonista o partecipa a numerosi sceneggiati Rai, serie tv Mediaset e fiction famose: “I promessi sposi” (1967), con Paola Pitagora; “Vino e pane” (1973); “Ritratto di donna velata” (1975), con Daria Nicolodi; “Le affinità elettive” (1978-1979); “I racconti fantastici di Edgar Allan Poe” (1979); “Tutti insieme tempestosamente” (1981); “Il maresciallo Rocca” (1996); “Incantesimo” (2003); “Questa è la mia terra” (2006); “Le tre rose di Eva” (2013-2015).

Lo spot dell’Olio Cuore: “Mangiar bene per sentirsi in forma”

A proposito dell’attività televisiva di Nino Castelnuovo, resta celebre la campagna pubblicitaria dell’Olio Cuore della prima metà degli anni Ottanta, legata allo slogan: “Mangiar bene per sentirsi in forma”. L’attore, testimonial del prodotto, salta agilmente una staccionata.

I migliori film di Nino Castelnuovo: da “Les Parapluies de Cherbourg” a “Il paziente inglese”

A partire dagli anni Sessanta, diventa un volto familiare anche per il pubblico cinematografico, diretto da famosi registi italiani e internazionali: “Rocco e i suoi fratelli” (1960) di Luchino Visconti, con Alain Delon; “Il gobbo” (1960) di Carlo Lizzani; “Un giorno da leoni” (1961) e “Made in Italy” (1965) di Nanni Loy; “Il giorno più corto” (1963) di Sergio Corbucci; “La smania addosso” (1963) di Marcello Andrei; “Les Parapluies de Cherbourg” (1964) di Jacques Demy, con Catherine Deneuve; “Le colt cantarono la morte e fu… tempo di massacro” (1966) di Lucio Fulci, con Franco Nero; “Certo, certissimo, anzi… probabile” (1969) di Marcello Fondato, con Catherine Spaak e, ancora, la Cardinale; “Il divorzio” (1970) di Romolo Guerrieri, con Vittorio Gassman; “Il rompiballe” (1973) di Édouard Molinaro, con Lino Ventura; “Il paziente inglese” (1996) di Anthony Minghella, con Ralph Fiennes e Juliette Binoche.

Gli ultimi film di Nino Castelnuovo

Tra gli ultimi film di Nino Castelnuovo, ricordiamo: “Il sottile fascino del peccato” (2010) di Franco Salvia; “The Legacy Run” (2016) di Massimiliano Mazza.

La morte di Nino Castelnuovo

Nino Castelnuovo muore nel settembre 2021, dopo una lunga malattia.

Luogo di nascita: Lecco, Lombardy, Italy
Data di nascita: 28/10/1936
Data di morte: 06/09/2021

Lascia un commento

jfb_p_buttontext