Michael Caine: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attore

Male
Michael Caine

Maurice Joseph Micklewhite Jr., meglio noto come Michael Caine, è un attore e produttore cinematografico e televisivo britannico. Per un breve periodo, è stato accreditato anche come Michael Scott.
Intenzionato a diventare attore fin dall’adolescenza, Caine debutta nel cinema alla fine degli anni Cinquanta. Nello stesso periodo, lavora in alcune produzioni televisive britanniche. Il primo successo significativo arriva con il film “Zulu” (1964) diretto da Cy Endfield. Nel 1965, Caine interpreta per la prima volta nel film “Ipcress” di Sidney J. Furie il personaggio della spia Harry Palmer, che tornerà in “Funerale a Berlino” (1966) di Guy Hamilton. La consacrazione definitiva arriva con “Alfie” (1966) di Lewis Gilbert, ruolo e film che trasformano Caine in un divo e gli valgono la prima nomination agli Oscar. Nel corso della sua carriera, Caine lavora con molti registi importanti, interpretando drammi, action e commedie. Tra i suoi film più noti: “Gambit – Grande furto al Semiramis” (1966) di Ronald Neame con Shirley MacLaine; “Sette volte donna” (1967) di Vittorio De Sica, ancora con la MacLaine e Peter Sellers; “Il cervello da un miliardo di dollari” (1967) di Ken Russell; “Un colpo all’italiana” (1969) di Peter Collinson; “Carter” (1971) di Mike Hodges; “Gli insospettabili” (1972) di Joseph L. Mankiewicz, con Laurence Olivier (nel 2007, Kenneth Branagh ne ha realizzato il remake, “Sleuth – Gli insospettabili”, in cui Caine interpreta il ruolo che fu di Olivier e Jude Law il suo); “L’uomo che volle farsi re” (1975) di John Huston con Sean Connery; “La notte dell’aquila” (1976) di John Sturges; “Fuga per la vittoria” (1981) ancora di Huston, con Sylvester Stallone e Pelé; “Il console onorario” (1983) di John Mackenzie con Richard Gere e Bob Hoskins; “Hannah e le sue sorelle” (1986) di Woody Allen, per cui vince il primo Oscar come miglior attore non protagonista; “Mistery” (1986) di Bob Swaim con Sigourney Weaver; “Senza indizio” (1988) di Thom Eberhardt con Ben Kingsley; “Rumori fuori scena” (1992) di Peter Bogdanovich; “Le regole della casa del sidro” (1999) di Lasse Hallström, ancora Oscar come non protagonista; “The Quiet American” (2002) di Phillip Noyce; “Austin Powers in Goldmember” (2002) di Jay Roach; “I figli degli uomini” (2006) di Alfonso Cuarón; “Harry Brown” (2009) di Daniel Barber; “Now You See Me – I maghi del crimine” (2013) di Louis Leterrier; “Youth – La giovinezza” (2015) di Paolo Sorrentino con Harvey Keitel; “Kingsman: Secret Service” (2014) di Matthew Vaughn.
Caine lavora spesso con il regista londinese Christopher Nolan. Nella trilogia dedicata al supereroe Batman, per esempio, l’attore interpreta il fedele maggiordomo Alfred, ruolo che, nel 2009, gli vale un People’s Choice Award insieme al resto del cast artistico. Caine compare anche nei film di Nolan “The Prestige” (2006), “Inception” (2010) e “Interstellar” (2014). Come doppiatore, risulta non accreditato anche in “Dunkirk” (2017).
Caine vince due Golden Globe come miglior attore protagonista per le sue interpretazioni nel film “Rita Rita” (1983), che gli vale anche un BAFTA, e nella miniserie tv “La vera storia di Jack lo Squartatore” (1988).
Nel 2000, Caine riceve un BAFTA alla carriera. Nel 2015, viene insignito di un European Film Award alla carriera e vince quello per il miglior attore europeo grazie alla sua interpretazione nel film “Youth” di Sorrentino. Nel 2017, alla Mostra del Cinema di Venezia, riceve il premio Mimmo Rotella grazie al documentario “My Generation” parzialmente autobiografico.
Michael Caine si fregia del titolo di Sir. Nel 1992, è stato nominato Commendatore dell’Ordine dell’Impero Britannico e, dal 1999, è Knight Bachelor.

Luogo di nascita: Rotherhithe, London, England, UK
Data di nascita: 14/03/1933

Lascia un commento

jfb_p_buttontext