Kirk Douglas: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attore

Male
Kirk Douglas

Kirk Douglas, un mito del cinema di Hollywood

Nato nello Stato di New York da genitori ebrei bielorussi con il nome di Issur Danielovitch Demsky e noto per qualche tempo anche con il nome di Isadore Demsky, Kirk Douglas è stato un attore, produttore cinematografico e filantropo statunitense.
Marine per l’esercito degli Stati Uniti, laureato in lettere e diplomato in arte drammatica, Kirk Douglas inizia a lavorare seriamente nel mondo dello spettacolo nei teatri di Broadway: è in questo periodo che l’attore cambia il nome da Demsky a Douglas.

I migliori film di Kirk Douglas: da “Asso nella manica” ai film di Kubrick

Nel mondo del cinema, debutta trentenne, nel 1946, nel film “Lo strano amore di Marta Ivers”, con Barbara Stanwyck. Già nel 1947 è co-protagonista di un noir d’eccezione, “Le catene della colpa” di Jacques Tourneur, con Robert Mitchum e Jane Greer.
Nel corso della sua leggendaria carriera, Douglas recita in quasi 100 film, diretto da grandi registi, al fianco di attori famosi.
Tra i migliori film di Kirk Douglas, ricordiamo: “Il grande campione” (1949), per cui ottiene la sua prima nomination agli Oscar come protagonista; “L’asso nella manica” (1951) di Billy Wilder; “Il bruto e la bella” (1952) di Vincente Minnelli, con Lana Turner, seconda candidatura agli Oscar come attore protagonista; “Ulisse” (1954) di Mario Camerini, con Silvana Mangano e Anthony Quinn; “Brama di vivere” (1956), co-diretto da Minnelli e George Cukor, in cui interpreta il pittore Vincent Van Gogh e grazie a cui vince un Golden Globe come miglior attore in un film drammatico e ottiene la terza e ultima nomination agli Oscar; “Sfida all’O.K. Corral” (1957) di John Sturges, uno dei 7 film in cui recita con l’amico Burt Lancaster; “Solo sotto le stelle” (1962) di David Miller; “I 5 volti dell’assassino” (1963) di John Huston; “Uomini e cobra” (1970) di Joseph L. Mankiewicz, con Henry Fonda.
Lavora con Stanley Kubrick in due film che hanno segnato la storia del cinema: “Orizzonti di gloria” (1957) e “Spartacus” (1960). Per questo film, di cui è co-produttore, chiama alla sceneggiatura Dalton Trumbo, uno degli autori messi all’indice da Hollywood perché sospettato di essere un comunista.
Nel 1973, Kirk Douglas esordisce alla regia con il film d’avventura “Un magnifico ceffo di galera”, di cui è anche protagonista. Ripete l’esperienza dietro e davanti la macchina da presa con il film western “I giustizieri del West” (1975), con Bruce Dern.

Gli ultimi film di Kirk Douglas e i premi alla carriera

Douglas lavora al cinema e in televisione anche negli anni Ottanta e Novanta: “Due tipi incorreggibili” (1986), ultimo film con Lancaster; “Oscar – Un fidanzato per due figlie” (1991) di John Landis, con Sylvester Stallone e Ornella Muti; “Caro zio Joe” (1994), con Michael J.Fox; “Vizio di famiglia” (2003), in cui recita con il figlio Michael Douglas, nato dal suo primo matrimonio con l’attrice britannica Diana Dill (da questa unione è nato anche un secondo figlio, il produttore cinematografico Joel).
L’ultimo film di Kirk Douglas è “Illusion” (2004) di e con Michael A. Goorjian.
Nel 1968, Douglas riceve un Golden Globe onorario e, nel 1996, viene insignito di un Oscar alla carriera. Nel 1980, viene premiato con un César alla carriera. Nel 2001, a Berlino, ottiene un Orso d’Oro onorario.

Kirk Douglas filantropo e la morte a 103 anni

Antimaccartista e, da sempre, antirazzista, anche lontano dalle scene e in età avanzata, Douglas continua a essere una personalità importante dello showbiz.
Ha richiesto con forza agli Stati Uniti di domandare ufficialmente perdono per lo schiavismo e per le ingiustizie subite dagli afroamericani anche dopo la sua abolizione.
Impegnato in opere di beneficenza insieme alla moglie Anne Buydens, sposata in seconde nozze nel 1954 e da cui ha avuto 3 figli, Kirk Douglas supporta iniziative volte al miglioramento delle condizioni di vita dei bambini nei sobborghi di Los Angeles e, dal 1964, attraverso la Douglas Foundation, si prodiga economicamente nel campo dell’istruzione e della salute dei meno abbienti.
Kirk Douglas muore a Beverly Hills, all’inizio del 2020, pochi mesi dopo aver compiuto 103 anni.

Luogo di nascita: Amsterdam, New York, USA
Data di nascita: 09/12/1916
Data di morte: 05/02/2020

Lascia un commento

jfb_p_buttontext