Kirk Douglas: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attore

Male
Kirk Douglas

Star virile del cinema internazionale con il mento spaccato, gli occhi d'acciaio e passato dall'essere "il figlio dello straccione" (il nome della sua autobiografia più venduta del 1988) per diventare una superstar in buona fede, Kirk Douglas, noto anche come Issur Danielovitch Demsky, è nato il 9 dicembre 1916 ad Amsterdam, New York. I suoi genitori, Bryna (Sangel) e Herschel Danielovitch, erano immigrati ebrei da Chavusy, Mahilyow Voblast (ora in Bielorussia). Sebbene cresciuto in un ghetto povero, Douglas era un bravo studente e un appassionato atleta e ha lottato in modo competitivo durante il suo periodo alla St. Lawrence University. Il wrestling professionale ha contribuito a pagarsi gli studi, così come il lavoro come cameriere e fattorino. Tuttavia, ben presto identificò una borsa di studio per recitazione come una via d'uscita dalla sua misera esistenza, ed era sufficientemente talentuoso da ottenere l'ingresso nell'American Academy of Dramatic Arts. Ha fatto il suo debutto a Broadway in "Spring Again" prima che la sua carriera fosse interrotta dalla seconda guerra mondiale. Si arruolò nella Marina degli Stati Uniti nel 1941, e poi, dopo la fine delle ostilità nel 1945, tornò al teatro e ad alcuni lavori radiofonici. Su insistenza dell'ex compagno di classe Lauren Bacall , produttore cinematografico Hal B. Wallis ha fatto il provino per Douglas e lo ha scelto per il ruolo principale in Lo strano amore di Marta Ivers (1946). La sua performance ha ricevuto recensioni entusiastiche e sono seguiti rapidamente ulteriori lavori, inclusa un'apparizione nel dramma di basso profilo Le vie della città (1947), la prima volta che ha lavorato al fianco di una futura leggenda dello schermo Burt Lancaster . Tale era la forte chimica tra i due che sono apparsi in sette film insieme, incluso il dinamico western Sfida all’O.K. Corral (1957), il John Frankenheimer thriller politico Sette giorni a maggio (1964) e la loro ultima coppia nella commedia gangster Due tipi incorreggibili (1986). Douglas una volta ha detto del suo buon amico: "Finalmente sono scappato da Burt Lancaster. La mia fortuna è cambiata in meglio. Adesso ho ragazze carine nei miei film.".

Dopo essere apparso in "I Walk Alone", Douglas ha ottenuto la sua prima nomination all'Oscar interpretando il pugile inaffidabile e opportunista Midge Kelly nell'avvincente Il grande campione (1949). La qualità del suo lavoro ha continuato a raccogliere l'attenzione della critica ed è stato nuovamente nominato agli Oscar per il suo ruolo di produttore cinematografico in Il bruto e la bella (1952) e come pittore torturato Vincent van Gogh in Brama di vivere (1956), entrambi diretti da Vincente Minnelli . Nel 1955, Douglas ha lanciato la sua società di produzione, la Bryna Productions, la società dietro a due ruoli cinematografici fondamentali nella sua carriera. Il primo è stato come direttore dell'ufficiale dell'esercito francese Col. Dax Stanley Kubrick la brillante epopea contro la guerra Orizzonti di gloria (1957). Douglas si è riunito con Kubrick per l'ennesima epica, la magnifica Spartacus (1960). Il film ha segnato anche una svolta fondamentale nella vita dello sceneggiatore Dalton Trumbo , che era stato inserito nella lista nera durante l'isteria di McCarthy "Red Scare" negli anni '50. Su insistenza di Douglas, a Trumbo è stato dato credito sullo schermo per i suoi contributi, che hanno iniziato la dissoluzione delle famigerate politiche di blacklist iniziate quasi un decennio prima che avevano distrutto così tante carriere e vite.

Douglas è rimasto impegnato per tutti gli anni '60, recitando in molti film. Ha interpretato un cowboy ribelle dei giorni nostri in Solo sotto le stelle (1962), ha agito a fianco John Wayne nella storia della seconda guerra mondiale Prima vittoria (1965), sempre con The Duke in un dramma sulla lotta per l'indipendenza israeliana, Combattenti della notte (1966), e ancora una volta con Wayne nel western ironico Carovana di fuoco (1967). Inoltre nel 1963, ha recitato in una produzione sul palco di Ken Kesey è "Qualcuno volò sul nido del cuculo", ma nonostante il suo vivo interesse, nessuno studio di Hollywood poteva essere convinto a portare la storia sullo schermo. Tuttavia, i diritti sono rimasti al clan Douglas e al talentuoso figlio di Kirk Michael Douglas finalmente girato il racconto nel 1975, con protagonista Jack Nicholson . Negli anni '70, Douglas non era così impegnato come gli anni precedenti; tuttavia, ha recitato in alcuni veicoli insoliti, anche al fianco di un giovane Arnold Schwarzenegger nella commedia western loopy Jack del Cactus (1979), poi con Farrah Fawcett nel thriller di fantascienza Saturn 3 (1980) e poi si è recato in Australia per l'opera/dramma a cavallo L’uomo del fiume nevoso (1982).

Sconosciuto a molti, Kirk è stato a lungo coinvolto in cause umanitarie ed è stato ambasciatore di buona volontà per il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti dal 1963. I suoi sforzi sono stati premiati con la Presidential Medal of Freedom (1981) e con il Jefferson Award (1983). Inoltre, i francesi lo onorarono con il Cavaliere della Legion d'Onore. Seguirono ulteriori riconoscimenti per il suo lavoro con l'American Cinema Award (1987), il German Golden Kamera Award (1987), il National Board of Reviews Career Achievement Award (1989), un Academy Award onorario (1995), destinatario del premio dell'American Film Institute's Premio alla carriera (1999) e Medaglia d'Onore dell'UCLA (2002). Nonostante un incidente in elicottero e un ictus subiti negli anni '90, è rimasto attivo e ha continuato a comparire davanti alla telecamera. Fino alla sua scomparsa il 5 febbraio 2020 all'età di 103 anni, lui e Olivia de Havilland erano le ultime grandi star sopravvissute degli anni d'oro di Hollywood.

Luogo di nascita: Amsterdam, New York, USA
Data di nascita: 09/12/1916
Data di morte: 05/02/2020

Lascia un commento