Jared Leto: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attore

Male
Jared Leto

Jared Leto è un volto molto familiare nella storia recente del film. Sebbene sia sempre stato la voce solista, la chitarra ritmica e il cantautore della band americana Thirty Seconds to Mars , Leto è un attore affermato e meritato dai numerosi e stimolanti progetti che ha intrapreso nella sua vita. È noto per essere selettivo sui suoi ruoli cinematografici.

Jared Leto è nato a Bossier City, in Louisiana, da Costanza "Connie" (Metrejon) e Anthony L. "Tony" Bryant. Il cognome "Leto" deriva dal suo patrigno. I suoi antenati includono inglese, cajun (francese), nonché irlandese, tedesco e scozzese. Jared e la sua famiglia hanno viaggiato attraverso gli Stati Uniti durante la sua infanzia, vivendo in stati come Wyoming, Virginia e Colorado. Leto continuerà questa tendenza quando inizialmente abbandonò uno studio di pittura all'Università delle arti di Filadelfia a favore di un focus sulla recitazione presso la School of Visual Arts di New York City.

Nel 1992, Leto si trasferì a Los Angeles per intraprendere una carriera musicale, con l'intenzione di assumere ruoli recitativi dalla parte. Le prime apparizioni di Leto sullo schermo sono state apparizioni come ospiti in programmi televisivi di breve durata Camp Wilder (1992), Almost Home (1993) e Rebel Highway (1994). Tuttavia, il suo prossimo ruolo cambierebbe tutto per Leto. Durante la ricerca di ruoli cinematografici, è stato scelto per lo spettacolo, My So-Called Life (1994) (serie TV 1994-1995). Il personaggio di Leto era "Jordan Catalano", il bel fannullone dislessico, il principale interesse amoroso di "Angela" (interpretato da Claire Danes ). Leto ha contribuito alla colonna sonora del film e ha impressionato così tanto i produttori che è stato presto un normale show fino alla sua fine.

Altrove, Leto ha iniziato a recitare in ruoli cinematografici. Il suo primo film teatrale è stato il pezzo d'ensemble, Gli anni dei ricordi (1995), basato su un romanzo omonimo e interpretato da famose attrici Winona Ryder , Anne Bancroft , Ellen Burstyn , Jean Simmons e Alfre Woodard . Il film ebbe un modesto successo e, mentre il prossimo film di Leto, L’ultimo dei grandi re (1996), è stato un fallimento, Leto ha ottenuto il suo primo ruolo da protagonista in Prefontaine (1997), basato sul corridore di lunga distanza Steven Prefontaine. Il film è stato un flop finanziario, ma è stato elogiato dalla critica, in particolare Gene Siskel e Roger Ebert . Ha anche avuto un ruolo di supporto nel thriller d'azione, Linea di sangue (1997), con protagonista Dennis Quaid , ma il film è stato un altro fallimento.

Il lavoro di Leto stava lentamente diventando riconosciuto a Hollywood, e ha continuato a trovare lavoro nel cinema. Nel 1998, tutto è andato per il meglio su tutti i fronti. Questo è stato l'anno in cui Leto ha fondato la band, Thirty Seconds to Mars , con suo fratello, Shannon Leto , così come Matt Wachter (che in seguito lasciò il gruppo) e dopo che due chitarristi si unirono e uscirono, Tomo Milicevic è stato introdotto come chitarrista e tastierista solista. Oltre alla formazione della sua ormai famosa band, la fortuna di Leto nel cinema è stata improvvisamente girare per il meglio. È stato scelto come protagonista nel film horror, Urban Legend (1998), che raccontava una raccapricciante storia di un assassino che uccide le sue vittime nello stile delle leggende metropolitane. Il film ebbe un enorme successo commerciale, sebbene ai critici non piacesse il film. Nello stesso anno, Leto ha anche ottenuto un ruolo di supporto nel film, La sottile linea rossa (1998). Direttore rinomato Terrence Malick Il primo film in quasi vent'anni, nel film aveva dozzine di attori famosi nel cast, tra cui Sean Penn , Woody Harrelson , John Travolta , Nick Nolte e Elias Koteas , per dirne alcuni. Il film ha subito molte modifiche, lasciando diversi attori fuori dalla versione finale, ma Leto per fortuna è rimasto nel film. La sottile linea rossa (1998) è stato nominato per sette Oscar ed è stato un discreto successo al botteghino. La fama di Leto era appena iniziata. Ha avuto ruoli secondari in entrambi James Mangold 'S Ragazze interrotte (1999) e in David Fincher di culto classico, Fight Club (1999), che tratta di mascolinità, commercialismo, fascismo e insonnia. Mentre Edward Norton e Brad Pitt erano i ruoli principali, Leto ha assunto un ruolo secondario e si è tinto i capelli di biondo. Il film rimane salutato da molti, ma all'epoca Leto si stava già spingendo ulteriormente verso film controversi. Ha recitato nel ruolo di "Paul Allen" nel famigerato American Psycho (2000), con protagonista Christian Bale e ha interpretato il ruolo principale in Darren Aronofsky 'S Requiem for a Dream (2000), che ha fatto adottare a Leto misure estenuanti per prepararsi al ruolo di tossicodipendente all'eroina nel tentativo di mettere in pratica i suoi piani e sfuggire all'inferno in cui si trova. Entrambi i film hanno avuto enormi successi, anche se controversi.

Gli anni 2000 hanno portato nuove opportunità cinematografiche per Leto. Si è riunito con David Fincher nel Panic Room (2002), che fu un altro successo per Leto, nonché Oliver Stone l’epico progetto di passione, Alexander (2004). Il taglio teatrale è stato scarsamente accolto a livello nazionale (anche se ha recuperato il suo budget attraverso le vendite di DVD e i profitti internazionali), e sebbene sia stato rilasciato un Final Cut che ha migliorato molto il film in tutti gli aspetti, continua ad essere disapprovato dalla maggior parte dei frequentatori di film. Leto ha rimbalzato con Lord of War (2005), con protagonista Nicolas Cage come trafficante d'armi che spedisce armi nelle zone di guerra, con Leto che interpreta il suo fratello sfortunato ma più morale. Il film è stato uno sguardo sorprendente all'industria delle armi, ma non è stato un grande successo finanziario. L'impeto di successi di Leto si è improvvisamente esaurito quando ha recitato nel pezzo d'epoca, Lonely Hearts (2006), con Leto nel ruolo di "Ray Fernandez", uno dei due famigerati "Lonely Hearts Killers" negli anni '40. Il film è stato un fallimento finanziario e ha ricevuto solo risposte contrastanti. Leto subì quindi un massiccio aumento di peso per interpretare "Mark David Chapman", famigerato assassino di John Lennon , nel film, Chapter 27 (2007). Mentre Leto ha fatto un lavoro fantastico incarnando il comportamento e gli schemi linguistici di Chapman, il film è stato un completo flop ed è stata una bomba critica da avviare. Fu durante questo periodo che Leto si concentrò sempre più sulla sua band, rifiutando film come Clint Eastwood film della seconda guerra mondiale, Flags of Our Fathers (2006).

Nel 2009, tuttavia, Leto è tornato ad agire con Mr. Nobody (2009). Il ruolo di Leto come "Nemo Nobody" gli ha richiesto di interpretare il personaggio fino a 118 anni, anche se è sottoposto a una ricerca dell'anima per sapere se la sua vita è andata come voleva. Il film è stato per lo più finanziato da finanzieri belgi e francesi, ed è stato distribuito in modo limitato solo in alcuni paesi. La risposta critica, tuttavia, ha elogiato l'arte del film e la recitazione di Leto.

Ha esordito alla regia nel 2012 con il film documentario Artifact (2012).

Leto rimane il cantante, polistrumentista e cantautore principale di Thirty Seconds to Mars. Il loro album di debutto, 30 Seconds to Mars (2002), è stato pubblicato con recensioni positive ma con un successo limitato. La band ha raggiunto fama mondiale con l'uscita del loro secondo album A Beautiful Lie (2005). Le loro versioni successive, This Is War (2009) e Love, Lust, Faith and Dreams (2013), hanno ottenuto un ulteriore successo critico e commerciale.

Dopo cinque anni di pausa dalle riprese, Leto è tornato a recitare nel film drammatico Dallas Buyers Club (2013), diretto da Jean-Marc Vallée e interpretato da Matthew McConaughey. Leto ha interpretato Rayon, una donna transgender tossicodipendente con AIDS che fa amicizia con Ron Woodroof, personaggio di McConaughey. La performance di Leto gli è valsa un Oscar, un Golden Globe e uno Screen Actors Guild Award come miglior attore non protagonista. Per interpretare con precisione il suo ruolo, Leto ha perso 30 chili, si è rasato le sopracciglia e si è incerato tutto il corpo. Ha dichiarato che il ritratto è stato fondato nel suo incontro con persone transgender mentre ricercava il ruolo. Durante le riprese, Leto ha rifiutato di rompere il personaggio. Il Dallas Buyers Club è stato acclamato dalla critica e ha riscosso un successo finanziario, ottenendo vari riconoscimenti per Leto, che ha ricevuto l'Oscar per il miglior attore non protagonista, il Golden Globe Award per il miglior attore non protagonista – Film, Screen Actors Guild Award per prestazioni eccezionali di un attore di sesso maschile in un ruolo secondario e una serie di riconoscimenti da parte della critica cinematografica per il ruolo.

Nel 2016, ha interpretato il Joker nel film super cattivo Suicide Squad (2016).

Leto è considerato un attore metodo, noto per la sua costante devozione e ricerca dei suoi ruoli. Spesso rimane completamente nel personaggio per la durata dei programmi di ripresa dei suoi film, fino al punto di influire negativamente sulla sua salute.

Luogo di nascita: Bossier City, Louisiana, USA
Data di nascita: 26/12/1971

Lascia un commento

jfb_p_buttontext