Ian McKellen: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attore

Male
Ian McKellen

Ampiamente considerato uno dei più grandi attori teatrali e cinematografici, sia nella sua nativa Gran Bretagna che a livello internazionale, due volte nominato all'Oscar e vincitore di tutti i maggiori premi teatrali nel Regno Unito e negli Stati Uniti, Ian Murray McKellen è nato il 25 maggio 1939 a Burnley , Lancashire, Inghilterra, a Margery Lois (Sutcliffe) e Denis Murray McKellen, ingegnere civile e predicatore laico. È di origini scozzesi, irlandesi settentrionali e inglesi. Durante la sua prima infanzia, i suoi genitori si trasferirono con Ian e sua sorella maggiore, Jean, nella città del mulino di Wigan. Fu in questa piccola città che il giovane Ian uscì dalla Seconda Guerra Mondiale. Ben presto ha sviluppato un fascino per la recitazione e il teatro, che è stato incoraggiato dai suoi genitori. Lo avrebbero portato a recitare, quelli di William Shakespeare , in particolare. Le produzioni scolastiche amatoriali hanno favorito la crescente passione di Ian per il teatro.

Quando Ian ebbe l'età per iniziare a frequentare la scuola, si assicurò di ottenere ruoli in tutte le produzioni. In particolare alla Bolton School, ha sviluppato presto le sue abilità. In effetti, il suo primo ruolo in una commedia shakespeariana è stato a Bolton, nel ruolo di Malvolio in "Dodicesima notte". Ian iniziò presto a frequentare i festival teatrali di Stratford-upon-Avon, dove vide esibirsi i grandi: Laurence Olivier , Wendy Hiller , John Gielgud , Ralph Richardson e Paul Robeson . Ha continuato la sua formazione in dramma inglese, ma presto è caduto a margine mentre si concentrava sempre più sulla performance. Alla fine ha conseguito il Bachelor of Arts nel 1961 e ha iniziato la sua carriera sul serio.

McKellen ha iniziato a lavorare in teatro nei prossimi anni. Pochissime persone conoscevano l'omosessualità di Ian; non vedeva alcun motivo per renderlo pubblico, né lo aveva detto alla sua famiglia. Non sembravano interessati all'argomento e quindi non vedeva alcun motivo per sollevarlo. Nel 1988, Ian uscì pubblicamente dall'armadio del programma BBC Radio 4, mentre discuteva Margaret Thatcher la normativa "Sezione 28", che ha reso reato la promozione dell'omosessualità come rapporto familiare da parte delle autorità locali. Era una ragione sufficiente per McKellen per prendere una posizione. Da allora è attivo nel movimento per i diritti degli omosessuali.

Ian risiede a Limehouse, dove ha anche vissuto con il suo ex compagno di vecchia data Sean Mathias . I due uomini hanno anche lavorato insieme al film Bent (1997) e in squisite produzioni teatrali. Fino ad oggi, McKellen lavora principalmente a teatro ed è stato nominato cavaliere Queen Elizabeth II nel 1990 per i suoi sforzi nelle arti. Tuttavia, è riuscito a fare diverse incursioni nel cinema abbastanza riuscite. È apparso in diverse produzioni delle opere di Shakespeare, incluso il suo ben accolto Riccardo III (1995) e in numerosi altri film. Tuttavia, è solo di recente che la sua stella ha finalmente iniziato a brillare agli occhi del pubblico nordamericano. Ruoli in vari film, Cold Comfort Farm (1995), L’allievo (1998) e Demoni e dei (1998), pubblico rivettato. Quest'ultimo, in particolare, ha suscitato scalpore a Hollywood, e il ruolo di McKellen gli è valso numerosi premi e nomination, tra cui un Golden Globe e un cenno all'Oscar. McKellen, mentre continua a lavorare intensamente sul palco, continua sempre a "consolidare" il suo "ruolo" come degno "successore" di Laurence Olivier anche nel senso migliore, come King Lear (2008) / Great Performances: King Lear (2008) diretto da Trevor Nunn e in una serie di altre esibizioni sbalorditive piene di gioia generosamente euforica che hanno incluso "Peter Pan" e Noël Coward "Risate attuali", nonché Samuel Beckett "Aspettando Godot" e Harold Pinter "No Man's Land" ( National Theatre Live: No Man’s Land (2016)), entrambi in acclamate produzioni brillantemente dirette da Sean Mathias .

McKellen ha trovato il successo principale con la sua interpretazione di Magneto in X-Men (2000) e suoi sequel. Il suo più grande marchio sul grande schermo potrebbe essere quello di Gandalf nella trilogia del film "Il Signore degli Anelli" diretta da Peter Jackson , che ha ripreso nella trilogia di "The Hobbit". Ha anche ripreso il ruolo di "King Lear" con nuove prospettive artistiche National Theatre Live: King Lear (2018) offre un'esperienza inestimabile inestimabile come forza naturale del palcoscenico – e dello schermo – di infinita generosità attraverso la sua insuperabile interpretazione del re titanicamente vulnerabile.

Luogo di nascita: Burnley, Lancashire, England, UK
Data di nascita: 25/05/1939

Lascia un commento

jfb_p_buttontext