Gia Scala: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attrice

Female
Gia Scala

Questa importazione straniera alta, abbagliante, ma riservata e sensibile è nata Giovanna Scoglio a Liverpool, in Inghilterra, ma si è trasferita in Sicilia con il suo aristocratico padre siciliano e la madre irlandese a tre mesi. È emigrata a New York all'età di 14 anni e ha frequentato la Bayside (Queens) High School, laureandosi nel 1952. Ha lavorato vari impieghi come impiegata per la gestione di file e prenotazioni di compagnie aeree durante gli studi con Stella Adler e Actors Studio. Apparendo come concorrente in uno spettacolo televisivo, un agente degli Universal Studios è riuscito a individuare la giovane bellezza e subito ha contratto la giovane bellezza nel 1954.

Non ci volle molto prima che salisse la scala di Hollywood. Dopo solo un paio di parti, Gia ha iniziato a guadagnare buone notizie per i suoi ruoli di "secondo protagonista". La sua esibizione in Il prezzo della paura (1956) ha portato a parti dell'amore ancora migliori in La giungla della settima strada (1957) con Kerwin Mathews , Alla larga dal mare (1957) opposto Glenn Ford , I due volti del Generale Ombra (1958) con Jack Hawkins , Le colline dell’odio (1959) con protagonista Robert Mitchum , e Alla conquista dell’infinito (1960) [aka I Aim at the Stars] con Curd Jürgens . Il ruolo cinematografico più noto di Gia è stato il muto Anna, la sfortunata combattente della resistenza greca, nel classico film epico all-star, I cannoni di Navarone (1961) guidato da Gregory Peck e Anthony Quinn .

Da lì le cose hanno iniziato a spirale in discesa per Gia personalmente e professionalmente. Cavalcare sulle falde del suo sempre presente glamour e successo cinematografico erano insicurezze profondamente radicate. In seguito alla perdita della sua amata madre, cadde in una depressione acuta e iniziò a bere pesantemente come compensazione che portò a pochi arresti. Alla fine perse il contratto alla Universal a causa della sua inaffidabilità, che la costrinse a cercare lavoro all'estero. Il suo matrimonio con l'attore bello Don Burnett , con cui ha recitato nell'oscura avventura Il trionfo di Robin Hood (1962) [Il trionfo di Robin Hood] si è bruciato e, a un certo punto, si è gettata dal ponte di Waterloo di Londra in preda alla disperazione. Sarebbe annegata nel Tamigi se un tassista di passaggio non l'avesse strappata fuori dall'acqua in tempo.

Gli attacchi di Gia con la depressione si fecero così gravi che fu costretta a sottoporsi a frequenti osservazioni psichiatriche. Nel mezzo delle cose ha cercato di riprendersi emotivamente studiando pittura e stando vicino a sua sorella minore, attrice Tina Scala . Era troppo tardi. Il 30 aprile 1972, tutto finì per Gia Scala. È stata trovata morta nella sua camera da letto di Hollywood Hills a seguito di un sovradosaggio di alcol e sonniferi. Questa incredibile bellezza che non ha mai raggiunto il suo pieno potenziale a Hollywood è diventata invece un'altra statistica di Tinseltown.

Luogo di nascita: Liverpool, England
Data di nascita: 03/03/1934
Data di morte: 30/04/1972

Lascia un commento

jfb_p_buttontext