George C. Scott: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attore

Male
George C. Scott

George C. Scott è stato un attore di immenso talento, una star del grande schermo, del palcoscenico e della televisione. Era nato il 18 ottobre 1927 a Wise, in Virginia, da Helena Agnes (Slemp) e George Dewey Scott. All'età di otto anni, sua madre morì e suo padre, un dirigente della Buick, lo allevò. Nel 1945, si unì ai Marines degli Stati Uniti e trascorse quattro anni con loro, senza dubbio un'ispirazione per interpretare il generale George S. Patton anni dopo. Quando Scott lasciò i Marines, si iscrisse a un corso di giornalismo presso l'Università del Missouri, ma fu mentre recitava in una commedia che l'insetto della recitazione lo morse. Ha detto che "ha scattato, proprio come i bicchieri in una cassaforte".

Fu nel 1957 che ottenne un ruolo in "Richard III" a New York City. Lo spettacolo è stato un successo e ha portato il giovane attore all'attenzione della critica. Presto iniziò a lavorare in televisione, principalmente in trasmissioni in diretta di spettacoli teatrali, e ottenne il ruolo dell'astuto procuratore in Anatomia di un omicidio (1959). È stato questo ruolo che gli ha fatto ottenere la sua prima nomination all'Oscar, come miglior attore non protagonista.

Tuttavia, George e Oscar non sarebbero diventati davvero i migliori amici. In effetti, sentiva che l'intero processo costringeva gli attori a diventare delle star e che la cerimonia era poco più di un "mercato della carne". Nel 1962, è stato nominato di nuovo come miglior attore non protagonista, questa volta di fronte Paul Newman nel Lo spaccone (1961), ma ha inviato un messaggio dicendo "No, grazie" e ha rifiutato la nomina.

Tuttavia, sia che fosse capriccioso o semplicemente testardo nella sua opinione sui premi, non sembrava impedirgli di essere nominato in futuro. "Anatomy" e "The Hustler" sono stati seguiti dal mistero intelligente I 5 volti dell’assassino (1963), in cui recitava a fianco Kirk Douglas , Robert Mitchum e cammei delle maggiori star dell'epoca, tra cui Burt Lancaster e Frank Sinatra . È assolutamente da vedere, diretto da John Huston con la lingua profondamente nella guancia.

L'anno successivo, Scott ha interpretato il ruolo del generale "Buck" Turgidson in Stanley Kubrick Il comico film contro la guerra Il dottor Stranamore – Ovvero: come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba (1964). Questo è diventato uno dei suoi preferiti e spesso ha detto che si sentiva in colpa a essere pagato per questo, dato che si divertiva così tanto a realizzarlo. Un'altra commedia è seguita, Carta che vince, carta che perde (1967), con Scott che interpreta un truffatore dalla parlantina pacata che assume un apprendista che presto scopre di avere troppe morali.

Seguirono tre anni, con alcuni film televisivi minori, prima di ottenere il ruolo per il quale sarà sempre identificato: il già citato Generale Patton in Patton, generale d’acciaio (1970). Questo è stato un film di guerra che è arrivato alla fine di un decennio in cui le proteste contro la guerra avevano scosso una nazione e sono diventate un simbolo di gioventù insoddisfatta di ciò che ci si aspettava da loro. Tuttavia, il ritratto dell'attore di questa icona militare aggressiva ha effettivamente suscitato simpatia per il controverso eroe. Questa volta vinse l'Oscar, ma invece rimase a casa a guardare l'hockey.

Un paio di film che ha realizzato nei primi anni '80 sono stati eccezionali. Il primo di questi è stato Changeling (1980), un film spesso confezionato come un film horror ma che è davvero più un thriller soprannaturale. Interpreta John Russell, un compositore e professore di musica che perde la moglie e la figlia in un tragico incidente. In cerca di conforto, si trasferisce in una villa arcaica che era rimasta disabitata per 12 anni. Tuttavia, una presenza infantile sembra condividere la casa con lui e cercare di condividere i suoi segreti con lui. Apprendendo il passato della casa, scopre il suo orribile segreto di molto tempo fa, un segreto che la presenza non permetterà più di essere mantenuto.

Poi ha recitato – insieme a un giovane cast di allora in gran parte sconosciuto, incluso Timothy Hutton , Sean Penn e Tom Cruise – nel dramma intenso Taps – Squilli di rivolta (1981). Ha interpretato il capo di un'accademia militare che è improvvisamente destinata alla distruzione quando la proprietà viene venduta a sviluppatori locali che intendono costruire condomini. Gli studenti prendono il controllo dell'accademia quando sentono che i canali regolari sono loro chiusi.

Scott ha tenuto il passo nei film, in televisione e sul palcoscenico negli ultimi anni della sua vita (Broadway ha abbassato le luci per un minuto la notte della sua morte). Tra i suoi progetti c'era il ruolo di Ebenezer Scrooge in un degno aggiornamento televisivo di A Christmas Carol (1984), un'acclamata performance a Broadway di "Death of a Salesman", la voce di McLeach in Disney's Bianca e Bernie nella terra dei canguri (1990) e ruoli da co-protagonista in remake televisivi di due film classici, La parola ai giurati (1997) e Inherit the Wind (1999), solo per citarne alcuni. Dopo la sua morte i riconoscimenti si riversarono, con Jack Lemmon dicendo: "George è stato davvero uno degli attori più grandi e generosi che abbia mai conosciuto", mentre Tony Randall lo ha definito "il più grande attore della storia americana".

Luogo di nascita: Wise, Virginia, USA
Data di nascita: 18/10/1927
Data di morte: 22/09/1999

Lascia un commento