Flavio Bucci: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attore

Male
Flavio Bucci

Flavio Bucci: gli esordi con il cinema politico di Elio Petri

Flavio Bucci è stato un attore, doppiatore e produttore cinematografico italiano.
Nato a Torino da una famiglia originaria del Sud Italia, Bucci si forma artisticamente presso la Scuola del Teatro Stabile di Torino.
Esordisce al cinema, con un piccolo ruolo, nel film “La classe operaia va in paradiso” (1971) di Elio Petri, con Gian Maria Volonté. Dopo un paio di film (“L’amante dell’Orsa Maggiore”, 1971; “Il generale dorme in piedi”, 1972), Petri lo chiama di nuovo a lavorare con lui, stavolta per assegnargli il ruolo del protagonista, Total, nel dramma “La proprietà non è più un furto” (1973), con Ugo Tognazzi.

I migliori film di Flavio Bucci: da “Il marchese del Grillo” di Monicelli a “Il Divo” di Sorrentino

Nel corso della sua lunga carriera, Bucci lavora con diversi registi: “L’ultimo treno della notte” (1975) di Aldo Lado; “L’Agnese va a morire” (1976) e “Il giorno prima” (1987) di Giuliano Montaldo; “La orca” (1976) di Eriprando Visconti, con Michele Placido; “Suspiria” (1977) di Dario Argento; “Gegè Bellavita” (1978) di Pasquale Festa Campanile; “Maledetti, vi amerò” (1980) di Marco Tullio Giordana; “Uomini e no” (1980) di Valentino Orsini; “Il marchese del Grillo” (1981) e “Le due vite di Mattia Pascal” (1985) di Mario Monicelli; “Secondo Ponzio Pilato” (1987) di Luigi Magni; “La posta in gioco” (1988) di Sergio Nasca; “I miei più cari amici” (1998) di e con Alessandro Benvenuti; “Lucignolo” (1999) di e con Massimo Ceccherini; “Muzungu” (1999) di Massimo Martelli, con Giobbe Covatta; “Volesse il cielo!” (2002) di e con Vincenzo Salemme; “Caterina va in città” (2003) di Paolo Virzì; “Il divo” (2008) di Paolo Sorrentino.

La carriera televisiva di Bucci: il successo di “Ligabue”

Bucci lavora spesso anche in televisione. Grazie al ruolo del pittore Antonio Ligabue nello sceneggiato Rai “Ligabue” (1977), ottiene fama nazionale. Negli anni successivi, compare in molte produzioni televisive: “Martin Eden” (1979); “Storia di Anna” (1981); “Quer pasticciaccio brutto de via Merulana” (1983); “La piovra” (1984); “I promessi sposi” (1989); “La dottoressa Giò” (1995; 1997-1998).

Gli ultimi film di Flavio Bucci

Tra gli ultimi film di Bucci, ci sono “La scomparsa di Patò” (2010), dall’omonimo romanzo di Andrea Camilleri, il fantasy “Agadah” (2017) di Alberto Rondalli e “Il grande passo” (2019) di Antonio Padovan, con Stefano Fresi e Giuseppe Battiston.
Flavio Bucci muore improvvisamente nella sua casa, colto da infarto, nel febbraio 2020.

Luogo di nascita: Turin, Italy
Data di nascita: 25/05/1947
Data di morte: 18/02/2020

Lascia un commento

jfb_p_buttontext