Claire Bloom: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attrice

Female
Claire Bloom

L'età non ha tolto il fiore da questa fioritura. La famosa e rispettata attrice teatrale, cinematografica e televisiva Claire Bloom, originariamente chiamata Patricia Claire Blume, continua ad essere richiesta come attrice ottantenne e sembra più bella che mai.

È nata Patricia Claire Blume il 15 febbraio 1931 a Finchley, nel nord di Londra, da Elizabeth (Grew) e Edward Max Blume, che lavorava nelle vendite. I suoi genitori provenivano entrambi da famiglie ebree (dalla Bielorussia). Educata alla Badminton School di Bristol e alla Fern Hill Manor di New Milton, Claire ha mostrato presto interesse per le arti ed è stata addestrata sul palcoscenico come adolescente alla Guildhall School, sotto la guida di Eileen Thorndike, e poi della Central School of Speech and Drama.

Contrassegnando il suo debutto professionale alla radio della BBC, in seguito prese la sua prima chiamata al sipario con l'Oxford Repertory Theatre nel 1946 nella produzione di "Dipende da cosa intendi". Ha poi ricevuto i primi riconoscimenti critici per i suoi ingenui shakespeariani in "King John", "The Winter's Tale" e, in particolare, la sua Ofelia in "Amleto" all'età di 17 anni a Stratford-on-Avon di fronte a Hamlets alternati Paul Scofield e Robert Helpmann . Nel 1949 Claire stava facendo il suo debutto nel West End con "The Lady's Not For Burning" con l'attore emergente Richard Burton .

Un'attrice dai capelli scuri che diventa più seducente e seducente, la cui bellezza fotogenica e leggermente schiacciata è stata accentuata da un'eleganza e da un portamento disinvolti, l'inelegante debutto cinematografico di Claire è arrivato con un ruolo di primo piano nel film drammatico del tribunale britannico Accadde a Praga (1948). Era il suo secondo film, quando Charles Chaplin lui stesso l'ha selezionata specificamente per essere la sua giovane protagonista nel classico dramma sentimentale Luci della ribalta (1952), che la spinse alla celebrità. La sua bravura nei panni di una giovane ballerina inclinata al suicidio salvata dalla disperazione da un clown della sala della musica (Chaplin) stava toccando squisitamente e innescò una carriera invidiabile ma sorprendentemente sporadica nei film.

Nonostante l'improvvisa attenzione cinematografica, Claire ha continuato la sua formidabile presenza sul palco shakespeariano. Unendosi alla Old Vic Company per le stagioni 1952-1953 e 1953-1954, apparve come Helena, Viola, Giulietta, Jessica, Miranda, Virgilia, Cordelia e (di nuovo) Ofelia in un mandato di grande successo. In tournée in Canada e negli Stati Uniti nei panni di Giulietta, nel 1956 fece il suo inchino a Broadway nel ruolo di amante stellato, interpretando anche la regina in "Riccardo II". Una forte presenza su entrambi i palcoscenici di Londra e New York nel corso degli anni, altre potenti esibizioni sono arrivate con "The Trojan Women", "Vivat! Vivat! Regina!", "Hedda Gabler", "A Doll's House" e "A Streetcar Named Desiderio". Molto più tardi nella vita si è esibita in uno straordinario spettacolo per una donna intitolato "These Are Women: A Portrait of Shakespeare's Heroines" che includeva monologhi di molte delle sue acclamate esibizioni teatrali.

La presenza elegante e regale di Claire era semplicemente l'ideale per i film del periodo maturo e appariva di fronte a un elenco di uomini di talento più talentuosi di Hollywood in quanto tali, tra cui Laurence Olivier nel ruolo di Riccardo III (1955); Richard Burton e Fredric March nel Alessandro il grande (1956); Yul Brynner nel I fratelli Karamazov (1958) e Brynner e Charlton Heston nell'epopea di DeMille I bucanieri (1958) in cui ha avuto un raro ruolo di ragazza pirata vivace. Sulla scena più contemporanea è apparsa con Burton in due drammi cinematografici classici: il rigido "lavello della cucina", pezzo teatrale britannico I giovani arrabbiati (1959) e il thriller di spionaggio della guerra fredda La spia che venne dal freddo (1965). Inoltre, ha corteggiato sfumature di polemiche nei panni di una casalinga impazzita nel sudista insolito Sessualità (1962) e una lesbica nel chiller soprannaturale Gli invasati (1963).

Claire ha incontrato il primo marito Rod Steiger mentre si esibiva con lui sul palco nel "Rashomon" del 1959. Si sono sposati quell'anno e hanno avuto la figlia Anna nel 1960 che è cresciuta fino a diventare una cantante lirica molto apprezzata. Claire e Rod sono apparsi insieme in due film minori, L’uomo illustrato (1969) e In 2 sì, in 3 no (1969), entrambi pubblicati nello stesso anno in cui divorziarono dopo 10 anni tumultuosi.

Come con altre attrici in fase di maturazione negli anni '70, Claire ha cercato i ruoli di film di classe nei film TV per il sostentamento e ha trovato tra questi Backstairs at the White House (1979), nel ruolo di First Lady Edith Wilson, e Ritorno a Brideshead (1981), in cui è stata nominata per un Emmy. Lodate anche le epiche miniserie Ellis Island (1984); un remake di Terence Rattigan 'S Separate Tables (1983) e Philip Roth acclamati adattamenti di American Playhouse: The Ghost Writer (1984) e Shadowlands (1985), che le è valso un British Television Award. Parlando di Roth, Claire ha sposato la scrittrice (la sua terza) nel 1990 dopo un breve secondo matrimonio con il produttore Hillard Elkins (1969-1972). L'unione con Roth è durata cinque anni. Claire è apparsa in diversi teleplay shakespeariani nel corso dei decenni, interpretando anche una selezione scelta di reali storici tra cui Czarina Alexandra e Katherine d'Aragon. Una delle sue apparizioni più recenti in TV è stata la versione di miniserie di The Ten Commandments (2006). Nel dramma diurno, recitava deliziosamente la matriarca e l'assassina Orlena Grimaldi nel dramma diurno Così gira il mondo (1956) nel 1993. Ha lasciato il ruolo nel 1995 ed è stata sostituita.

Claire ha scritto due memorie. Il primo è stato "Limelight and After: The Education of an Actress", più orientato alla carriera, pubblicato nel 1982. Il suo secondo libro, più controverso, si è concentrato sulla sua vita personale: "Leaving a Doll's House: A Memoir", pubblicato nel 1996.

Luogo di nascita: Finchley, Middlesex, England, UK
Data di nascita: 15/02/1931

Lascia un commento

jfb_p_buttontext