Christian De Sica: Biografia completa, filmografia completa, scheda Attore

Male
Christian De Sica

Breve biografia di Christian De Sica: gli esordi artistici e il debutto al cinema

Christian De Sica è un attore, regista, sceneggiatore, doppiatore, cantante e presentatore italiano.
Figlio del regista e attore Vittorio De Sica e dell’attrice spagnola María Mercader, Christian De Sica cresce in un ambiente famigliare culturalmente molto vivace. Il fratello, Manuel, scomparso nel 2014, è stato compositore e direttore di colonne sonore cinematografiche.
Dopo alcune esperienze artistiche in televisione e come cantante (nel 1973, partecipa in concorso al Festival di Sanremo) e dopo essersi iscritto, senza concludere gli studi, alla Facoltà di Lettere di Roma, De Sica decide di dedicarsi al cinema.
Debutta ufficialmente come attore cinematografico nel 1972, nel dramma romantico “Paulina 1880” di Jean-Louis Bertuccelli. Negli anni Settanta, De Sica partecipa a diversi film (“Conviene far bene l’amore “, 1975, di Pasquale Festa Campanile; “Bordella”, 1976, di Pupi Avati), ottenendo anche parti da protagonista (“La madama”, 1976, di Duccio Tessari).

I film con Carlo Verdone, amico e… cognato

Il grande successo di pubblico arriva negli anni Ottanta, quando De Sica diventa il volto di numerose commedie italiane.
In particolare, Christian De Sica stringe un sodalizio artistico e personale con Carlo Verdone, che, nel 1980, si rinsalda grazie al matrimonio fra De Sica e Silvia Verdone, sorella di Carlo.
Verdone dirige De Sica in varie commedie di successo: “Borotalco” (1982); “Acqua e sapone” (1983); “Compagni di scuola” (1987).

I film dei Vanzina con De Sica

Il nome di Christian De Sica è indissolubilmente legato a quello dei Fratelli Vanzina, con cui ha girato alcuni dei suoi film più famosi: “Viuuulentemente mia” (1982), con Diego Abatantuono e Laura Antonelli; “Sapore di mare” (1983), “Vacanze di Natale” (1983) e “Vacanze in America” (1984), con Jerry Calà e Claudio Amendola; “S.P.Q.R. 2000 e 1/2 anni fa” (1994), “A spasso nel tempo” (1996), “Vacanze di Natale 2000” (2000) con Massimo Boldi.

La coppia Boldi-De Sica e i cinepanettoni con Oldoini e Neri Parenti

Con Massimo Boldi, De Sica ha formato una coppia artistica longeva, diretta ripetutamente da Enrico Oldoini in numerosi cinepanettoni, film campioni d’incassi ai botteghini italiani, soprattutto nel periodo di Natale. La formula, esasperata col tempo, è quella collaudata dai Vanzina: un folto cast di attori comici noti al grande pubblico, qualche bella vedette italiana o straniera, ironia sui luoghi comuni, una storia piena di equivoci, spesso ambientata all’estero.
A questo filone appartengono: “Vacanze di Natale ’90” (1990); “Vacanze di Natale ’91” (1991); “Anni 90” (1992) e “Anni 90 – Parte II” (1993).
Sulla falsariga dei film di Oldoini, la coppia Boldi-De Sica ha ottenuto un grande successo commerciale diretta da Neri Parenti: “Vacanze di Natale ’95” (1995); “Paparazzi” (1998); “Tifosi” (1999); “Body Guards – Guardie del corpo” (2000); “Merry Christmas” (2001); “Natale sul Nilo” (2002); “Natale in India” (2003); “Christmas in Love” (2004); “Natale a Miami” (2005).
Il sodalizio con Boldi si interrompe a metà degli anni Duemila e riprende nel 2018, con il film “Amici come prima”, co-diretto da De Sica con il figlio Brando, e “In vacanza su Marte” (2020), ancora di Neri Parenti.

I migliori film di De Sica e il Nastro d’Argento con Pupi Avati

Nel frattempo, De Sica ha continuato a lavorare con Parenti: “Natale a New York” (2006); “Natale in crociera” (2007); “Natale a Rio” (2008); “Natale a Beverly Hills” (2009); “Natale in Sudafrica” (2010); “Vacanze di Natale a Cortina” (2011); “Colpi di fulmine” (2012); “Colpi di fortuna” (2013); “Vacanze ai Caraibi” (2015).
Nella anni Duemila, Christian De Sica lavora a film di diverso genere, dimostrando una interessante propensione ai film in cui si mescolano dramma e commedia: “Il figlio più piccolo” (2010), ancora di Pupi Avati, per cui vince un Nastro d’Argento come miglior attore; “Il principe abusivo” (2013) di e con Alessandro Siani; “La scuola più bella del mondo” (2014) di Luca Miniero; “Poveri ma ricchi” (2016), “Poveri ma ricchissimi” (2017) e “La mia banda suona il pop” (2020) di Fausto Brizzi; “Fräulein: una fiaba d’inverno” (2016) di Caterina Carone.

Filmografia di Christian De Sica: il debutto alla regia con “Faccione”

Nel 1991, Christian De Sica esordisce alla regia con il film “Faccione”, con Nadia Rinaldi. Nel corso della sua carriera, dirige altri lungometraggi. Tra questi, ricordiamo: “Il conte Max” (1991), remake dell’omonimo film del 1957 di Giorgio Bianchi interpretato dal padre Vittorio e Alberto Sordi; “Ricky & Barabba” (1992); “Uomini uomini uomini” (1995); “The Clan” (2005); “Sono solo fantasmi” (2019), diretto a quattro mani con il figlio Brando.

Christian De Sica in tv

Christian De Sica lavora spesso in produzioni televisive. Tra le serie tv e i film per la televisione più famosi: “Lo zio d’America” (2002) e “Lo zio d’America 2” (2006); “Attenti a quei tre” (2004); la serie tv Amazon Originals “Mozart in the Jungle” (2016).
Come conduttore tv, tra il 2012 e il 2014 e nel 2017, Christian De Sica è nella giuria del programma serale Rai “Tale & Quale Show”. Nel 2015, insieme a Michelle Hunziker, conduce l’ultima edizione del programma comico Mediaset “Zelig”.

I film di De Sica come doppiatore

In qualità di doppiatore, De Sica presta la sua voce a diversi film a cartoni animati: “Galline in fuga” (2000); “Ortone e il mondo dei Chi” (2008); “Pirati! Briganti da strapazzo” (2012).

Premi vinti e vita privata di Christian De Sica: il matrimonio e i figli

Fidanzato in gioventù con l’attrice Isabella Rossellini, figlia dell regista Roberto Rossellini e dell’attrice Ingrid Bergman, nel 1980 sposa Silvia Verdone. Dal matrimonio, sono nati i figli Brando (1983), attore e regista, e Maria Rosa (1987), costumista.
Nel 1976, l’attore riceve un David di Donatello speciale per la sua interpretazione nel film “Giovannino” di Paolo Nuzzi. Nel 2000 e nel 2009, l’attore riceve 2 David alla carriera.
Nel 2008, De Sica pubblica l’autobiografia “Figlio di papà”.

Luogo di nascita: Roma, Lazio, Italy
Data di nascita: 05/01/1951

Lascia un commento

jfb_p_buttontext