“Voci nell’ombra”: la sublime arte del doppiaggio.

L'edizione 2014 del più longevo festival italiano dedicato al doppiaggio cinetelevisivo si svolge a Savona, presso le Officine Solimano. Il 27 giugno premiazioni nel nome di Claudio G. Fava e Bruno Astori.

, di

Pensi al doppiaggio italiano e ti viene subito in mente Claudio G. Fava, critico e giornalista cinematografico genovese scomparso poco più di due mesi fa: era lui, infatti, il direttore artistico di Voci nell’ombra, il festival del doppiaggio cinetelevisivo più noto e longevo d’Italia, organizzato per anni dall’altrettanto compianto Bruno Astori e nato nel 1996 a Finale Ligure (SV), migrato poi a Sanremo, a Genova, a Imperia, fino ad approdare alle Officine Solimano di Savona (P.zza Pippo Rebagliati), nell’ambito del Savona Screen Festival, evento organizzato dal Comune di Savona in collaborazione con l’Università degli Studi di Genova e Spes s.c.p.a.

Ieri (26 giugno), sono partite le iniziative dello Screen con incontri e proiezioni, mentre, oggi (27 giugno), alle 17, presso i locali dell’associazione Nuovo FilmStudio, si svolgerà Voci dietro lo schermo, evento organizzato da Felice Rossello, Giulia Cattaneo e Tiziana Voarino, per anni collaboratrice di Fava e Astori a Voci nell’ombra: Rossello, autore televisivo e consulente presso il Campus Universitario di Savona per Scienze della comunicazione, intervisterà esperti di doppiaggio, critici cinematografici, adattatori di dialoghi e doppiatori, per scoprire e svelare i segreti di questa arte per cui la “scuola italiana” è nota in tutto il mondo.
Subito dopo, alle 19, dai locali della Raindogs House, la web radio delle Officine Solimano si collegherà con lo storico programma di Radio 3, Hollywood Party.

A partire dalle 21, nello spazio del teatro Cattivi Maestri, si svolgerà la premiazione dei migliori doppiatori nostrani, nel segno di Fava e Astori.
Christian Iansante, che ha prestato la sua inconfondibile voce ad attori come Ewan McGregor (TRAINSPOTTING, 1996), Christian Bale (VELVET GOLDMINE, 1998) e Bradley Cooper (AMERICAN HUSTLE, 2013), riceverà la prima Targa Claudio G. Fava, mentre Lucia Valenti, che ricorderete come doppiatrice di Francisca Gavilán (VIOLETA PARRA WENT TO HEAVEN, 2011), verrà omaggiata della prima Targa Bruno Astori.

La ricca giuria del Festival Nazionale del Doppiaggio Cinetelevisivo in cui compaiono, tra gli altri, Morando Morandini, Renato Venturelli e Antonio Genna, ha scelto di premiare anche Sandro Acerbo, storico doppiatore di Brad Pitt (SEVEN, 1995) e Will Smith (MEN IN BLACK, 1997) ed apprezzato direttore del doppiaggio (GRAVITY, 2013; 12 ANNI SCHIAVO, 2013; IL TRONO DI SPADE), e Mario Cordova, fascinosa voce italiana di Richard Gere (AUTUMN IN NEW YORK, 2000), Bruce Willis (PULP FICTION, 1994), Jeremy Irons (LA CASA DEGLI SPIRITI, 1993), Patrick Swayze (GHOST, 1990) e dei vari Monty Python.

Lego a Cordova un gradito ricordo personale: durante una lontana edizione del Genova Film Festival, proprio Claudio G. Fava moderò l’incontro a cui lui e il grande Oreste Lionello presenziarono proprio per offrire ai presenti aneddoti sulla loro esperienza decennale di doppiaggio. Si tratta di uno dei più bei ricordi cinefili che conservo nella mia memoria.

Ingresso libero, fino ad esaurimento posti.
Per informazioni:
www.nuovofilmstudio.it
www.vocinellombra.com – organizzazione@vocinellombra.com

CATEGORIE: Premi

Lascia un commento

jfb_p_buttontext