César 2017: brillano Verhoeven e Dolan

"Elle" e "È solo la fine del mondo" conquistano alcuni tra i titoli più importanti dei prestigiosi premi francesi. Tra i grandi delusi, c'è Ozon. Premio speciale a George Clooney e standing ovation per Jean-Paul Belmondo. Scoprite tutti i vincitori dei César 2017, su Nientepopcorn.it!

, di

“ELLE” E DOLAN CONQUISTANO LA SCENA DEI CÉSAR 2017

Ieri (24 febbraio), sono stati assegnati i premi César 2017, i più importanti riconoscimenti attribuiti al cinema francese: la giuria presieduta da Pedro Almodóvar ha premiato Paul Verhoeven con il César per il Miglior Film, ELLE, e Xavier Dolan per la Miglior Regia (È SOLO LA FINE DEL MONDO). “Tuttofare Dolan”, inoltre, ha vinto anche il César per il Miglior Montaggio.
Gli attori protagonisti di entrambi i lungometraggi, Isabelle Huppert per uno e Gaspard Ulliel per l’altro, sono stati insigniti dei titoli di migliori interpreti.
Il César per la Miglior Opera Prima è andato DIVINES di Houda Benyamina, mentre LA MIA VITA DA ZUCCHINA ha trionfato tra le pellicole di animazione e per la sceneggiatura non originale, firmata da Céline Sciamma.
Tra i grandi delusi, ci sono François Ozon, che, nonostante le 10 nomination di FRANTZ, ha guadagnato solo il premio per la Miglior Fotografia, e Bruno Dumont: MA LOUTE, candidato in 9 categorie, è rimasto completamente a bocca asciutta.
L’attore, regista e produttore statunitense George Clooney ha ricevuto il premio onorario César d’Honneur.
Durante la serata, dopo il Leone d’Oro alla carriera ricevuto qualche mese fa, un altro omaggio a Jean-Paul Belmondo: l’attore, 84 anni ad aprile, è stato celebrato da un discorso pronunciato de un emozionato Jean Dujardin e, infine, è intervenuto sul palco, ricevendo una standing ovation da parte del pubblico.
Nel link, potete trovare un sunto dei migliori momenti della serata selezionati da Canal+, l’emittente ufficiale del galà.

A seguire tutti i vincitori dei César 2017:

Miglior Film
ELLE

Miglior regista
Xavier Dolan, È SOLO LA FINE DEL MONDO

Miglior lungometraggio d’animazione
LA MIA VITA DA ZUCCHINA

Miglior film straniero
IO, DANIEL BLAKE, Ken Loach

Miglior attrice
Isabelle Huppert, ELLE

Miglior attore
Gaspard Ulliel, È SOLO LA FINE DEL MONDO

Miglior attrice non protagonista
Déborah Lukumuena, DIVINES

Miglior attore non protagonista
James Thierrée, MISTER CHOCOLAT

Miglior esordio femminile
Oulaya Amamra, DIVINES

Miglior esordio maschile
Niels Schneider, DIAMANT NOIR

Miglior sceneggiatura originale
Sólveig Anspach, Jean-Luc Gaget, L’EFFETTO ACQUATICO

Miglior sceneggiatura non originale
Céline Sciamma, LA MIA VITA DA ZUCCHINA

Miglior documentario
MERCI, PATRON!, François Ruffin

Miglior scenografia
Jérémie D. Lignol, MISTER CHOCOLAT

Miglior montaggio
Xavier Dolan, È SOLO LA FINE DEL MONDO

Migliori costumi
Anaïs Romand, LA DANSEUSE

Migliori musiche
Ibrahim Maalouf, DANS LES FORÊTS DE SIBÉRIE

Miglior opera prima
DIVINES, Houda Benyamina

Miglior fotografia
Pascal Marti, FRANTZ

Miglior suono
Marc Engels, Fred Demolder, Sylvain Réty, Jean-Paul Hurier, L’ODYSSÉE

César d’Honneur
George Clooney

[Nella foto: Isabelle Huppert e Paul Verhoeven]

CATEGORIE: Premi

Lascia un commento

jfb_p_buttontext