“The Tale of Tales”: Matteo Garrone e la grazia feroce del fantasy

Il regista romano sta terminando le riprese del suo nuovo film, un fantasy ispirato ad un testo del Seicento. Nel cast, Vincent Cassel, Salma Hayek e Alba Rohrwacher. In uscita a maggio 2015.

, di

LE PRIME IMMAGINI UFFICIALI DEL NUOVO FILM DI GARRONE

Durante le Giornate Professionali di Cinema di Sorrento (1-4 dicembre), la 01 Distribution ha presentato in anteprima alcune immagini del nuovo film di Matteo Garrone, THE TALE OF TALES.

“THE TALE OF TALES”: UN MONDO DI GRAZIA E FEROCIA

Stando alle cronache dei giornalisti che hanno assistito alla proiezione, le immagini esclusive di THE TALE OF TALES di Matteo Garrone illustrano un mondo arcaico, popolato da cavalieri e creature fantastiche, in un’alternanza di grazia e ferocia: accanto ad un uomo in armatura, gravemente ferito, pulsa il cuore di un drago di cui si intravede la carcassa; una donna, riccamente vestita, mangia avidamente carne cruda in un salone rivestito di marmi; una eterea ragazza dai capelli rossi fissa la telecamera.

GARRONE: “THE TALE OF TALES” PARTE DAL FANTASTICO PER ARRIVARE AL CONTEMPORANEO

La sinossi non è stata descritta nei dettagli, ma dovrebbe trattare tre storie parallele, ambientate in altrettanti regni, ciascuno con il proprio sovrano: “Questo film è ancora un’incognita. Neppure io sono in grado di dire veramente cosa sto facendo. Di sicuro è un tentativo di partire dal fantastico per arrivare al contemporaneo, a differenza degli altri, in cui partivo dal contemporaneo per arrivare al fantastico”, ha dichiarato qualche mese fa Matteo Garrone.

“LO CUNTO DE LI CUNTI” DI GIAMBATTISTA BASILE

THE TALE OF TALES, il prossimo lungometraggio del regista napoletano, si ispira all’opera di narrativa Lo cunto de li cunti ovvero lo trattenemiento de peccerille, una raccolta di fiabe scritta nella prima metà del XVII secolo da Giambattista Basile.
Nonostante il titolo, in realtà, non si tratta di un testo destinato ai ragazzi: sfruttando uno schema già noto grazie al Decamerone del Boccaccio, Lo cunto de li cunti, tradotto in italiano da Benedetto Croce, consta di cinquanta racconti, organizzati secondo una scansione ciclica, e tratta temi particolarmente articolati usando la forma metaforica.
Gli scritti di Basile “si prestano molto bene alla trasposizione cinematografica, in un film in cui gli aspetti visivi e pittorici saranno predominanti”, ha dichiarato Matteo Garrone.

UN CAST INTERNAZIONALE PER “THE TALE OF TALES”, IN USCITA A MAGGIO

Nel cast di THE TALE OF TALES, girato in lingua inglese, compaiono Vincent Cassel, Selma Hayek, John C. Reilly, Toby Jones, Alba Rohrwacher e Massimo Ceccherini.
Le riprese del film si stanno concludendo in questi giorni: tra le location scelte, Castel del Monte, Mottola, Gioia del Colle e Statte in Puglia, e poi Lazio e Toscana, luoghi con paesaggi misteriosi e luoghi segreti, castelli, ville e giardini ancora sconosciuti.
Dopo la felice collaborazione nata con REALITY (2012), le musiche di THE TALE OF TALES saranno affidate a Alexandre Desplat.
Il direttore della fotografia sarà Peter Suschitzky, già affermato professionista che ha lavorato anche con David Cronenberg, mentre le scenografie saranno curate da Dimitri Capuani, collaboratore di Dante Ferretti in GANGS OF NEW YORK (2002) e HUGO CABRET (2011).
L’uscita del film di Garrone, il cui titolo italiano dovrebbe essere IL RACCONTO DEI RACCONTI, è prevista per il 14 maggio 2015, con un probabile passaggio al Festival di Cannes.

[Nella foto: il regista Matteo Garrone a Castel Del Monte, uno dei set di THE TALE OF TALES]

Lascia un commento

jfb_p_buttontext