Sundance 2015: i film più interessanti

Il Sundance 2015, l'appuntamento per eccellenza del cinema indie internazionale patrocinato da Robert Redford, è nel pieno del suo svolgimento. Nientepopcorn.it vi segnala una manciata di film davvero interessanti.

, di

SUNDANCE ’15, IL REGNO DEL CINEMA INDIE

Qualche giorno fa, ha preso il via il Sundance Film Festival 2015 (22 gennaio – 1 febbraio), la manifestazione di cinema indipendente più famosa degli Stati Uniti.
L’evento si svolge nelle cittadine di Park City e Ogden, nello Stato dello Utah.
Diviso in diverse sezioni principali dedicate ai film in concorso, statunitensi ed internazionali, di genere documentario e di fiction, lungometraggi e corti, spesso il Sundance offre titoli particolarmente interessanti anche nelle categorie collaterali (Spotlight, Park City at Midnight, New Frontier, Sundance Kids, Premieres, Documentary Premieres) a cui, da quest’anno, ne è stata aggiunta una nuova, Special Events.

ROBERT REDFORD PATRON IN GARA

Dal 1981, il Sundance viene sostenuto dall’attore e regista Robert Redford che, in occasione di questa edizione, presenterà anche il suo nuovo film A WALK IN THE WOODS, ispirato al romanzo Una passeggiata tra i boschi di Bill Bryson, in cui è co-protagonista insieme a Nick Nolte, Emma Thompson e Mary Steenburgen.
Quest’anno, anche l’Italia sarà presente alla manifestazione con CHLORINE dell’esordiente Lamberto Sanfelice, in concorso nella sezione World Cinema Dramatic.
Potete trovare la lista completa dei film del Sundance 2015, qui.

SUNDANCE 2015: I FILM PIÙ INTERESSANTI

Spulciando in Rete, abbiamo trovato diverse liste di film presenti al Sundance 2015 da tenere sott’occhio. Alcuni di essi sono già stati proiettati nei giorni scorsi, perciò, dove possibile, vi segnaliamo i link alle recensioni pubblicate dalle redazioni di noti siti internazionali di cinema:

THE END OF THE TOUR di James Ponsoldt, con Jason Segel nei panni dello scrittore David Foster Wallace e Jesse Eisenberg in quelli di un giornalista che lo assilla per diversi giorni (la recensione di Collider.com).

I AM MICHAEL di Justin Kelly: dopo MILK (2008), James Franco è di nuovo un attivista gay. In conflitto con la propria omosessualità, si da alla vita religiosa, diventando pastore. Insieme a Franco, Zachary Quinto (la recensione di HollywoodReporter.com).

THE STANFORD PRISON EXPERIMENT di Kyle Patrick Alvarez, con Ezra Miller, ispirato ad un esperimento sociologico realmente messo in atto negli anni Settanta (la recensione di Mashable.com).

LAST DAYS IN THE DESERT di Rodrigo García, in cui Ewan McGregor interpreta il doppio ruolo di Gesù e di Satana (la recensione di Variety.com).

GOING CLEAR: SCIENTOLOGY AND THE PRISON OF BELIEF, atteso e chiacchierato documentario su Scientology.

Z FOR ZACHARIACH di Craig Zobel, con Margot Robbie, Chiwetel Ejiofor e Chris Pine (la recensione di TheGuardian.com).

MISTRESS AMERICA, nuovo lungometraggio del talentuoso Noah Baumbach, con Greta Gerwig matricola a New York (la recensione di Collider.com).

TRUE STORY, primo film del regista teatrale Rupert Goold, con James Franco, Jonah Hill e Felicity Jones in un’intricata storia di furto d’identità.

THE WITCH dell’esordiente Robert Eggers, horror ambientato nella regione dell’Ontario dei primi anni del XVII secolo (la recensione di HollywoodReporter.com).

THE D TRAIN diretto a quattro mani da Andrew Mogel e Jarrad Paul, con Jack Black e James Marsden ex-compagni di scuola che si ritrovano dopo vent’anni (la recensione di TheGuardian.com).

I SMILE BACK: diretto da Amy Koppleman, il film è l’adattamento di Letters Home, secondo romanzo di Sylvia Plath (la recensione di TheGuardian.com).

BROOKLYN: regia di John Crowley e sceneggiatura non originale di Nick Hornby tratta dall’omonimo romanzo dello scrittore irlandese Colm Tóibín. Protagonisti, Saoirse Ronan e Domhnall Gleeson.

CATEGORIE: Premi

Lascia un commento

jfb_p_buttontext