Autunno, è tempo di… Stephen King!

Il noto scrittore, conosciuto anche come il Re del Brivido, ha compiuto da poco 70 anni. I suoi lavori letterari continuano a essere adattati per arrivare sui nostri schermi. Scopriamo tutte le ultime novità in merito.

, di

2017: È L’ANNO DEL RE

Qualche giorno fa, il 21 settembre, Stephen King ha compiuto 70 anni. Perciò, non stona il fatto che l’autunno 2017 sia attraversato in lungo e in largo dal suo nome.
Il noto scrittore del Maine, considerato il Re del Brivido, maestro dell’horror letterario contemporaneo grazie a capisaldi del genere come Shining e Misery, continua a essere protagonista della scena internazionale non solo grazie ai suoi libri, ma anche ai continui adattementi delle sue opere e alle loro atmosfere, citate più o meno apertamente in numerosi film e serie tv.
Galleggiando, galleggiando, vediamo insieme le più recenti novità in arrivo sui nostri schermi dal mondo di Stephen King.

  • Il gioco di Gerald
    5.7/10 25 voti

    “IL GIOCO DI GERALD”

    Ieri (29 settembre), ha debuttato su Netflix il film IL GIOCO DI GERALD (Gerald’s Game, 2017) con Carla Gugino (SIN CITY, 2005) e Bruce Greenwood (KINGSMAN: IL CERCHIO D’ORO, 2017) diretti da di Mike Flanagan (OUIJA: L’ORIGINE DEL MALE, 2016).

    Il lungometraggio è tratto dall’omonimo romanzo di King pubblicato nel 1992. Non si tratta di uno dei suoi titoli più noti, ma, viste le sue caratteristiche, è fra i più originali della sua ampia produzione. Il racconto, infatti, si svolge perlopiù in una sola stanza e ruota intorno alle visioni di Jessie (la Gugino), una donna che, legata al letto per assecondare i desideri del marito, sprofonda in una dimensione in bilico fra il sogno, il ricordo e la realtà. Stando alle parole dello stesso King che, nei mesi scorsi, ha visto un assaggio del film, il lavoro di Flanagan è “spaventoso, ipnotico, terribile” e “non va visto da soli”.

  • It
    It
    2017
    7.1/10 44 voti

    “IT”

    King ha speso buone parole anche sull’adattamento cinematografico del romanzo IT, edito nel 1986 e diventato presto un terrificante cult.
    Il romanzo di King è stato oggetto di una trasposizione televisiva nel 1990, quando a vestire i panni del Male incarnato a zonzo per le strade di Derry venne chiamato il trasformista Tim Curry (THE ROCKY HORROR PICTURE SHOW, 1975; LEGEND, 1985).
    In questa nuova versione della storia, alcuni ragazzini conosciuti come The Losers, “i Perdenti”, devono affrontare le loro paure più grandi quando decidono di scoprire la sorte di alcuni bambini scomparsi dalle strade della loro città. I ragazzi si imbattono in Pennywise, un malefico clown che ha attraversato i secoli lasciando dietro di sè una scia di violenza e morte.

    Uscito negli U.S.A. ai primi di settembre e in arrivo nelle sale italiane il 19 ottobre, il nuovo IT è firmato da Cary Fukunaga (il regista di TRUE DETECTIVE), Gary Dauberman (ANNABELLE, 2014) e dall’esordiente Chase Palmer. La regia è stata affidata al regista argentino Andy Muschietti (LA MADRE, 2013), mentre, dietro i palloncini e la biacca dell’iconico e terrificante clown Pennywise, si cela l’attore Bill Skarsgård (ATOMICA BIONDA, 2017).
    “Avevo delle buone aspettative, ma non così alte”, ha dichiarato King in un’intervista. “[Rispetto al romanzo, il film] È diverso, però, il pubblico può relazionarsi a esso. Amerà i personaggi. Per me, i personaggi sono tutto. Se ti piacciono i personaggi… Se è un elemento a cui presti attenzione… L’elemento horror funziona bene. Sono certo che i fan ameranno questo film. Lo ameranno davvero molto”.

  • Stranger Things
    8.2/10 305 voti

    LA SECONDA STAGIONE DI “STRANGER THINGS”

    Nel cast di giovani attori di IT, c’è anche Finn Wolhard, conosciuto per il ruolo di Mike nella serie tv STRANGER THINGS.
    Come è ormai noto anche ai demogorgoni, questa produzione originale Netflix si ispira palesemente al mondo di Stephen King e attinge a piene mani dall’immaginario mediatico e iconografico degli anni Ottanta. Il racconto Il corpo, contenuto nella raccolta king-iana Stagioni diverse (1982) e diventato un film diretto da Rob Reiner nel 1986, è uno dei principali riferimenti della serie creata e diretta dai Duffer Brothers, indiscussa rivelazione televisiva dell’estate 2016.
    I 9 episodi dell’attesissima seconda stagione del telefilm saranno disponibili sulla piattaforma dal 27 ottobre, proprio a ridosso di Halloween, ma, da mesi, Netflix si sta divertendo a incuriosire il pubblico pubblicando evocative locandine a ripetizione.

  • 1922
    1922
    2017
    6.5/10 4 voti

    “1922”

    Sempre su Netflix, sta per arrivare un altro prodotto made in King. Si tratta di 1922, adattamento di uno dei 4 racconti contenuti nell’antologia Notte buia, niente stelle pubblicata nel 2010.
    La storia, arcaica, oscura e spaventosa, ambientata nell’America rurale degli anni immediatamente precedenti alla Grande Depressione, è fortemente debitrice delle atmosfere tipiche delle novelle di Edgar Allan Poe e di H.P. Lovecraft (succiacapre compresi). L’attore Thomas Jane, ormai avvezzo alle trasposizioni dei lavori di King (THE MIST, 2007; L’ACCHIAPPASOGNI, 2003), interpreta Wilfred, un contadino che progetta l’assassinio della moglie Arlette (Molly Parker, DEADWOOD) avvalendosi della complicità del figlio Henry (Dylan Schmid, C’ERA UNA VOLTA).
    1922 è diretto da Zak Hilditch (THESE FINAL HOURS, 2014) e sarà disponibile dal 20 ottobre.

“MR. MERCEDES”

Intanto, sulla rete via cavo statunitense Audience, dal 9 agosto sta andando in onda la serie tv MR. MERCEDES, ispirata all’omonimo romanzo di King del 2014. Dopo IT, ecco un altro clown assassino, soprannominato Mr. Mercedes perché ha ucciso alcune persone guidando un’automobile Mercedes rubata.
La serie è stata creata e scritta da David E. Kelley, già firma di BIG LITTLE LIES, uno dei maggiori successi della scorsa stagione televisiva.
Brendan Gleeson (CALVARIO, 2014) è il l’ex-detective Bill Hodges, l’agente che, per diversi anni, tenta di acciuffare il misterioso assassino. Nel cast, anche Harry Treadaway (PENNY DREADFUL), Robert Stanton (JASON BOURNE, 2016) e Mary-Louise Parker (POMODORI VERDI FRITTI…, 1991).

Stephen King nella serie tv “Mr. Mercedes”

Oltre a co-sceneggiare e a co-produrre la serie tv, Stephen King  ha partecipato alla produzione anche come attore: il suo cameo è presente nel sesto episodio, dove interpreta il proprietario di un diner che, ahinoi, finisce infilzato dai suoi attrezzi del mestiere.
La critica e il pubblico stanno apprezzando decisamente questo adattamento seriale: l’ultimo episodio andrà in onda l’11 ottobre, ma, poiché Hodges è il protagonista di una trilogia letteraria (composta anche da Chi perde paga, 2015, e Fine turno, 2016) si paventa la possibilità di rivederlo ancora sul piccolo schermo.
Ancora sconosciuta una eventuale release italiana.

DUE BATTUTE D’ARRESTO: “LA TORRE NERA” E “THE MIST”

E, dopo un nuovo successo in tv, c’è anche un tonfo (anzi, due: pensiamo all’infelice adattamento cinematografico de LA TORRE NERA, uscito nelle sale questa estate).
La serie tv LA NEBBIA, tratta da un racconto contenuto nella raccolta Scheletri (1985), è stata cancellata dal palinsesto del canale televisivo statunitense Spike dopo la messa in onda della prima stagione, programmata fra giugno e agosto e attualmente disponibile anche in Italia, su Netflix.
Fra le cause della sua cancellazione, potrebbe esserci il rimescolamento interno a Spike che, in queste settimane, sta per diventare una particella della Viacom con il nome di Paramount Network.

PROSSIMAMENTE: “CASTLE ROCK”

Infine, si attende il debutto dei primi 10 episodi della serie tv CASTLE ROCK, un progetto ambizioso che riunirà i personaggi di alcuni fra i più noti lavori di Stephen King.
I fan dello scrittore conoscono bene Castle Rock, la località fittizia in cui sono ambientate storie come La zona morta (1979) e Revival (2014).
Prodotta dalla Bad Robot di J.J.Abrams (che, nel 2016, ha già portato in tv la miniserie 22.11.63 tratta dall’omonimo romanzo di King), la serie tv CASTLE ROCK è in lavorazione da luglio, andrà in onda nel corso del 2018 sulla piattaforma Hulu e sarà caratterizzata da un andamento antologico. Infatti, ciascuna stagione seguirà un gruppo di personaggi e una storia diversa, intrecciandosi di volta in volta con quelle che l’hanno preceduta. Il teaser trailer distribuito qualche mese fa anticipa la presenza di elementi desunti da numerosi romanzi e racconti, fra cui Quattro dopo mezzanotte, Shining, Il miglio verde e Cuori in Atlantide.

E IN LIBRERIA?


Sul fronte letterario, però, Stephen King non è affatto rimasto inattivo e, il 26 settembre scorso, ha dato alle stampe il suo nuovo romanzo, Sleeping Beauties, scritto a quattro mani con il figlio quarantenne Owen.
Il libro sarà disponibile in Italia dal 21 novembre e racconta di Clint e Lila Norcross, rispettivamente psichiatra e sceriffo di una piccola città della Virginia che, improvvisamente, viene colpita da una sorta di epidemia che getta le donne della comunità in sonno molto profondo. Lo strano fenomeno causa anche la formazione di un bozzolo intorno al loro corpo: l’apertura dell’involucro e il risveglio delle donne hanno esiti impensabili.
Stando ad alcuni rumours dei mesi scorsi, anche questo romanzo diventerà una serie tv! Anonymous Content, infatti, ha acquistato i diritti del libro dei King ancora prima che venisse pubblicato.

[Nella foto principale: un’immagine tratta da IT]

Lascia un commento

jfb_p_buttontext