Settembre 2015 al cinema: 5 film consigliati da Nientepopcorn.it!

Nientepopcorn.it vi suggerisce i film più interessanti tra quelli in uscita in sala a settembre 2015: la stagione cinematografica ricomincia ufficialmente. Guardate i trailer!

, di

Settembre: ricomincia la scuola, le vacanze sono un lontano ricordo o sono ormai agli sgoccioli, le giornate si accorciano, nei campi si odono le voci dei vignaioli… Ok, stop: l’estasi bucolica ci stava prendendo la mano. Settembre: si torna (seriamente) al cinema! Le prossime settimane in sala saranno caratterizzate da una cospicua infornata di film decisamente interessanti: fare una scelta tra i tanti titoli in uscita è stato complicato, eppure ce l’abbiamo fatta.
A giudizio insindacabile (ma discutibile) della redazione di Nientepopcorn.it, abbiamo selezionato per voi i 5 film più interessanti in programmazione a settembre 2015 nei cinema italiani.

OPERAZIONE U.N.C.L.E.

Guy Ritchie is back in action! Adattando per il cinema una serie tv particolarmente nota tra gli anni Sessanta e Settanta (in Italia, venne distribuita con il titolo di Organizzazione U.N.C.L.E.) prodotta dalla storica MGM, a quattro anni dal suo ultimo film, Ritchie (subentrato nel progetto a Steven Soderbergh) si dedica (dirigendo il film e curando anche la sceneggiatura) all’action tout court e per di più “in costume”, dato che la vicenda di OPERAZIONE U.N.C.L.E. (The Man from U.N.C.L.E., 2015) si svolge nei favolosi 60’s. Tra le location, emerge più patinata che mai anche l’Italia, grazie ai set allestiti a Roma e a Napoli.
Protagonisti di questa adrenalinica e, pare, particolarmente elegante storia di spionaggio l’ultimo SUPERMAN, Henry Cavill (sarà l’agente segreto Napoleon Solo), e THE LONE RANGER cinematografico, Armie Hammer (nei panni di Illya Kuryakin). Le due super-spie, l’una della CIA e l’altra del KGB, dovranno superare attriti personali e di politica nazionale per collaborare insieme, al fine di sgominare una banda di misteriosi criminali impegnata nello sviluppo di un arsenale nucleare.
Nel cast, Alicia Vikander (EX_MACHINA, 2015), Hugh Grant (QUATTRO MATRIMONI E UN FUNERALE, 1994) e Jared Harris (SHERLOCK HOLMES: GIOCO DI OMBRE, 2011).
Dopo qualche anteprima estiva e la release internazionale di agosto, OPERAZIONE U.N.C.L.E. arriverà nei cinema italiani il 2 settembre.

SANGUE DEL MIO SANGUE

A 50 anni da I PUGNI IN TASCA (1965), Marco Bellocchio ha girato, come allora, un film nell’amata Bobbio, sfruttando i segni del passato del suo borgo natio per imbastire una vicenda i cui echi raggiungono il presente. SANGUE DEL MIO SANGUE (2015), in concorso alla 72ma Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, si muove tra due epoche: nel XVII secolo, Benedetta è una giovane e bella monaca che, colpevole di aver tentato di sedurre un prete ed il fratello di questi, viene murata viva all’interno del convento di Santa Chiara di Bobbio per oltre venticinque anni. La storia della giovane si riflette in una vicenda ambientata ai giorni nostri che coinvolge un ispettore ministeriale. Nel cast del film, che segna il ritorno di Bellocchio in sala dopo BELLA ADDORMENTATA (2012), Filippo Timi, Alba Rohrwacher e Roberto Herlitzka.
SANGUE DEL MIO SANGUE, al cinema dal 9 settembre.

INSIDE OUT

Dopo aver esaltato la Croisette di Cannes 2015, dove è stato presentato fuori concorso, INSIDE OUT (2015) della Disney-Pixar ha emozionato la platea del festival al punto da essere definito tra i migliori e più emozionanti lungometraggi prodotti dagli studi diretti da John Lasseter, al pari di TOY STORY. E la cosa non sembra affatto casuale, concedetecelo, dato che l’argomento del lungometraggio animato in CG è proprio quello delle emozioni: il film ci conduce nella mente di Riley, una ragazzina scombussolata dal trasferimento in una nuova città. Dentro di lei, nel cosiddetto Quartier Generale, risiedono Gioia, Tristezza, Rabbia, Paura e Disgusto, piccole creature che reagiscono in misura diversa agli stimoli esterni che agiscono sulla bambina.
Il film nasce da un’idea di Pete Docter, Oscar 2010 per UP e già alla guida di MONSTERS & CO. (2001): Docter, che ha diretto la pellicola insieme all’art director Ronnie Del Carmen (RATATOUILLE, 2007), ha dichiarato di essersi ispirato ad alcuni episodi della sua vita, ricordando il passaggio dall’infanzia all’adolescenza della figlia Ellie. “Ho pensato che stavo facendo un film su mia figlia, ma la verità è che stavo per fare un film su di me in relazione a mia figlia. Il film è raccontato dal punto di vista di un genitore (…). Sicuramente, mi ha fatto riflettere sul modo in cui sono cresciuto, sulla mia adolescenza, e anche, giorno per giorno, su quello che sto facendo e perché”.
Dopo essere stato distribuito nei cinema internazionali a partire da giugno, INSIDE OUT arriverà nelle sale italiane il 16 settembre.

UN DISASTRO DI RAGAZZA

Amy Schumer, classe 1981, è una giovane attrice comica newyorkese particolarmente abile in quella pratica teatrale nota come stand-up comedy, specialità tipica di artisti come Woody Allen, Robin Williams e Louis CK: l’ironia della Schumer, balzata all’attenzione del pubblico nel 2004 con il personaggio di una donna malata di tumore al seno interpretata nella commedia nera Keeping Abreast messa in scena a Broadway, è come si suol dire al vetriolo e politicamente scorretta. Forte di una grande autoironia e affatto timorosa di un possibile e anzi necessario confronto con i colleghi maschili, in INSIDE AMY SCHUMER, la serie tv a sketch da lei creata, interpretata e prodotta a partire dal 2013, l’attrice parla a ruota libera e nelle maniere più imprevedibili di sesso, droga e convenzioni sociali.
UN DISASTRO DI RAGAZZA (Trainwreck, 2015), intepretato e sceneggiato dalla Schumer, è stato presentato fuori concorso al recente Festival di Locarno, suscitando buone reazioni nella platea: diretto da Judd Apatow, regista specializzato in commedie scorrette come 40 ANNI VERGINE (2005) e MOLTO INCINTA (2007), il film si concentra su un personaggio femminile ben lontano dai cliché delle commedie romantiche di taglio classico. Ribaltando i ruoli tipici delle sex comedy con protagonisti maschili, Amy Schumer interpreta l’omonima Amy, una donna in carriera convinta che la monogamia non sia realistica, come le ha insegnato suo padre, e che, perciò, pratica il sesso evitando i legami sentimentali. Ogni sua certezza, però, sembra vacillare dopo l’incontro con il chirurgo Aron (Bill Hader, THE SKELETON TWINS, 2014). Nel cast, anche una Tilda Swinton esteticamente molto particolare ed il wrestler John Cena.
UN DISASTRO DI RAGAZZA: dal 17 settembre al cinema.

RITORNO ALLA VITA

Dopo i successi internazionali de IL SALE DELLA TERRA (2014), l’Orso d’Oro alla Carriera ricevuto a Berlino 2015 e il traguardo dei 70 anni appena festeggiato, Wim Wenders ricompare nei cinema italiani con RITORNO ALLA VITA (Every Thing Will Be Fine, 2015): il film racconta dodici anni della vita di Tomas (James Franco), uno scrittore in crisi creativa. Intorno a lui, gravitano alcune figure femminili: la dolce Sara (Rachel McAdams), forse incapace di comprendere la complessità interiore di Tomas; sua figlia Mina (Julia Sarah Stone), Ann (Marie-Josée Croze), la sua editrice; Kate (Charlotte Gainsbourg) una giovane madre che vive sulle rive del lago Ontario.
Dopo aver sperimentato l’uso del 3D nel documentario PINA (2011), Wenders ha deciso di adottare nuovamente questa tecnica, ottenendo, pare, risultati notevoli, decisamente diversi da quelli a cui l’industria cinematografica ci ha finora abitutati: il 3D è di un nuovo linguaggio che deve essere ancora studiato ed approfondito. Wenders ha dichiarato: “Spetta agli autori, ai giovani registi mostrare al pubblico cosa si può fare con esso”. Ed il cineasta tedesco sembra volergli mostrare la strada da percorrere.
RITORNO ALLA VITA arriverà nelle sale italiane il 24 settembre.

[Nella foto: un’immagine promozionale di INSIDE OUT]

Lascia un commento

jfb_p_buttontext