La fine de “Il Trono di Spade” è solo l’inizio. Parola di George R. R. Martin

La fine di 'Game of Thrones' è l'inizio di un nuovo ciclo prodotto da HBO e scritto con George R. R. Martin, l'autore dei romanzi fantasy da cui è tratta la serie tv. Ma quando usciranno gli ultimi due libri?

serie tv , di
La fine de “Il Trono di Spade” è solo l’inizio. Parola di George R. R. Martin

“Il Trono di Spade”: il finale di stagione contestato

Il finale de IL TRONO DI SPADE (2011-2019) è andato in onda pochi giorni fa e, come ci si aspettava, ha scatenato accesi dibattiti nel fandom.
C’è chi si è dichiarato così insoddisfatto dello sviluppo dell’ultima stagione di GAME OF THRONES da lanciare una petizione online diretta alla HBO, affinché provveda a farla scrivere e girare da capo.

  • Il Trono di Spade
    8.6/10 841 voti
    Leggi la scheda

    La fine è solo l’inizio, parola di George RR Martin

    Invece, George R. R. Martin, l’autore dei romanzi del ciclo Cronache del ghiaccio e del fuoco che, a partire dal 1996, hanno dato forma al mondo de IL TRONO DI SPADE, non è tra i detrattori di GAME OF THRONES 8.
    In un post pubblicato sul suo blog ufficiale poche ore dopo la messa in onda di The Iron Throne (Il Trono di Ferro), l’ultimo episodio della pluripremiata serie tv, Martin ha ringraziato sentitamente tutta la crew de IL TRONO DI SPADE, sceneggiatori compresi. “Hanno avuto a disposizione 6 ore per questa stagione finale. Io potrei scrivere almeno 3000 pagine, per concludere i miei ultimi due libri [delle Cronache]”. E ha aggiunto: “La scorsa notte è stata una fine, ma anche un inizio”.
    Perché, in realtà, le vicende di Westeros non si sono concluse davvero.

Niente sequel, per “Game of Thrones”

Prima di dare adito a qualche fraintendimento, chiariamo subito che non ci sarà nessun sequel della serie tv IL TRONO DI SPADE.
Nonostante il finale di GAME OF THRONES suggerisca possibili sviluppi, Casey Bloys, capo della programmazione della HBO, che ha prodotto e messo in onda tutti i 73 episodi della famosa serie tv, esclude la produzione di sequel che proseguano la storyline di alcuni dei personaggi de IL TRONO DI SPADE sopravvissuti al finale della storia. In breve, Bloys afferma che il mondo creato da Martin è così ampio che non merita di essere recluso in quell’arco narrativo.

Tutto quello che sappiamo finora dei prequel de “Il Trono di Spade”

Però, circa un anno fa, la HBO ha annunciato di aver avviato la produzione di una serie di prequel de IL TRONO DI SPADE.
Martin, che è stato coinvolto in questa produzione come co-sceneggiatore, ha dichiarato che, con la HBO, sta lavorando a: “diversi show” di cui è produttore, che lui non ama chiamarli spin-off e che: “stanno procedendo bene”, ma non si è sbilanciato sui loro contenuti.
Per quanto riguarda i prequel di GAME OF THRONES, è stata terminata una sceneggiatura e due sono in lavorazione, ma nessuna di esse porta la firma di David Benioff e D.B.Weiss, gli autori della serie regolare, già al lavoro su un nuovo capitolo della saga di Star Wars.
Nel 2018, attraverso il suo blog, Martin ha chiarito un concetto preciso. Nessuno dei personaggi de IL TRONO DI SPADE sarà presente in uno dei prequel, perché la storia non si svolge a ritroso di 90 anni, come nel romanzo di Martin Il cavaliere dei Sette Regni (2014), ambientato nello stesso contesto, né qualche centinaio di anni addietro, ma almeno diecimila anni prima.
Per ribadire il distacco tra la serie regolare e i suoi prequel, in una recente intervista a The Hollywood Reporter, Martin ha confermato che: “non ci saranno draghi, troni di ferro, Approdi del Re”.

[amazon_link asins=’B079B8X7XK,8804688424,B07DFGC7FR’ template=’ProductCarousel’ store=’questaseranie-21′ marketplace=’IT’ link_id=’ f8732cd5-a4c3-49ae-9e80-5fa2b8d2b82c’]

Inizio delle riprese, titolo, cast e data di uscita del primo prequel de “Il Trono di Spade”

Su questa nuova produzione seriale, vige ancora uno stretto riserbo, tanto che circolano molte voci contrastanti perfino sull’inizio delle riprese del primo prequel de IL TRONO DI SPADE.
Variety riporta che il primo ciak sarà dato in estate, supportando quanto affermato da Bloys, che nell’intervista già citata parla di un inizio dei lavori a giugno. Il Belfast Telegraph afferma che le riprese dovrebbero iniziare in primavera alle Canarie, per proseguire in Irlanda in autunno. Martin alimenta il clima di incertezza, scrivendo sul suo blog che il primo set sarà allestito alla fine del 2019. Inizialmente, Martin avrebbe voluto intitolare questo primo prequel The Long Night (La lunga notte), ma il titolo (provvisorio?) scelto per è Bloodmoon (Luna di sangue).
In mezzo a tutte queste incertezze, però, del primo prequel de IL TRONO DI SPADE sappiamo alcune cose fondamentali, come il fatto che l’attrice Naomi Watts farà parte del cast e che la HBO ne ha confermato la messa in onda nel 2020.

I progetti di George RR Martin: gli ultimi due libri delle “Cronache del ghiaccio e del fuoco”

"Il Trono di Spade": il prequel. Anticipazioni, news e curiosità

Martin alla prémiere del film ‘Tolkien’ (maggio 2019)

In parallelo, Martin intende concludere il ciclo di romanzi da cui è stato tratto IL TRONO DI SPADE.
Le prime cinque stagioni della serie tv si sono appoggiate ai libri delle Cronache del ghiaccio e del fuoco pubblicate fino al 2011.
Così, a partire da GAME OF THRONES 6 (2016) gli sceneggiatori hanno dovuto proseguire la storia senza il supporto dei libri di Martin. Gli ultimi due romanzi si intitoleranno The Winds of Winter e A Dream of Spring. Le loro date di uscita non sono state ancora rese note.

Come sarà il finale di “GOT” firmato da Martin?

Dopo la fine de IL TRONO DI SPADE, lo scrittore americano ha dichiarato di essere impegnato su molti fronti. Oltre a 5 show con la HBO, sta lavorando a due progetti con Hulu e a uno con History Channel. Vorrebbe sviluppare dei cortometraggi tratti dai lavori di alcuni brillanti scrittori ed è consulente per un videogame prodotto da una casa di produzione giapponese. Ma vuole scrivere il suo finale di GAME OF THRONES. “Come sarà? Uguale a quello della serie tv? Diverso? Beh… Sì e no. (…) Ci sono molti personaggi che non sono mai comparsi sullo schermo e altri che sono morti nel corso dello show, ma che sono ancora vivi nei libri. (…) E, sì, ci saranno gli unicorni… Una specie…”

[Nella foto principale: parte del cast de IL TRONO DI SPADE in una foto promozionale di una vecchia stagione della serie tv]

Lascia un commento

jfb_p_buttontext