Il prequel de “Il Trono di Spade”: 5 cose da sapere

La HBO ha annunciato di aver dato via alla produzione del primo prequel della serie tv "Il Trono di Spade". È iniziata la corsa alle ipotesi, ma ci sono almeno 5 elementi certi.

, di
Il prequel de “Il Trono di Spade”: 5 cose da sapere

1. LA TRACCIA UFFICIALE

Nei giorni scorsi, la HBO ha annunciato ufficialmente la produzione dell’episodio pilota del primo prequel della serie tv IL TRONO DI SPADE.
Il nuovo progetto seriale, ancora senza titolo, sarà ambientato migliaia di anni prima dei fatti raccontati nella serie regolare. La sinossi ufficiale recita: “Racconta della discesa del mondo dall’Età degli Eroi alla sua ora più oscura. C’è una sola certezza: dai terribili segreti della storia di Westeros, fino ad arrivare alle vere origini degli Estranei, dai misteri del Continente Orientale (Essos), fino ai leggendari Stark… Non si tratta della storia che crediamo di conoscere.

2. LA DATA DI USCITA

La HBO sta pianificando il debutto del prequel nel 2020, ben distante dal termine dell’ottava e ultima stagione de IL TRONO DI SPADE, che andrà in onda nel corso del 2019.
Qualche mese fa, Casey Bloys, responsabile della programmazione della rete, aveva spiegato che era sua intenzione che il finale della serie regolare andasse in onda ben prima dell’inizio della nuova serie. Voglio che il finale de IL TRONO DI SPADE sia il finale de IL TRONO DI SPADE. Non voglio usarlo per introdurre qualcos’altro, voglio che sia il finale della più grande serie tv di tutti i tempi. Voglio fare in modo che niente rovini questo proposito”.

3. GLI SCENEGGIATORI

Il pilot del prequel è stato creato dalla sceneggiatrice britannica Jane Goldman e da George R.R. Martin, lo scrittore che, con le Cronache del ghiaccio e del fuoco pubblicate a partire dal 1996, ha dato forma all’universo de IL TRONO DI SPADE, partecipando al progetto televisivo anche nelle vesti di co-produttore esecutivo.
La Goldman ha scritto la sceneggiatura del pilot, basandosi su un soggetto elaborato da lei e Martin.
La HBO prevede altre serie parallele, forse 5 in totale, ambientate sempre prima degli eventi raccontati ne IL TRONO DI SPADE.
Ciascuno di questi prequel sarà sceneggiato da persone diverse che affiancheranno Martin nella stesura dei soggetti. Oltre alla Goldman, sono stati reclutati Max Borenstein, Brian Helgeland, Carly Wray e Bryan Cogman.
Gli storici sceneggiatori de IL TRONO DI SPADE, David Benioff e D.B.Weiss, non saranno coinvolti in alcuna maniera nel nuovo progetto televisivo.

  • Il Trono di Spade
    8.7/10 710 voti

    4. DI COSA PARLERÀ (PIÙ O MENO)?

    Benché decisamente scarna, la traccia fornita apre ampi scenari narrativi (occhio agli spoiler!).
    Una cosa è certa. Poiché i fatti raccontati nei prequel si svolgeranno ben prima di quanto è accaduto finora ne IL TRONO DI SPADE, la nuova serie sarà priva dei personaggi ormai noti ai milioni di fan della produzione HBO.
    Nel complesso, la nuova serie dovrebbe essere incentrata su due elementi fondamentali dell’immaginario di Westeros: la Lunga Notte e la Battaglia dell’Alba. L’arco temporale preso in considerazione è descritto come un periodo terribile, pieno di oscurità e di gelo. è il momento in cui gli Estranei iniziano una guerra contro gli esseri umani e i Figli della Foresta.
    IL TRONO DI SPADE ha già aperto uno spiraglio su questo periodo storico della saga. Nel quinto episodio della sesta stagione, Il tempo è giunto (The Door), Bran Stark apprende dal Corvo a tre occhi, l’ultimo Figlio rimasto in vita, che gli Estranei sono stati creati migliaia di anni prima dai Figli della Foresta per proteggersi dagli umani. Il primo Estraneo, conosciuto come Re della Notte, era nientemeno che un uomo trasformato così dai Figli attraverso un rito particolare. è probabile che la serie curata dalla coppia Goldman-Martin sveli proprio l’origine del Re. La teoria del fandom che possa trattarsi di un antenato degli Stark è rafforzata dalla traccia del prequel che parla di “leggendari Stark”.

5. SE VOLETE SPECULARE SUL PREQUEL DE “IL TRONO DI SPADE” IN MANIERA FILOLOGICAMENTE CORRETTA…


Probabilmente, nella nuova serie verranno mostrati anche la nascita di Grande Inverno e della Barriera, l’origine della casata dei Lannister e gli antefatti che hanno preceduto la fondazione di Valyria, la sede storica dei Targaryen.
Se non volete arrivare impreparati all’appuntamento e volete essere sicuri di formulare delle ipotesi filologicamente corrette sugli elementi che potrebbero essere contenuti nel prequel HBO, potete ricorrere al libro Il mondo del ghiaccio e del fuoco (in ristampa con Mondadori, dal 26 giugno 2018), l’enciclopedia definitiva sul mondo di George R. R. Martin, scritta dall’autore insieme a Elio M. García Jr. e Linda Antonsson, fondatori del sito Westeros.org, il fansite più importante dedicato alle Cronache e a IL TRONO DI SPADE.

[Fonti: Deadline; The Hollywood Reporter; Indiewire]

GEORGE R.R. MARTIN TIENE A PRECISARE CHE…

[Aggiornamento del 13 giugno 2018]
Nelle scorse ore, Martin ha pubblicato una nota sul suo blog ufficiale che chiarisce i futuri progetti della HBO per quanto riguarda il franchise de IL TRONO DI SPADE.
Nel post, lo scrittore specifica che, finora, la HBO ha messo in cantiere solo il pilot di uno dei prequel (ancora senza titolo) de IL TRONO DI SPADE, non un’intera serie.  L’episodio in questione è quello creato dallo stesso Martin con la Goldman.
Inoltre, ha rivelato che uno dei cinque prequel previsti è stato cancellato, mentre gli episodi pilota dei restanti quattro restano confermati. Essi saranno ambientati in periodi diversi, con personaggi e sviluppi narrativi differenti da uno all’altro. “Abbiamo un intero mondo e decine di migliaia di anni di storia da mettere in scena. Ma questa è la televisione, dove niente è certo. (…) Incrociate le dita e anche le unghie, amanti del fantasy. Qualcosa di bello sta arrivando, ha concluso.
[Fine aggiornamento]

CATEGORIE: serie tv

Lascia un commento

jfb_p_buttontext