Marco Bellocchio annuncia “Esterno, notte”, la sua prima serie tv

A 80 anni appena compiuti, Marco Bellocchio annuncia la sua prima serie tv: con 'Esterno, notte', il regista affronterà di nuovo il rapimento di Aldo Moro.

serie tv , di
Marco Bellocchio annuncia “Esterno, notte”, la sua prima serie tv

“Esterno, notte”: la prima serie tv di Marco Bellocchio

Nel corso di un evento speciale organizzato dall’Università Vanvitelli e Cineventi in collaborazione con il magazine digitale Hot Corn, il regista e sceneggiatore Marco Bellocchio ha annunciato che dirigerà la sua prima serie tv.
Si intitolerà ESTERNO, NOTTE e, come uno dei film più famosi di Bellocchio, BUONGIORNO, NOTTE (2003), affronterà il rapimento di Aldo Moro, il Presidente della DC sequestrato e ucciso a Roma dalle Brigate Rosse nel 1978.

Bellocchio e il caso Moro

“Sarà la mia prima serie”, ha dichiarato Bellocchio. “A dimostrazione che, anche a ottant’anni compiuti, c’è ancora il tempo per una prima volta. Bellocchio, infatti, ha compiuto 80 anni proprio poche settimane fa. “L’idea? Mi è venuta guardando una vecchia fotografia di Aldo Moro in spiaggia, a Maccarese, in una colonia assieme a decine di bambini”, ha continuato il regista. “ESTERNO, NOTTE sarà composta da sei puntate in cui cercherò di raccontare il caso Moro dal punto di vista di alcuni osservatori speciali, che per certi versi rimasero al margine del dramma: da Papa Paolo VI, che si impegnò in prima persona per liberarlo, fino ai suoi famigliari”.
Le riprese del primo telefilm di Bellocchio inizieranno nel 2020. Ancora non si conoscono dettagli sul cast e sulla messa in onda della serie tv.

  • Il traditore
    7.7/10 108 voti
    Leggi la scheda

    La corsa de “Il traditore” agli Oscar 2020

    In questi giorni, insieme all’attore Pierfrancesco Favino, Bellocchio è stato impegnato con il lancio negli Stati Uniti del suo ultimo film, IL TRADITORE, scelto dall’Italia per correre agli Oscar 2020 e ai Golden Globe 2020.
    Il 21 novembre, a New York, il regista ha ricevuto dalle mani del collega James Ivory il premio Italy on Screen Today dedicato al miglior cinema italiano contemporaneo.
    A proposito della possibile nomination agli Oscar del suo film, Bellocchio ha dichiarato: “Non voglio dire molto per scaramanzia, ma sono contento di aver fatto tutto il possibile. Siamo stati a Toronto, a New York, a San Francisco, a Los Angeles, abbiamo presentato e spiegato il film con Pierfrancesco, lo abbiamo accompagnato davvero ovunque. Adesso, posso dire di non avere rimpianti. Accada quel che accada, è il momento di pensare ai prossimi progetti.

[Nella foto principale: Marco Bellocchio sul set de IL TRADITORE. Photo Credit: Fabio Lovino]

Lascia un commento

jfb_p_buttontext