La Johansson eroina di “Ghost in the Shell”

La Dreamworks di Spielberg realizzerà un adattamento in real action del celebre manga sci-fi di Shirow Masamune pubblicato per la prima volta alla fine degli anni Ottanta. Il film uscirà nelle sale USA nel 2017.

, di

LA JOHANSSON NEL REAL ACTION DI “GHOST IN THE SHELL” DELLA DREAMWORKS

La Dreamworks ha acquisito i diritti per trasporre in real action GHOST IN THE SHELL, il manga sci-fi di planetario successo pubblicato da Shirow Masamune nel 1989.
La protagonista del lungometraggio sarà Scarlett Johansson: l’attrice, vista recentemente in LUCY (2014) di Luc Besson, è diventata madre per la prima volta a settembre e si prepara a vestire di nuovo i panni della Vedova Nera in un lungometraggio interamente dedicato al personaggio Marvel visto in THE AVENGERS (2012) e CAPTAIN AMERICA: THE WINTER SOLDIER (2014).
La sceneggiatura di questo nuovo adattamento di GHOST IN THE SHELL sarà curata da Bill Wheeler (IL FONDAMENTALISTA RILUTTANTE, 2012), mentre la regia sarà affidata a Rupert Sanders (BIANCANEVE E IL CACCIATORE, 2012).
La Paramount Pictures si affiancherà alla Dreamworks di Steven Spielberg in qualità di partner finanziario e di co-produttore esecutivo.
La data di uscita nelle sale statunitensi di GHOST IN THE SHELL è prevista per il 14 aprile 2017.
[Fonte: SCREENRANT.com]

“GHOST IN THE SHELL”: UN MULTIMEDIA FRANCHISE COLLAUDATO

Il manga GHOST IN THE SHELL è già stato adattato per il cinema in due occasioni: nel 1995, ad opera dello Studio Shochiku, con il titolo GHOST IN THE SHELL, e nel 2004, GHOST IN THE SHELL – L’ATTACCO DEI CYBORG, co-prodotto dallo Studio Ghibli. Entrambi i film sono stati diretti da Oshii Mamoru.
Negli anni, il progetto di Masamune è diventato un multimedia franchise composto, oltre che dai lungometraggi animati e dal manga originario, anche da due serie tv, da svariati videogame e da varie novelization.
La produzione della Dreamworks sarà la prima ad essere realizzata fuori dai confini giapponesi.

CYBORG, ROBOT, GHOST

GHOST IN THE SHELL è ambientato in un Giappone futuristico dove opera un’unità antiterroristica, la Sezione 9, che si occupa di crimini tecnologici ed informatici. A capo dell’organizzazione c’è una donna, Kusanagi Motoko: il suo corpo è stato quasi interamente sostituito con protesi cibernetiche.
In questo futuro distopico, la vita degli uomini è strettamente inerconnessa con le macchine, grazie alla presenza di microchip impiantati nel loro sistema nervoso. I cosiddetti cyber-cervelli consentono agli esseri umani di connettersi istantaneamente alla rete web. Grazie a questi impianti, inoltre, la memoria umana è diventata flessibile ed implementabile come la RAM di un computer. In molti casi, la componente cibernetica ha inglobato quella umana, trasformando alcuni individui in cyborg, metà uomini, metà robot.
La differenza sostanziale tra un cyborg ed un robot consiste nel fatto che il primo è dotato di un vero cervello e di un’anima (ghost), un elemento imponderabile ed indefinibile che consente loro di provare ancora emozioni. La quantità degli impianti cibernetici nel corpo umano non può influire sull’efficienza della sua anima e, per estensione, sulla sua capacità di mantenere una propria individualità.

LA PRIMA IMMAGINE DI SCARLETT JOHANSSON IN “GHOST IN THE SHELL” E LA RELEASE DEL FILM

La Johansson nella prima immagine ufficiale di Ghost in the Shell

[Aggiornamento del 14/04/2016]

È stata appena diffusa la prima immagine dell’adattamento in live action di GHOST IN THE SHELL che vede Scarlett Johansson nei panni del cyborg Kusanagi Matoko, Maggiore della Sezione di Sicurezza Pubblica numero 9.
Il film, diretto da Rupert Sanders (BIANCANEVE E IL CACCIATORE, 2012), sarà distribuito a partire dal 31 marzo 2017.
[Fonte: io9]

[Nella foto in alto: Scarlett Johansson nelle vesti della Vedova Nera]

Lascia un commento

jfb_p_buttontext