“The Master”: il tributo di Torino a Orson Welles

Il Museo Nazionale del Cinema di Torino inaugura una ricca rassegna dedicata a Orson Welles, a cento anni dalla sua nascita e a trenta dalla sua scomparsa: tra i titoli proposti, anche "Il Mercante di Venezia", creduto perduto, e l'introvabile "F for Fake".

, di

IL MUSEO NAZIONALE DEL CINEMA OMAGGIA WELLES

Ancora un omaggio ad Orson Welles, di cui, quest’anno, ricorrono il centenario della nascita e il trentennale della morte: il Museo Nazionale del Cinema di Torino, in collaborazione con l’Università di Torino, presenta The Master. Omaggio a Orson Welles (19 ottobre-1 novembre), un ampio tributo a uno dei grandi maestri della storia del cinema la cui carriera è stata costellata da incredibili vicissitudini.
Presentate in lingua originale con sottotitoli in italiano, le proiezioni della rassegna si svolgeranno presso il Cinema Massimo (via Giuseppe Verdi, 18; ingresso €6,00/4,00/3,00) e saranno inaugurate lunedì 19 alle h.20:30 dalla presentazione del cortometraggio IL MERCANTE DI VENEZIA, l’ultimo titolo shakespeariano del cineasta, presentato in anteprima mondiale all’ultima Mostra del Cinema di Venezia.
Considerato perduto, come altre opere di Welles, il film è stato ricostruito grazie ai nuovi materiali ritrovati da Cinemazero di Pordenone e restaurato con il supporto del FilmMuseum di Monaco di Baviera che conserva una certa quantità di materiale wellesiano originale.
Oltre a questo corto, la rassegna annovera anche un’altra opera ritrovata: si tratta di TOO MUCH JOHNSON (1938), un lungometraggio di meno di 70 minuti che ha per protagonista il fidato Joseph Cotten e realizzato da Welles per accompagnare l’omonima piéce teatrale in cartellone allo storico Mercury Theatre di New York. Creduto distrutto durante l’incendio che, nel 1971, ridusse in cenere sia la casa madrilena di Welles che il suo incredibile archivio personale, il film è stato ritrovato, integro, in Italia, a Pordenone, dimenticato nel magazzino di una ditta di trasporti.
Un’altra chicca è rappresentata dalla presenza in cartellone di F FOR FAKE (1973), sorta di mockumentary sul concetto di falso artistico: tra i tanti progetti incompiuti e recuperati fortunosamente, il film è stato completato dall’ultima compagna di Welles, l’attrice e regista Oja Kodar.

L’OMAGGIO PROSEGUE AL TFF 2015

L’omaggio a Welles proseguirà durante il 33mo Torino Film Festival (20-28 novembre): nella sezione Festa Mobile, infatti, verranno proiettate le versioni restaurate di tre imprescindibili capisaldi della cinematografia di Welles, QUARTO POTERE (1941), L’INFERNALE QUINLAN (1958) e RAPPORTO CONFIDENZIALE (1955).

“THE MASTER”: IL PROGRAMMA COMPLETO

Il programma della rassegna e le nostre schede-film:

IL MERCANTE DI VENEZIA (1969)
19 ottobre, h. 20:30.

FALSTAFF (1965)
19 ottobre, h.21; 23 ottobre, h.16:30.

L’ORGOGLIO DEGLI AMBERSON (1942)
20 ottobre, h.20:30; 24 ottobre, h.16:30.

LO STRANIERO (1946)
20 ottobre, h.18:15; 24 ottobre, h.22:15.

TOO MUCH JOHNSON (1938)
23 ottobre, h.18:45; 27 ottobre, h.16:30.

LA SIGNORA DI SHANGHAI (1947)
25 ottobre, h.18:30; 30 ottobre, 20:30.

MACBETH (1948)
25 ottobre, h.20:30; 30 ottobre, h.22:15.

OTELLO (1952)
26 ottobre, h.16:30; 31 ottobre, h.18:30.

IL PROCESSO (1962)
26 ottobre, h.18:15; 31 ottobre, h.16:15.

F FOR FAKE (1973)
30 ottobre, h.16:30; 1 novembre, h.18:00.

STORIA IMMORTALE (1968)
30 ottobre, h.18:15; 1 novembre, h.16:30

[Nella foto, Jeanne Moreau e Orson Welles in FALSTAFF]

Lascia un commento

jfb_p_buttontext