5 curiosità su “Enola Holmes”, il film Netflix sulla sorella di Sherlock Holmes

Millie Bobby Brown è la sorella di Sherlock Holmes nel film Netflix tratto dai Mystery Books di Enola Holmes. Ecco 5 curiosità, per guardarlo preparati.

5 curiosità su “Enola Holmes”, il film Netflix sulla sorella di Sherlock Holmes

5 cose da sapere sul film Netflix “Enola Holmes”, con Millie Bobby Brown

Nei giorni scorsi, Netflix ha diffuso online il secondo trailer di ENOLA HOLMES.
Il nuovo film originale Netflix è diretto da Harry Bradbeer, già vincitore di 2 Emmy Awards 2019 per la serie tv Amazon FLEABAG (2016-2019) ed è sceneggiato da Jack Thorne, autore dei telefilm THE EDDY (2020) e HIS DARK MATERIALS (2019-).
La protagonista, Enola, è interpretata da Millie Bobby Brown, fra le star di una delle migliori serie tv Netflix , STRANGER THINGS (2016-). Insieme alla giovane attrice, del cast di ENOLA HOLMES fanno parte anche altri attori famosi. Alcuni hanno già collaborato con Netflix, come Henry Cavill (THE WITCHER, 2019-) ed Helena Bonham Carter (THE CROWN, 2019-2020). Insieme a loro, vedremo anche diversi volti noti del cinema e della televisione britannica, come Sam Claflin e Fiona Shaw, nota soprattutto ai fan della saga di Harry Potter.
Il film per tutta la famiglia è uno dei titoli di punta delle uscite sul catalogo Netflix di settembre 2020 e sarà disponibile dal 23 settembre.
Aspettando la pubblicazione del film sulla piattaforma di streaming, ecco 5 curiosità sul film ENOLA HOLMES.

  • Enola Holmes
    6.2/10 87 voti
    Leggi la scheda

    La trama di “Enola Holmes”: avventure nell’Inghilterra vittoriana

    La storia si svolge nel 1884, nell’Inghilterra vittoriana.
    La protagonista, Enola Holmes, è un’adolescente cresciuta in campagna dalla madre, in modo decisamente poco convenzionale.
    Mrs. Holmes ha tralasciato l’etichetta e le buone maniere a cui, all’epoca, veniva introdotta ogni giovinetta di buona famiglia per figurare in società e trovare marito. Piuttosto, la donna, suffragetta e artista, ha istruito Enola su ben altri argomenti, come l’uso della logica, la lotta a mani nude e il tiro con l’arco.
    Il cognome di Enola non è una coincidenza. La signora Holmes, infatti, ha altri due figli, più grandi di Enola di circa 20 anni. Mycroft e Sherlock. No, non è un caso di omonimia. Si tratta proprio di Sherlock Holmes, il famoso detective, e di suo fratello Mycroft, brillante ma pigro membro del governo britannico.
    I fratelli maggiori di Enola vivono a Londra e hanno ben pochi contatti con lei e la mamma. Ma si riuniscono improvvisamente quando, un giorno, Enola scopre che Mrs. Holmes è scomparsa, apparentemente senza lasciare traccia.
    Con grande pragmatismo e sfidando l’autorità dei fratelli maggiori, la ragazzina si getta in un mistero che si preannuncia fitto e intricato, per ritrovare Mrs. Holmes.

Quindi, Sherlock Holmes ha una sorella?!?

henry cavill sherlock holmes sam clafill mycroft

Sherlock (Henry Cavill) e Mycroft (Sam Clafill) nel film “Enola Holmes” [Photo Credit: Netflix].

La principale matrice letteraria del film Netflix ENOLA HOLMES non è rappresentata dalle opere letterarie di Sir Arthur Conan Doyle (1859-1930), il creatore di Sherlock Holmes.
Nei romanzi e nei racconti di Conan Doyle dedicati al celebre investigatore, infatti, non si fa mai parola dell’esistenza di una sorella minore di Sherlock. O quasi.
Nel racconto L’avventura dei faggi rossi (The Adventure of the Copper Beeches, 1892), in riferimento a una giovane donna che dovrebbe diventare governante in una villa alquanto sinistra, Holmes afferma: “Confesso che non è la situazione per la quale vorrei vedere una mia sorella fare domanda”. Quindi, nella fantasia di Conan Doyle, Holmes aveva addirittura più sorelle?
La genealogia di Holmes è abbastanza oscura. Come si lamenta anche il fidato Dr. Watson in un altro racconto, L’avventura dell’interprete greco (The Adventure of the Greek Interpreter, 1893), Sherlock è sempre stato molto avaro sulle notizie relative alla sua famiglia, limitandosi a definire i suoi antenati “signorotti di campagna” e a riferire che sua nonna materna era sorella di Vernet, un artista francese (forse, il pittore Claude-Joseph Vernet, 1714-1789?).
Ma è assai probabile che, molto semplicemente, la battuta del detective di Baker Street sull’esistenza di una o più sorelle vada presa per quello che è: un’ipotesi speculativa.

I Mystery Books di Enola Holmes

millie bobby brown capelli lunghi enola holmes

Enola Holmes (Millie Bobby Brown) [Photo Credit: Netflix].

Il film Netflix con Millie Bobby Brown si basa apertamente sul primo libro del ciclo di romanzi young adult The Enola Holmes Mysteries pubblicati tra il 2006 e il 2010 dalla scrittrice americana Nancy Springer.
I titoli originali dei 6 Mystery Books di Enola Holmes hanno una caratteristica curiosa già vista con i volumi del ciclo letterario di Lemony Snicket, Una serie di sfortunati eventi. L’oggetto dei vari casi intorno a cui ruotano le trame dei romanzi è formato da allitterazioni, cioè serie composte da almeno due parole che iniziano sempre con la stessa lettera. Date un’occhiata all’elenco:
1. The Case of the Missing Marquess (2006);
2. The Case of the Left-Handed Lady (2007);
3. The Case of the Bizarre Bouquets (2008);
4. The Case of the Peculiar Pink Fan (2008);
5. The Case of the Cryptic Crinoline (2009);
6. The Case of the Gypsy Goodbye (2010).
In Italia, i libri di Enola Holmes saranno tradotti e pubblicati da DeAgostini. Il primo volume, in uscita anche in e-book il 15 settembre, è stato tradotto con il titolo Il caso del marchese scomparso. Parallelamente, la casa editrice italiana ne pubblicherà una versione graphic novel, all’interno della collana Le indagini a fumetti.

Gli eredi di Conan Doyle hanno citato Netflix per plagio

Nel giugno 2020, quando Netflix ha iniziato a diffondere un po’ di materiale sul film in uscita, gli eredi di Conan Doyle hanno annunciato che avrebbero citato per plagio l’azienda, il regista, lo sceneggiatore, i produttori, l’autrice dei romanzi e la casa editrice Penguin Random House che pubblica i libri della Springer.
Il motivo? I discendenti dello scrittore inglese ritengono che i romanzi e il film di ENOLA HOLMES sfruttino senza autorizzazione le opere di Conan Doyle scritte tra il 1923 e il 1927 e ancora soggette al diritto d’autore.

Il significato del nome Enola

lettere scarabeo enola alone

Letto e scritto al contrario, il nome Enola diventa Alone, solo/sola [Photo Credit: Netflix].

Il nome completo della protagonista è Enola Eudoria Heddassa Holmes. La scrittrice Nancy Springer ha tratto ispirazione per il nome dell’eroina dalla cittadina di Enola, in Pennsylvania, nei dintorni di Gettysburg, non molto distante dai luoghi in cui lei si è trasferita con la famiglia quando aveva 13 anni. Enola era anche il nome della madre del fondatore della città, sorta intorno alla seconda metà del XIX secolo, in seguito alla creazione delle ferrovie della Pennsylvania Railroad. Per quanto originale e non comune, quindi, Enola non è un nome completamente inventato.
La Springer ha dichiarato di essere affascinata dalla strana valenza dei nomi femminili vittoriani da quando era una ragazzina: La sorella minore di Oscar Wilde si chiamava Isola, isolata. Poi, c’era Perdita, perduta. Dolores, quella triste… Mi sono domandata: ‘Cosa stavano cercando di fare alle donne [attraverso i nomi]?'”.
Forse non a caso, letto o scritto al contrario, il nome Enola diventa la parola Alone che, in inglese, significa solo/sola.

Fonti

mysteryscenemag.com
bakerstreet.fandom.com/wiki

Lascia un commento

jfb_p_buttontext