Febbraio 2018 al cinema: 5 film consigliati da Nientepopcorn.it!

Nientepopcorn.it vi suggerisce i film più interessanti tra quelli in uscita in sala durante il mese di febbraio 2018. Guardate i trailer!

, di
Febbraio 2018 al cinema: 5 film consigliati da Nientepopcorn.it!

Febbraio 2018 si prospetta un mese particolarmente appetitoso per tutti gli appassionati di cinema. Saltellando fra un genere e l’altro, barcamenandosi fra registri molto differenti fra loro, il pubblico italiano potrà apprezzare in sala un nutrito gruppo di film provenienti da grandi competizioni internazionali o pronti a fare sconquassi all’imminente Notte degli Oscar (4 marzo).
Nell’ambito del rimarchevole progetto Il Cinema Ritrovato della Cineteca di Bologna, potremo continuare a rivedere in sala il meglio della cinematografia di Jean Vigo.
Cogliamo l’occasione per ricordarvi che, in seguito a un cambio di data di distribuzione, il film THE DISASTER ARTIST (2017) di e con James Franco, segnalato in uscita a gennaio, debutterà nei cinema italiani il 22 febbraio.

A giudizio insindacabile (ma discutibile) della redazione di Nientepopcorn.it, abbiamo selezionato per voi i 5 film più interessanti in programmazione a febbraio 2018 nei cinema italiani.

  • The Party
    7.1/10 12 voti

    THE PARTY

    A qualche anno di distanza dal suo ultimo film, GINGER & ROSA (2012), la regista londinese Sally Potter (ORLANDO, 1992) è tornata con THE PARTY (2017), da lei diretto e sceneggiato.
    Presentato in concorso alla Berlinale 2017 come “una commedia vestita da tragedia che inizia come una festa e si conclude con il sangue sul pavimento”, THE PARTY si avvale della presenza di un nutrito gruppo di rinomati attori britannici.
    Timothy Spall, Kristin Scott Thomas, Emily Mortimer e Cillian Murphy sono fra i convenuti a un incontro fra amici che assume precipitosamente toni tragici, fotografato in un avvolgente bianco e nero dal russo Alexsei Rodionov (VA’ E VEDI, 1985). Tra gli ospiti, ci sono anche i personaggi interpretati dalle attrici americane Patricia Clarkson, Cherry Jones e dallo svizzero Bruno Ganz, che vedremo presto anche nel nuovo film di Lars Von Trier.
    THE PARTY sarà nelle sale italiane dall’8 febbraio, distribuito da Academy Two.

  • LA FORMA DELL’ACQUA -THE SHAPE OF WATER

    Da Venezia 2017 in poi, dove ha vinto il Leone d’Oro e svariati premi minori, la cavalcata de LA FORMA DELL’ACQUA – THE SHAPE OF WATER di Guillermo Del Toro non si è più fermata. Finora, il film ha collezionato numerosi titoli e nomination, diventando protagonista fra i vincitori dei Golden Globes e tra i candidati ai prossimi BAFTA. Agli Oscar 2018, corre in ben 13 categorie.
    Nel corso del tempo, Del Toro è riuscito a portare in tv e al cinema alcune fra le sue grandi passioni. I mecha giapponesi (PACIFIC RIM,  2013), i racconti gotici e le suggestioni vittoriane (CRIMSON PEAK, 2014), i fumetti (HELLBOY, 2004), l’horror sci-fi (THE STRAIN) sono fra i suoi soggetti preferiti. Con THE SHAPE OF WATER, il regista messicano ha costruito una storia inedita che fa dell’Amore il suo tema portante. Del Toro ha ripreso le tematiche fantasy e dark che percorrono tutta la sua produzione cinetelevisiva, da IL LABIRINTO DEL FAUNO (2006) a TROLLHUNTERS (il cui universo narrativo è pronto a espandersi in nuove direzioni) e le ha inserite in un contesto estetico fortemente debitore dei più noti b-movies americani, come IL MOSTRO DELLA LAGUNA NERA (1954).
    Il cast del film è notevole. Fra i protagonisti, ci sono Sally Hawkins, Michael Shannon, Richard Jenkins, Octavia Spencer e Doug Jones, attore di cui non è facile ricordare il volto. Infatti, nei film di Del Toro, con cui collabora in ruoli importanti dal 2004, è destinato a recitare mascherato.
    LA FORMA DELL’ACQUA -THE SHAPE OF WATER debutterà nei nostri cinema dal 14 febbraio. Distribuzione: 20th Century Fox.

  • A casa tutti bene
    6.3/10 43 voti

    A CASA TUTTI BENE

    Attivo da tempo sia negli Stati Uniti che in Italia, dopo L’ESTATE ADDOSSO (2016), Gabriele Muccino ha scelto di restare nel suo Paese per realizzare il suo nuovo film, A CASA TUTTI BENE (2018). Per l’occasione, il regista ha chiamato a raccolta un cast di noti interpreti italiani affollato e assortito. Fra i tanti nomi, spiccano quelli di Stefano Accorsi, Pierfrancesco Favino, Claudia Gerini, Giampaolo Morelli, Carolina Crescentini, Valeria Solarino e Massimo Ghini. Intenzionalmente o meno, poi, Muccino è riuscito a riunire sullo stesso set due delle muse di un grande regista italiano, Antonio Pietrangeli. Fra le attrici, infatti, compaiono anche Stefania Sandrelli (IO LA CONOSCEVO BENE, 1965) e Sandra Milo (LA VISITA, 1964).
    Il film è ambientato in uno dei contesti più battuti dal regista romano: la famiglia, una cornice naturalmente piena di contraddizioni. Muccino e il co-sceneggiatore Paolo Costella (PERFETTI SCONOSCIUTI, 2016) hanno realizzato un film corale, sfruttando una dimensione narrativa che, solitamente, è congeniale al regista romano.
    A CASA TUTTI BENE nei cinema italiani dal 14 febbraio, distribuito da 01 Distribution.

  • La vedova Winchester
    5.2/10 23 voti

    LA VEDOVA WINCHESTER

    Dopo essersi divertiti con i paradossi temporali di PREDESTINATION (2014), gli australiani Fratelli Spierig hanno affondato le mani e la fantasia in una storia vera dai risvolti drammatici e orrorifici.
    LA VEDOVA WINCHESTER (Winchester, 2018) si ispira alla storia di Sarah Pardee Winchester, la ricchissima vedova del figlio dell’industriale che, nel XIX secolo, diede il proprio nome ai fucili più famosi del West. Con l’enorme quantità di denaro ricevuta alla morte del marito, nel 1884 Sarah avviò a San Jose, California, un cantiere per la costruzione di un’immensa magione composta da ceninaia di stanze. I lavori si protrassero per 38 anni, dando adito a diverse leggende. Pare che, ossessionata dall’idea che gli spiriti delle persone uccise dalle armi Winchester potessero tormentarla, Sarah richiese la costruzione di parti della casa che non conducessero in alcun luogo o che portassero gli ospiti a smarrirsi.
    A vestire i panni della tormentata vedova in pesanti gramaglie, c’è il premio Oscar Helen Mirren.
    LA VEDOVA WINCHESTER in sala dal 22 febbraio grazie a Eagle Pictures.

  • Il filo nascosto
    7.4/10 125 voti

    IL FILO NASCOSTO

    Suo malgrado, IL FILO NASCOSTO (Phantom Thread, 2017) di Paul Thomas Anderson è diventato particolarmente noto ancor prima di uscire nelle sale internazionali per via di un annuncio fatto dal suo attore protagonista, Daniel Day-Lewis.
    Qualche mese fa, infatti, Day-Lewis ha dichiarato alla stampa che quella nel film di Anderson sarebbe stata la sua ultima prova cinematografica. Il ritiro dalle scene dell’attore britannico ha scosso il mondo del cinema e il pubblico, soprattutto perché, inizialmente, Day-Lewis non ha voluto fornire alcuna spiegazione in merito. Non molto tempo dopo, in un’intervista al magazine americano W, l’attore ha provato ad argomentare la sua scelta. Ho bisogno di credere nel valore delle cose che sto facendo. Il lavoro può sembrare vitale, irresistibile. Se il pubblico crede in quello che faccio, ciò dovrebbe bastarmi. Ma, ultimamente, non è così”, ha dichiarato.
    Nel film di Anderson, Day-Lewis interpreta uno stilista molto quotato nella Londra del Secondo Dopoguerra. Grazie a questo ruolo, l’attore corre per la sesta volta agli Oscar e per la settima ai BAFTA. Anche l’attrice co-protagonista, la brava Lesley Manville, è candidata a una preziosa statuetta in entrambe le competizioni.
    IL FILO NASCOSTO, dal 22 febbraio in sala, grazie a Universal Pictures.

[Nella foto: un’immagine tratta da THE SHAPE OF WATER]

Lascia un commento

jfb_p_buttontext