Fase 2 COVID-19: i cinema riapriranno il 15 giugno

Il premier italiano Giuseppe Conte annuncia la riapertura di teatri e cinema chiusi a causa del COVID-19. Si attendono il protocollo di sicurezza per le sale e la risposta dei distributori.

Fase 2 COVID-19: i cinema riapriranno il 15 giugno

COVID-19 in Italia: teatri e cinema aperti a giugno

In vista del 18 maggio, giorno di riapertura di molte attività commerciali chiuse da settimane a causa dell’emergenza sanitaria da coronavirus COVID-19, ieri (16 maggio), il Presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte ha parlato in conferenza stampa da Palazzo Chigi in Roma.
Tra i vari argomenti relativi all’evoluzione della Fase 2, il premier ha affrontato anche la questione dei teatri e dei cinema chiusi, annunciando la riapertura delle sale: “Dal 15 giugno riaprono teatri e cinema (…). Devo ringraziare ancora una volta gli enti locali per aver collaborato proficuamente all’elaborazione di questo ventaglio di attività e offerte. Anche in questo caso le regioni saranno sempre libere, assumendosene la responsabilità, di ampliare o restringere queste misure” [Fonte: eduesse].
Si attendono le reazioni da parte dei distributori cinematografici ed eventuali annunci sulla programmazione dell’estate 2020 al cinema.

Una soluzione per il distanziamento fisico al cinema

cinema udine butterfly poltrone dispositivi sicurezza covid

La Sala Astra del cinema Visionario di Udine con i dispositivi Butterfly posizionati fra le poltrone (Photo Credit: eduesse)

Oltre alle disposizioni valide negli esercizi commerciali e nei luoghi aperti al pubblico (distanziamento fisico, igiene delle mani, uso delle mascherine, sanificazione costante degli spazi), non sono stati ancora resi noti gli accorgimenti specifici che le sale cinematografiche dovranno adottare, per garantire lo svolgimento delle proprie attività in sufficiente sicurezza per pubblico e dipendenti.
Intanto, la Sala Astra del cinema multisala Visionario di Udine è la prima struttura al mondo ad aver scelto di usare Butterfly, un dispositivo di sicurezza da posizionare tra le poltrone. Il pannello, che è sagomato come l’ala di una farfalla ed è realizzato in ecopelle antibatterica, è stato brevettato da Lino Sonego, l’azienda italiana famosa in tutto il mondo per la produzione di poltrone per cinema, teatri, stadi e ambienti di rappresentanza istituzionali.
In questo modo, per esempio, imponendo una distanza di circa 1,10 metri tra una seduta e l’altra grazie ai pannelli Butterfly, la sala di Udine è passata da 173 a 105 posti. Cosa ne pensate?

DPCM 17/05/2020: il protocollo di sicurezza da adottare nei cinema. Niente popcorn in sala!

[Aggiornamento del 18 maggio 2020]
Ieri (17 maggio), il Presidente Conte ha firmato il nuovo DPCM relativo alle misure per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 in vigore dal 18 maggio.
L’allegato 9 del decreto specifica i comportamenti che esercenti, dipendenti e pubblico dovranno adottare all’interno dei cinema e dei teatri a partire dal 15 giugno. Tra le specifiche, relative a tutte le forme di spettacolo (compresi i concerti live), gli eventi potranno svolgersi solo con un “numero massimo di 1000 spettatori per spettacoli all’aperto e di 200 persone per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala”.
Il protocollo di sicurezza per i cinema si articola in 13 punti:
1. Mantenimento del distanziamento interpersonale, anche tra gli artisti.
2. Misurazione della temperatura corporea agli spettatori, agli artisti, alle maestranze e a ogni altro lavoratore nel luogo dove si tiene lo spettacolo, impedendo l’accesso in caso di temperatura > 37,5 °C.
3. Utilizzo obbligatorio di mascherine anche di comunità per gli spettatori.
4. Utilizzo di idonei dispositivi di protezione individuale da parte dei lavoratori che operano in
spazi condivisi e/o a contatto con il pubblico.
5. Garanzia di adeguata periodica pulizia e igienizzazione degli ambienti chiusi e dei servizi
igienici di tutti i luoghi interessati dall’evento, anche tra i diversi spettacoli svolti nella
medesima giornata.
6. Adeguata aereazione naturale e ricambio d’aria e rispetto delle raccomandazioni concernenti
sistemi di ventilazione e di condizionamento.
7. Ampia disponibilità e accessibilità a sistemi per la disinfezione delle mani. In particolare, detti
sistemi devono essere disponibili accanto a tastiere, schermi touch e sistemi di pagamento.
8. Divieto del consumo di cibo e bevande e della vendita al dettaglio di bevande e generi
alimentari in occasione degli eventi e durante lo svolgimento degli spettacoli [NdA: avete capito? Al cinema, NientePopcorn!].
9. Utilizzo della segnaletica per far rispettare la distanza fisica di almeno 1 metro anche presso
le biglietterie e gli sportelli informativi, nonché all’esterno dei luoghi dove si svolgono gli
spettacoli.
10. Regolamentazione dell’utilizzo dei servizi igienici in maniera tale da prevedere sempre il
distanziamento sociale nell’accesso.
11. Limitazione dell’utilizzo di pagamenti in contanti, ove possibile.
12. Vendita dei biglietti e controllo dell’accesso, ove possibile, con modalità telematiche, anche
al fine di evitare aggregazioni presso le biglietterie e gli spazi di accesso alle strutture.
13. Comunicazione agli utenti, anche tramite l’utilizzo di video, delle misure di sicurezza e di
prevenzione del rischio da seguire nei luoghi dove si svolge lo spettacolo.
[Fine aggiornamento]

[Nella foto: un’immagine tratta dal film HUGO CABRET].

Lascia un commento

jfb_p_buttontext