“GenovaCortoonsFestival”: la festa dell’animazione di qualità.

Dieci giorni di proiezioni, seminari, workshop e retrospettive dedicati alla pregevole arte del cortometraggio animato con omaggi a Miyazaki, Plympton, Chomait e Alessandro Rak. Al Teatro della Gioventù dal 23 maggio al 1 giugno.

, di

Notizie ghiotte per tutti gli appassionati di animazione e, in particolare, di cortometraggi animati: il Cortoons Festival di Roma, la manifestazione italiana dedicata all’animazione indipendente diretta dal regista e fotografo Alessandro d’Urso, giunta quest’anno alla sua undicesima edizione (tenutasi nello scorso marzo), ha aperto una “succursale” in Liguria con il Genova Cortoons Festival (23 maggio – 01 giugno 2014), trovando casa presso il bel TKC-Teatro della Gioventù (via Macaggi 92/A) che, con le sue due ampie sale e gli spazi annessi, ospiterà per ben dieci, ricchissimi giorni proiezioni, workshop, seminari e retrospettive dedicate ad un settore della cinematografia in continua e proficua evoluzione anche in Italia.

In un momento in cui le congiunture economiche sembrano scoraggiare i progetti culturali “minori”, la direzione artistica del teatro, rappresentata da Massimo Chiesa ed Eleonora d’Urso, ha scelto di investire energie ed entusiasmo in un evento particolarmente stimolante, mai realizzato prima d’ora a Genova, confermando che è la necessità ad aguzzare l’ingegno, indicando nuove strade da percorrere per soddisfare la sete di cultura che il pubblico non manca mai di dimostrare: “TKC è un luogo dove si può fare, dove si può costruire la cosiddetta credibilità culturale“, ha ricordato la d’Urso nella conferenza stampa allestita nel foyer del teatro genovese.

Il Festival, durante il quale verranno presentati ben trecento cortometraggi di animazione selezionati in tutto il mondo e realizzati con le tecniche più disparate, è caratterizzato da un fitto calendario di appuntamenti, da leccarsi i baffi cinefili, amici miei!
Tra questi, è d’obbligo segnalare il ciclo dedicato ai corti provenienti dal Giappone e l’omaggio al Maestro Miyazaki Hayao presente al Festival con ben tre dei suoi lungometraggi animati (Il castello errante di Howl, 2004; Laputa, il castello nel cielo, 1986; Porco Rosso, 1992).
Una sezione della programmazione sarà riservata ad una retrospettiva sui cartoni animati degli anni Trenta e Quaranta, con lavori dei Fleischer Studios come Braccio di Ferro, Betty Boop (tra questi, anche il mitico Minnie the Moocher, 1932 ) e Superman.
Il Cortoons di Genova coglierà l’occasione per riproporre anche il lungometraggio L’arte della felicità (2013) del napoletano Alessandro Rak, uno dei “casi” della scorsa stagione cinematografica che, oltre a vantare una candidatura ai David di Donatello 2014, sta riscuotendo un notevole apprezzamento anche a livello internazionale, tanto da essere l’unico prodotto italiano in lizza al Festival di Annecy di quest’anno.
Si parla di animazione d’eccellenza, allora non si possono non tirare in ballo Bill Plympton e Sylvain Chomait, artigiani dell’animazione in 2D: l’artista premio Oscar timbra virtualmente il cartellino dell’evento con Cheatin’ (2013), presentato in anteprima proprio al festival romano e fresco vincitore del Platinum Grand Prize al Future Film Festival di Bologna, mentre l’autore francese verrà omaggiato con la proiezione del noto Appuntamento a Belleville (2003).

Non dimentichiamo, poi, i seminari tenuti da Dennis Cabella e ILLUSION Video produzioni sulle tecniche digitali nel cinema e quello curato da Raimondo Della Calce dello studio di animazione genovese art.five che spiegherà come realizzare al meglio produzioni animate in 3D con budget limitati.
Eventi unici e che si preannunciano ricchi di fascino e divertimento saranno quelli con il trombettista Luca Aquino, che si occuperà di sonorizzare dal vivo, in sala, i corti del Cortoons con musiche ideate per l’occasione, e quello con la compagnia del TKC che ri-doppierà alcuni brani dei “classici” dell’animazione.
In collaborazione con IREN, che, insieme a COOP Liguria, Ansaldo Sts e la Camera di Commercio locale hanno creduto, anche economicamente, in questa iniziativa fortemente innovativa, il Cortoons genovese affronterà il tema dell’educazione ambientale e della relativa qualità della vita con un taglio trasversale, rivolto sia ai giovanissimi che agli adulti, grazie ad un intero ciclo di proiezioni intitolato Please, save the Planet!
L’interazione tra diverse sezioni di pubblico, anagraficamente vario, verrà assicurata anche dai workshop e dalle proiezioni dedicate a bambini e genitori: previa prenotazione, compresi nel costo del biglietto, per esempio, sono previsti un allettante laboratorio che permetterà ai partecipanti di realizzare un cortometraggio in stop motion con la plastilina ed una serie di seminari sull’uso di questo materiale nell’ambito dell’animazione.

Ogni giorno, al costo ultra-popolare di €5 (abbonamento 5 giorni: €18; abbonamento 10 giorni: €30), sarà quindi possibile partecipare, in maniera totalmente flessibile e libera, alle proiezioni, ai laboratori ed ai seminari: si tratta di un’occasione imperdibile, non solo per i genovesi, ma per tutti gli appassionati di animazione che potranno recarsi a Genova per godere di un evento di indubbia qualità e di notevole rilevanza culturale.

Potete trovare la programmazione dettagliata di tutti gli eventi sul sito del GenovaCortoonsFestival.
Info: info@genovacortoonsfestival.it
Le prenotazioni ai workshop devono pervenire all’account: prenotazioni@genovacortoonsfestival.it
Pagina Facebook dell’evento: http://on.fb.me/1qSfDJI

CATEGORIE: Festival

Lascia un commento

jfb_p_buttontext