Cannes 2015: le previsioni di Nientepopcorn.it!

La 68ma edizione del Festival di Cannes si svolgerà dal 13 al 24 maggio: in attesa che venga resa nota la lista ufficiale dei film in concorso, abbiamo ipotizzato i titoli delle pellicole che potrebbero partecipare.

, di

CANNES 2015: I (POSSIBILI) FILM IN CONCORSO

Il Festival di Cannes 2015 si avvicina: la 68ma edizione del concorso cinematografico internazionale si svolgerà dal 13 al 24 maggio e sarà presieduta dai registi e sceneggiatori Joel ed Ethan Coen, in passato pluripremiati anche a Cannes (Palma d’Oro 1991 con BARTON FINK, 1996 con Fargo e 2001 con L’UOMO CHE NON C’ERA).
Gli elenchi dei titoli in concorso nella sezione principale e nella Un certain régard verranno resi noti solo il 16 aprile dal delegato generale Thierry Frémaux, ma su Nientepopcorn.it proviamo a fare il punto della situazione, ipotizzando quali film potrebbero passare quest’anno alla Croisette, basandoci sui rumours carpiti in giro.

[Aggiornamento del 13/04/2015]
Il film francese LA TÊTE HAUTE dell’attrice e regista Emmanuelle Bercot aprirà Cannes 2015. Ancora non è stato reso noto se la pellicola sarà presentata in concorso o meno.

IPOTESI CANNES 2015: L’ITALIA S’È DESTA

Se le previsioni che circolano nelle ultime settimane dovessero essere soddisfatte, l’Italia potrebbe essere tra i Paesi meglio rappresentati a Cannes 2015.
Paolo Sorrentino, per esempio, ha terminato da tempo le riprese de LA GIOVINEZZA e pare che la post-produzione del suo nuovo film con cast internazionale sia alle battute finali. Intanto, uno dei suoi assistenti alla regia, Piero Messina (LA GRANDE BELLEZZA, 2013), potrebbe essere uno dei suoi antagonisti: il giovane siciliano (classe 1981), infatti, potrebbe cogliere l’occasione per presentare il suo primo lungometraggio, L’ATTESA, con Juliette Binoche.
Matteo Garrone ha promesso da tempo che la prima de IL RACCONTO DEI RACCONTI si terrà proprio a Cannes e, vista la curiosità che circola intorno al progetto, speriamo che il film possa concorrere alla Palma d’Oro.
Anche Luca Guadagnino (IO SONO L’AMORE, 2009) potrebbe presentarsi in Croisette con A BIGGER SPLASH, un film torbido e misterioso con l’affezionata Tilda Swinton, Ralph Fiennes, Dakota Johnson e Matthias Schoenarts.
Nanni Moretti, invece, tiene ancora tutti sulle spine e, nonostante la data di uscita nelle sale (16 aprile) ed il trailer del film siano già stati diffusi, non è ancora certo se MIA MADRE approderà a Cannes.
Last but not least, Marco Bellocchio: il regista piacentino potrebbe presentare in concorso L’ULTIMO VAMPIRO, dramma di ambientazione storica con Alba Rohrwacher e Filippo Timi.

IPOTESI CANNES 2015: OUI, JE SUIS LA FRANCE

La Francia potrebbe essere rappresentata a Cannes 2015 dai nuovi lavori di Jacques Audiard (IL PROFETA, 2009) e di Arnaud Desplechin (RACCONTO DI NATALE, 2008), i cui titoli provvisori sono, rispettivamente, DHEEPAN e TROIS SOUVENIRS DE MA JEUNESSE. Gaspar Noé (IRRÉVERSIBLE, 2002) potrebbe partecipare alla gara per la Palma d’Oro con LOVE, ora in post-produzione, mentre Jean-François Richet (NEMICO PUBBLICO N.1, 2008) potrebbe metterci lo zampino con BLOOD FATHER, thriller interpretato da Mel Gibson e William H. Macy.
Cannes 2015 potrebbe rappresentare il debutto in Croisette nelle vesti di regista per l’apprezzata Valérie Donzelli (LA GUERRA È DICHIARATA, 2012) che, oltre a recitare ne LES CHEVALIER BLANCS, porterebbe il suo MARGUERITE ET JULIEN, da una sceneggiatura di Jean Gruault per un progetto cinematografico che era già stato accarezzato nel 1971 da François Truffaut.
Dal Canada francese (anche se con cast internazionale e dialoghi in lingua inglese), invece, potrebbe arrivare SICARIO, il nuovo thriller di Denis Villeneuve (PRISONERS, 2013), con Emily Blunt e Josh Brolin.

IPOTESI CANNES 2015: W IL CINEMA, SIAMO INGLESI

Dopo aver presieduto la Giuria del Festival nel 2007, il regista inglese Stephen Frears (ALTA FEDELTÀ, 2000) potrebbe tornare in concorso a Cannes con L’ULTIMA LEGGENDA, biopic sportivo incentrato sullo scandalo doping che ha coinvolto il ciclista statunitense Lance Armstrong.
Sempre dal Regno Unito potrebbe arrivare SUNSET SONG di Terence Davies (IL PROFONDO MARE AZZURRO, 2011), dall’omonimo romanzo dello scrittore scozzese Lewis Grassic Gibbon.

IPOTESI CANNES 2015: I SPEAK ENGLISH

Rimanendo in ambito anglofono, dagli Stati Uniti potrebbero arrivare CAROL di Todd Haynes (VELVET GOLDMINE, 1998) con Cate Blanchett e Rooney Mara, e THE SEA OF TREES, il nuovo film di Gus Van Sant (ELEPHANT, 2003) interpretato da Matthew McConaughey.
Cannes 2015 potrebbe essere l’occasione per Sean Penn di presentare il suo nuovo lavoro da regista, THE LAST FACE, dramma sociale in cui ha diretto Javier Bardem e Charlize Theron.
Il talentuoso Jeff Nichols (TAKE SHELTER, 2011) potrebbe portare in concorso MIDNIGHT SPECIAL, un angosciante dramma sci-fi con Michael Shannon, Adam Driver e Kirsten Dunst.
L’australiano Justin Kurzel (SNOWTOWN, 2011) potrebbe debuttare a Cannes con MACBETH, adattamento cinematografico in costume del noto dramma shakespeariano, interpretato da Marion Cotillard e Michael Fassbender.

IPOTESI CANNES 2015: L’EUROPA SIAMO NOI

Tornando in Europa, tra i possibili film candidati alla Palma d’Oro di Cannes 2015, segnaliamo: LOUDER THAN BOMBS del norvegese Joachim Trier (OSLO, 31. AUGUST, 2011), con Gabriel Byrne e Isabelle Huppert; il ritorno del greco Yorgos Lanthimos (KINODONTAS, 2009) con THE LOBSTER, un’inaspettata commedia romantica dal taglio fantascientifico interpretata da un cast internazionale in cui figurano Léa Seydoux, Ben Whinshaw, Rachel Weisz e Colin Farrell; AS 1001 NOITES del portoghese Miguel Gomes (TABU, 2012); dal Belgio, LE TOUT NOUVEAU TESTAMENT di Jaco Van Dormael (MR. NOBODY, 2009), con Catherine Deneuve, e LES CHEVALIERS BLANCS di Joachim Lafosse (À PERDRE LA RAISON, 2012), interpretato da Vincent Lindon; SPARROWS, il primo lungometraggio dell’islandese Rúnar Rúnarsson.

Dall’Est del continente, sono papabili il rumeno Corneliu Porumboiu (A EST DI BUCAREST, 2006) con THE TREASURE ed il polacco COSMOS, che segnerebbe il ritorno di Andrzej Zulawski (POSSESSION, 1981), a quindici anni da LA FIDÉLITÉ (2000).
Qualora riuscisse a terminare in tempo la post-produzione, anche Alexsandr Sokurov (ARCA RUSSA, 2002) potrebbe presentarsi in concorso a Cannes con FRANCOFONIA.

IPOTESI CANNES 2015: DALL’ASIA CON FURORE

Dall’Asia, infine, potrebbero arrivare LOVE IN KHON KAEN, l’ultimo film del thailandese Apichatpong Weerasethakul (già Palma d’Oro nel 2010 con LO ZIO BOONMEE CHE SI RICORDA LE VITE PRECEDENTI), THE ASSASSIN del taiwanese Hsiao-Hsien Hou (THREE TIMES, 2005), dalla Cina THE CROSSING di John Woo (THE KILLER, 1989) e diverse pellicole giapponesi, come UMIMACHI DIARY di Koreeda Hirokazu (FATHER AND SON, 2013), KISHIBE NO TABI di Kurosawa Kiyoshi (TÔKYÔ SONATA, 2008), il lungometraggio animato BAKEMONO NO KO di Hosoda Mamoru (WOLF CHILDREN, 2012) e SWEET RED BEAN PASTE di Kawase Naomi, insignita della Caméra d’Or per la Miglior Opera Prima a Cannes nel ’97 con MOE NO SUZAKU e presidente di Giuria del Festival nel 2013.
Confidiamo anche in una partecipazione di Kitano Takeshi (ZATOICHI, 2003) con la commedia RYÛZÔ TO 7 NIN NO KOBUN TACHI, la cui uscita nelle sale giapponesi è prevista a fine aprile.

[Nella foto: la prima immagine ufficiale de LA GIOVINEZZA di Paolo Sorrentino]

CATEGORIE: Premi

Lascia un commento

jfb_p_buttontext