César 2018: “120 battiti al minuto” è il miglior film francese dell’anno

Il film dedicato agli attivisti di Act-Up for Paris conquista uno dei titoli più ambiti e altri 5 César 2018. Scoprite tutti i vincitori degli Oscar del cinema francese, su Nientepopcorn.it!

, di
César 2018: “120 battiti al minuto” è il miglior film francese dell’anno

“120 BATTITI AL MINUTO” E “AU REVOIR LÀ-HAUT” DOMINANO I CÉSAR 2018

Ieri (2 marzo), sono stati assegnati i premi César 2018, i più importanti riconoscimenti attribuiti al cinema francese.
La giuria presieduta da Vanessa Paradis ha premiato 120 BATTITI AL MINUTO come miglior film. Il lungometraggio di Robin Campillo è incentrato sugli attivisti di Act-Up for Paris che, negli anni Novanta, lottarono per sensibilizzare la Francia sul problema dell’AIDS. Il film, già vincitore del Grand Prix della Giuria e del premio FIPRESCI a Cannes 2017, ha conquistato 6 César 2018.
Il premio per la miglior regia è andato ad Albert Dupontel per il film AU REVOIR LÀ-HAUT.
Il miglior film d’esordio è PETIT PAYSAN di Hubert Charuel.
Commossa, l’attrice spagnola Pénélope Cruz ha ricevuto il premio onorario César d’Honneur direttamente dalle mani del regista che l’ha resa famosa, Pedro Almodóvar.
Qui, potete trovare un riassunto dei migliori momenti della serata selezionati da Canal+, l’emittente ufficiale del galà.

CÉSAR 2018: TUTTI I VINCITORI

A seguire, tutti i vincitori dei César 2018 e le schede-film di Nientepopcorn.it. Qui, trovate l’elenco completo delle nomination.

Meilleur film (Miglior Film)
120 BATTITI AL MINUTO

Meilleur réalisateur (Miglior Regia)
Albert Dupontel, AU REVOIR LÀ-HAUT

Meilleure actrice (Miglior Attrice)
Jeanne Balibar, BARBARA

Meilleur acteur (Miglior Attore)
Swann Arlaud, PETIT PAYSAN

Meilleure actrice dans un second rôle (Miglior attrice non protagonista)
Sara Giraudeau, PETIT PAYSAN

Meilleur acteur dans un second rôle (Miglior attore non protagonista)
Antoine Reinartz, 120 BATTITI AL MINUTO

Meilleur espoir féminin (Miglior esordio femminile)
Camelia Jordana, LE BRIO

Meilleur espoir masculin (Miglior esordio maschile)
Nahuel Pérez Biscayart, 120 BATTITI AL MINUTO

Meilleur scénario original (Miglior sceneggiatura originale)
Robin Campillo, 120 BATTITI AL MINUTO

Meilleure adaptation (Miglior sceneggiatura non originale)
Albert Dupontel e Pierre Lemaitre, AU REVOIR LÀ-HAUT

Meilleur film étranger (Miglior film straniero)
LOVELESS (Russia)

Meilleur premier film (Miglior film d’esordio)
PETIT PAYSAN

Meilleur court-métrage d’animation (Miglior cortometraggio animato)
PÉPÉ LE MORSE

Meilleur film d’animation (Miglior film d’animazione)
LE GRAND MÉCHANT RENARD ET AUTRES CONTES…

Meilleure musique (Miglior colonna sonora)
Arnaud Rebotini, 120 BATTITI AL MINUTO

Meilleure photographie (Miglior fotografia)
Vincent Mathias, AU REVOIR LÀ-HAUT

Meilleur montage (Miglior montaggio)
Robin Campillo, 120 BATTITI AL MINUTO

Meilleurs costumes (Migliori costumi)
Mimi Lempicka, AU REVOIR LÀ-HAUT

Meilleurs décors (Miglior scenografia)
Pierre Quefféléan, AU REVOIR LÀ-HAUT

Meilleur son (Miglior sonoro)
Olivier Mauvezin, Nicolas Moreau e Stéphane Thiébaut, BARBARA

Meilleur court-métrage (Miglior cortometraggio)
LES BIGORNEAUX

Meilleur documentaire (Miglior documentario)
I AM NOT YOUR NEGRO

César d’Honneur
Pénélope Cruz

César du Public
RAID DINGUE

[Nella foto principale, Robin Campillo]

CATEGORIE: Premi

Lascia un commento

jfb_p_buttontext