Tutti i vincitori del Sundance 2019: il meglio del cinema indie

Robert Redford lascia la presidenza del Sundance Film Festival, che si conferma la vetrina più importante per il cinema indie internazionale. Con le schede-film di NientePopcorn.it, scopriamo i vincitori del 2019.

, di
Tutti i vincitori del Sundance 2019: il meglio del cinema indie

Sundance 2019: il meglio del cinema indie

Qualche giorno fa, si è concluso il Sundance 2019 (24 gennaio – 3 febbraio), il noto festival statunitense dedicato al cinema indipendente.
Questa edizione è stata aperta dall’addio alla presidenza di Robert Redford, co-fondatore del festival. Dopo aver annunciato il proprio ritiro dalle scene, l’attore ottantaduenne lascia anche il Sundance. “Penso di essere arrivato a un punto in cui posso andare da un’altra parte, ha dichiarato Redford. “Nel corso degli anni, ho perso la possibilità di poter passare del tempo con i film e i registi. Andare avanti non significa andare in pensione.”
Durante il Sundance Film Festival 2019, sono stati presentati 112 film, divisi tra cinematografia statunitense e internazionale, dedicata sia alla fiction che ai documentari.
Tra i vincitori, c’è anche un pezzetto d’Italia. Nel film DOLCE FINE GIORNATA (il titolo originale della produzione polacca è in italiano), premiato nella sezione competitiva World Dramatic per la miglior interpretazione (Krystyna Janda) , recitano anche Antonio Catania e Kasia Smutniak, di nazionalità polacca ma, ormai, italiana d’adozione.

Tutti i vinciori del Sundance 2019

Attraverso le schede-film di NientePopcorn.it. complete di trame, cast e dettagli tecnici, scopriamo insieme tutti i vincitori del Sundance 2019:

U.S. Dramatic

Grand Jury Prize
CLEMENCY

Audience Award
BRITTANY RUNS A MARATHON

Directing Award
Joe Talbot, THE LAST BLACK MAN IN SAN FRANCISCO

Waldo Salt Screenwriting Award
Pippa Bianco, SHARE

Special Jury Award for Vision and Craft
Alma Har’el, HONEY BOY

Special Jury Award for Creative Collaboration
THE LAST BLACK MAN IN SAN FRANCISCO

Special Jury Award for Breakthrough Performance
Rhianne Barreto, SHARE

World Cinema Dramatic Competition

Grand Jury Prize
THE SOUVENIR (Gran Bretagna, Stati Uniti)

Audience Award
QUEEN OF HEARTS (Danimarca)

Directing Award
Lucia Garibaldi, THE SHARKS (Uruguay, Argentina, Spagna)

Special Jury Award for Originality
Makoto Nagahisa, WE ARE LITTLE ZOMBIES (Giappone)

Special Jury Award 
Alejandro Landes, MONOS (Colombia)

Special Jury Award for Acting
Krystyna Janda, DOLCE FINE GIORNATA (Polonia)

U.S. Cinema Documentary Competition

Grand Jury Prize
ONE CHILD NATION

Audience Award
KNOCK DOWN THE HOUSE

Directing Award
Steven Bognar e Julia Riechert, AMERICAN FACTORY

Special Jury Award for Moral Urgency
Janqueline Olive, ALWAYS IN SEASON

Special Jury Award for Emerging Filmmaker
Liza Mandelup, JAWLINE

Special Jury Award for Editing
Todd Douglas Miller, APOLLO 11

Special Jury Award for Cinematography
Luke Lorentzen, MIDNIGHT FAMILY

World Cinema Documentary Competition

Grand Jury Prize
HONEYLAND (Repubblica di Macedonia)

Audience Award
SEA OF SHADOWS (Austria)

Directing Award
Mads Brugger, COLD CASE HAMMARSKJOLD (Danimarca, Belgio, Svezia, Norvegia)

Special Jury Award for Impact for Change
Tamara Kotevska e Ljubomir Stefanov, HONEYLAND

Special Jury Award for Cinematography
Fejmi Daut e Samir Ljuma, HONEYLAND

OTHER AWARDS

NEXT Audience Award
THE INFILTRATORS

NEXT Innovator Award
THE INFILTRATORS

Special Jury Prize: Alfred P. Sloan Feature Film Prize
THE BOY WHO HARNASSED THE WIND

Sundance Institute NHK Award
Taro Aoshima, PLANET KORSAKOV

Sundance Institute / Amazon Studios Producers Award
Carly Hugo e Matt Parker, SHARE

Sundance Open Borders Fellowship Presented by Netflix
Talai Derki, OF FATHERS AND SONS; Chaitanya Tamhane e Tatiana Huezo, NIGHT ON FIRE

[Nella foto: un’immagine tratta dal film HONEY BOY]

CATEGORIE: Premi

Lascia un commento

jfb_p_buttontext