Festival di Cannes 2019: “Il traditore” di Bellocchio è in corsa per la Palma d’Oro

Quale sarà il film Palma d'Oro 2019? Scoprite tutti i film del Festival di Cannes 2019, su NientePopcorn.it: in concorso, c'è un solo film italiano.

Premi , di
Festival di Cannes 2019: “Il traditore” di Bellocchio è in corsa per la Palma d’Oro

Annunciati i film in gara a Cannes 2019

Oggi (18 aprile), sono stati resi noti i film in concorso per la Palma d’Oro al Festival di Cannes 2019 (14-25 maggio).
Pierre Lescure, Presidente del Festival, e Thierry Frémaux, delegato generale, hanno annunciato i 19 film in gara nel corso di una diretta trasmessa online sul canale YouTube della manifestazione.
Tra i titoli in concorso, c’è un solo film italiano, IL TRADITORE di Marco Bellocchio con PierFrancesco Favino nel ruolo del pentito di mafia Tommaso Buscetta.
Nonostante la sua presenza fosse data praticamente per certa, niente C’ERA UNA VOLTA A… HOLLYWOOD (Once Upon a Time in Hollywood) in Croisette. Frémaux ha riferito che il film di Quentin Tarantino non è ancora pronto.

[Aggiornamento del 27 aprile 2019]
Il comitato del festival di Cannes ha aggiunto un nuovo film alla lista di quelli in concorso alla Palma d’Oro 2019. Il ventesimo film in gara è MEKTOUB, MY LOVE: INTERMEZZO di Abdellatif Kechicke, sequel di MEKTOUB, MY LOVE: CANTO UNO (2017). Nel 2012, Kechiche ha vinto la Palma d’Oro con il film LA VITA DI ADELE (La vie d’Adele).
[Fine aggiornamento]

[Aggiornamento del 2 maggio 2019]
Colpo di scena: infine, il film di Tarantino è stato inserito nella lista dei film in concorso per la Palma d’Oro 2019. C’ERA UNA VOLTA A… HOLLYWOOD è ufficialmente in gara a Cannes 2019. Il nuovo film di Tarantino sarà il ventunesimo film in competizione.
[Fine aggiornamento]

Il Festival chiude ancora le porte a Netflix, ma concede ad Amazon di partecipare alla manifestazione, proiettando fuori concorso i primi due episodi della serie tv TOO OLD TO DIE YOUNG di Nicolas Winding Refn (disponibile sulla piattaforma Amazon Prime Video dal 14 giugno).
Il presidente di giuria di Cannes 72 è Alejandro G. Iñárritu, che ha partecipato tre volte al Festival, vincendo il Grand Prix de la Semaine de la Critique con AMORES PERROS (2000) e il premio della Giuria Ecumenica e quello per la miglior regia con BABEL (2006).

 

La giuria internazionale Cannes 2019

[Aggiornamento del 30 aprile 2019]
Nelle scorse ore, sono stati annunciati i membri della giuria internazionale di Cannes 2019 guidata da Iñárritu e chiamata ad assegnare la Palma d’Oro 2019.
Si tratta di: la regista italiana Alice Rohrwacher (Grand Prix della giuria 2014 con LE MERAVIGLIE e premio per la miglior sceneggiatura 2018 per LAZZARO FELICE); l’attrice americana Elle Fanning (candidata come miglior attrice per il film THE NEON DEMON, 2016); la regista statunitense Kelly Reichardt (in concorso nella sezione Un certain regard 2008 con il film WENDY AND LUCY); il cineasta greco Yorgos Lanthimos (a Cannes, premiato più volte con i film KYNODONTAS, THE LOBSTER e IL SACRIFICIO DEL CERVO SACRO); il fumettista e regista francese Enki Bilal; il regista polacco Pawel Pawlikowski (miglior regia a Cannes 2018 per COLD WAR); il regista francese Robin Campillo (pluripremiato a Cannes 2017 con il film 120 BATTITI AL MINUTO); l’attrice e regista del Burkina Faso Maimouna N’Diaye.
[Fine aggiornamento]

Cannes 72: i film in concorso

A seguire, tutti i film del Festival di Cannes 2019, in gara nella Sélection Officielle per la Palma d’Oro.
Cliccate sui titoli per aprire le schede-film di NientePopcorn.it e scoprire trama e trailer (se già disponibili).

THE DEAD DON’T DIE, Jim Jarmusch (film di apertura, Stati Uniti)
DOLOR Y GLORIA, Pedro Almodóvar (Spagna)
THE WILD GOOSE LAKE, Diao Yinan (Cina)
IL TRADITORE, Marco Bellocchio (Italia)
PARASITE, Bong Joon-ho (Corea del Sud)
LE JEUNE AHMED, Jean-Pierre e Luc Dardenne (Belgio)
MATTHIAS & MAXIME, Xavier Dolan (Canada)
ROUBAIX, UNE LUMIERE, Arnaud Desplechin (Francia)
SORRY WE MISSED YOU, Ken Loach (Gran Bretagna, Francia, Belgio)
LES MISERABLES, Ladj Ly (Francia)
LITTLE JOE, Jessica Hausner (Austria, Gran Bretagna, Germania)
A HIDDEN LIFE, Terrence Malick (Stati Uniti, Germania)
THE WHISTLERS, Corneliu Poromboiu (Romania, Francia, Germania)
PORTRAIT DE LA JEUNE FILLE EN FEU, Céline Sciamma (Francia)
ATLANTIQUE, Mati Diop (Francia, Senegal, Belgio)
SIBYL, Justine Triet (Francia)
IT MUST BE HEAVEN, Elia Suleiman (Francia, Canada)
FRANKIE, Ira Sachs (Francia, Portogallo, Belgio, Stati Uniti)
BACURAU,  Kleber Mendonça Filho e Juliano Dornelles (Brasile)
MEKTOUB, MY LOVE: INTERMEZZO, Abdellatif Kachicke (Francia)
C’ERA UNA VOLTA A… HOLLYWOOD, Quentin Tarantino (Stati Uniti)

Cannes 2019: i titoli fuori concorso

LES PLUS BELLES ANNEES D’UNE VIE, Claude Lelouch (Francia)
ROCKETMAN, Dexter Fletcher (Gran Bretagna, Stati Uniti)
TOO OLD TO DIE YOUNG (serie tv, primi due episodi: North Of Hollywood, West Of Hell), Nicolas Winding Refn (Stati Uniti)
MARADONA, Asif Kapadia (documentario, Gran Bretagna)
LA BELLE EPOQUE, Nicolas Bedos (Francia)

Midnight Screenings: le proiezioni di mezzanotte

THE GANGSTER, THE COP, THE DEVIL, Lee Won-Tae (Corea del Sud)

Proiezioni speciali

TOMMASO, Abel Ferrara (Italia)
SHARE, Pippa Bianco (Stati Uniti)
FOR SAMA, Waad Al Kateab & Edward Watts (documentario, Gran Bretagna)
ETRE VIVANT ET LE SAVOIR, Alain Cavalier (documentario, Francia)
FAMILY ROMANCE LLC, Werner Herzog

Lascia un commento

jfb_p_buttontext