Cannes 2018: tutti i film in concorso per la Palma d’Oro

Scoprite tutti i film che parteciperanno a Cannes 2018 (9-18 maggio): in corsa per la Palma d'Oro, ci saranno anche due film italiani.

, di
Cannes 2018: tutti i film in concorso per la Palma d’Oro

CANNES 2018: TUTTI I FILM IN CONCORSO PER LA PALMA D’ORO

Oggi (12 aprile), sono stati resi noti i film in concorso per la Palma d’Oro al Festival di Cannes 2018 (8-19 maggio).
Tra i titoli in concorso, ci sono due film italiani: DOGMAN di Matteo Garrone e LAZZARO FELICE di Alice Rohrwacher.
Tra gli altri autori in gara, segnaliamo la presenza di Jean-Luc Godard, uno dei padri della Nouvelle Vague a cui, fra l’altro, è stata dedicata la locandina ufficiale dei questa edizione della manifestazione, una rielaborazione di un celebre fotogramma de IL BANDITO DELLE 11 (Pierrot le fou, 1965).
La kermesse sarà inaugurata dal film, in concorso, TODOS LO SABEN di Asghar Farhadi, con la coppia (artistica e di fatto) formata da Penelope Cruz e Javier Bardem.
Tra le anteprime internazionali, fuori concorso, sarà presentato SOLO: A STAR WARS STORY di Ron Howard, il prequel della saga di Guerre Stellari che racconta le avventure giovanili di Han Solo e Chewbecca.

GILLIAM E VON TRIER A CANNES 2018

[Aggiornamento del 19 aprile 2018]
A chiudere Cannes 71, ci penserà Terry Gilliam, con l’anteprima internazionale di THE MAN WHO KILLED DON QUIXOTE. Il film maudit di Gilliam, di cui vi abbiamo già raccontato la storia travagliata, non è l’ultima sorpresa a essere stata inserita dagli organizzatori del festival tra i film fuori concorso.
Dopo 8 anni, infatti, tornerà in Croisette anche Lars Von Trier, che presenterà al pubblico l’atteso thriller THE HOUSE THAT JACK BUILT. Nel 2011, mentre era in concorso per la Palma d’Oro con MELANCHOLIA, il controverso regista danese venne allontanato dal festival, come persona non grata, per via di alcune sue esternazioni filonaziste.
[Fine aggiornamento]

[Aggiornamento del 30 aprile 2018]
La partecipazione del film di Gilliam a Cannes 2018 è ancora in bilico. Infatti, il produttore Paulo Branco, che ha in ballo una disputa legale con Gilliam relativa ai finanziamenti e alla distribuzione della pellicola, ha proibito apertamente agli organizzatori del festival di proiettare THE MAN WHO KILLED DON QUIXOTE. Branco avrebbe dovuto finanziare il lavoro di Gilliam e i due strinsero i relativi accordi commerciali. Il regista cercò altrove un nuovo produttore quando il primo dichiarò di non avere sufficiente denaro a disposizione per il suo progetto. In base al primo contratto stipulato fra le parti, però, Branco aveva il diritto di decidere le modalità di distribuzione del film e, così, lui e Gilliam iniziarono una tenzone legale trascinatasi fino in Croisette.
Cannes si è schierata con Gilliam, ma la decisione ultima, legata agli esiti della battaglia legale sul film, sarà resa nota solo poche ore prima dell’inizio del festival, il 7 maggio.
[Fonte: ScreenDaily]
[Fine aggiornamento]

Cannes 2018: Terry Gilliam ironizza sulla sua condizione fisica dopo l'ictus che l'ha colpito

Cannes 2018: Terry Gilliam ironizza sulla sua condizione fisica dopo l’ictus che l’ha colpito

[Aggiornamento del 9 maggio 2018]
La storia travagliata di THE MAN WHO KILLED DON QUIXOTE sembra davvero senza fine. Indubbiamente, è ricca di colpi di scena.
Gilliam ha vinto la causa contro Branco e il suo film potrà chiudere tranquillamente Cannes 2018. Nel frattempo, come riportato da Nice-Matin, il regista è stato colpito da un leggero ictus.
A poche ore dal malore, però, Gilliam ha rassicurato stampa e pubblico, pubblicando una foto particolarmente ironica sul suo profilo Facebook che lo ritrae con una t-shirt che reca la scritta: “Non sono ancora morto”.
[Fine aggiornamento]

CANNES 2018: LA GIURIA

La giuria della 71ma edizione del prestigioso festival francese sarà presieduta dall’attrice australiana Cate Blanchett.
[Aggiornamento del 18 aprile 2018]
Il resto della giuria sarà composta dalle attrici Kristen Stewart e Léa Seydoux, dai registi Denis Villeneuve, Andrey Zviaguintsev e Robert Guédiguian, dall’attore Chang Chen, dalla sceneggiatrice e regista Ava DuVernay e dalla cantante Khadja Nin.
[Fine aggiornamento]

NIENTE NETFLIX, IN CONCORSO A CANNES 2018

Restano fuori dalle candidature alla Palma d’Oro 2018 i film prodotti da Netflix e da altri colossi dell’entertainment televisivo. Dopo che il  delegato generale del festival, Thierry Fremaux, aveva annunciato che Cannes 2018 non avrebbe ospitato nella Sélection officielle film di cui non sarebbe stata prevista la distribuzione nelle sale cinematografiche francesi, è iniziato un braccio di ferro tra il festival e Netflix.
Alla fine, ieri sera (11 aprile), a poche ore dall’annuncio dei film in concorso, Ted Sarandos, responsabile esecutivo del gigante dello streaming, ha annunciato ufficialmente il ritiro di Netflix dalla competizione.
In un’intervista esclusiva a Vanity Fair, Sarandos ha detto che il festival è stato decisamente chiaro, in merito alle regole di partecipazione. Perciò, a questo punto, l’azienda non si troverebbe a proprio agio in quel contesto. Netflix avrebbe potuto mediare distribuendo i film preselezionati nei cinema (qui, trovate l’elenco dei film in questione), ma Sarandos ha detto che ciò non sarebbe coerente con la logica del servizio di streaming.
“Vogliamo che i nostri film siano considerati alla pari di quelli degli altri registi. Adesso, correremmo un rischio, partecipando. I nostri film e i nostri autori potrebbero essere trattati in modo poco rispettoso, ha aggiunto Sarandos.

CANNES 2018: LA SÉLECTION OFFICIELLE

La locandina ufficiale di Cannes 2018

La locandina ufficiale di Cannes 2018

A seguire, tutti i film della Sélection officielle scelti per partecipare in concorso a Cannes 2018, in gara per la Palma d’Oro.
Ma, prima, una curiosità. Tra i cortometraggi in concorso nelle sezioni principali Palma d’Oro e Cinéfondation, c’è anche un titolo italiano. Si tratta di COSÌ IN TERRA di Lorenzo Pisano. Grazie a questo corto, un film italiano gareggia in questa sezione, per la prima volta nella storia della manifestazione.

Asghar Farhadi, TODOS LO SABEN (Spagna, Francia, Italia)
Stéphane Brizé, EN GUERRE (Francia)
Matteo Garrone, DOGMAN (Italia)
Jean-Luc Godard, LE LIVRE D’IMAGE (Francia)
Ryusuke Hamaguchi, NETEMO SAMETEMO (Giappone)
Christophe Honoré, PLAIRE AIMER ET COURIR VITE (Francia)
Eva Husson, LES FILLES DU SOLEIL (Francia, Svizzera, Belgio, Georgia)
Jia Zhang-Ke, ASH IS PUREST WHITE (Cina, Francia, Giappone)
Kore-Eda Hirokazu, SHOPLIFTERS (Giappone)
Nadine Labaki, CAPHARNAÜM (Libano)
Lee Chang-Dong, BUH-NING (Corea del Sud)
Spike Lee, BLACKKKLANSMAN (Stati Uniti)
David Robert Mitchell, UNDER THE SILVER LAKE (Stati Uniti)
Jafar Panahi, THREE FACES (Iran)
Pawel Pawlikowski, ZIMNA WOJNA (Polonia, Francia, Gran Bretagna)
Alice Rohrwacher, LAZZARO FELICE (Italia, Germania, Svizzera Francia)
A.B. Shawky, YOMEDDINE (Egitto, Stati Uniti, Austria)
Kirill Serebrennikov, LETO (Russia)

CATEGORIE: Premi

Lascia un commento

jfb_p_buttontext