Monica Vitti: una carriera lunga 60 anni

Nel dicembre 1954, la grande attrice romana debuttava al cinema. Musa di Michelangelo Antonioni e grande amica di Alberto Sordi, ha segnato la cinematografia italiana con la sua grande bellezza ed una grande autoironia.

, di

NEL 1954 INIZIAVA LA CARRIERA DI MONICA VITTI

Sul finire del dicembre 1954, 60 anni fa, usciva nei cinema italiani il film RIDERE! RIDERE! RIDERE! debutto cinematografico ufficiale di Monica Vitti.
Curiosità: nelle schede del film, un lungometraggio a sketch ispirato ad alcune barzellette diretto da Edoardo Anton, co-sceneggiato da Scola, Scarpelli e Infascelli ed interpretato anche da Ugo Tognazzi, Sandra Mondaini, Raimondo Vianello e Carlo Dapporto, l’attrice risulta come “non accreditata”.
Ulteriore nota di costume: quasi dieci anni dopo, la Vitti compare anche in FOLLIE D’ESTATE (1963), remake del suo film d’esordio, diretto da Carlo Infascelli e, ancora, da Anton.

MONICA VITTI: BELLISSIMA E BRILLANTE

Nata nel 1931 a Roma, Monica Vitti è a tutt’oggi una delle più grandi attrici italiane: versatile, eclettica, autoironica, bellissima (occhi azzurri, profondi ed ammaliatori, un viso incantevole, capelli splendidi), elegante anche con alcune improbabili mise (basti pensare all’ingombrante treccia de LA RAGAZZA CON LA PISTOLA, 1968, di Monicelli).
Purtroppo, è assente dalle scene per motivi di salute da oltre vent’anni. La sua ultima interpretazione cinematografica è il film SCANDALO SEGRETO (1990), con Elliott Gould, di cui ha curato anche la regia e la sceneggiatura.

ANTONIONI, MONICELLI, SORDI: GLI UOMINI-CHIAVE DELLA SUA CARRIERA

La carriera cinematografica di Monica Vitti, lunga sessant’anni, è costellata da oltre cinquanta titoli firmati da alcuni tra i più grandi nomi della cinematografia del Novecento: Michelangelo Antonioni, con cui peraltro ebbe un’importante relazione, Mario Monicelli, Alessandro Blasetti, Luis Buñuel, Dino Risi, Ettore Scola, Luciano Salce, Franco Giraldi, Luigi Magni, Tinto Brass al suo curioso debutto (IL DISCO VOLANTE, 1964).

Dopo la parentesi iniziale caratterizzata dalle opere di Antonioni (per la sua interpretazione ne IL DESERTO ROSSO, 1964, vinse il Leone d’Oro a Venezia) ed alcuni felici episodi “leggeri” (TI HO SPOSATO PER ALLEGRIA, 1967, di Luciano Salce), fu Monicelli ad esaltarne definitivamente la verve indubbiamente brillante affindandole il ruolo stereotipato ma esilarante della giovane siciliana protagonista de LA RAGAZZA CON LA PISTOLA.
Ha condiviso la scena con i mattatori del cinema del Secondo Dopoguerra: oltre al citato Tognazzi, lavorò in splendida sintonia con Alberto Sordi (da cui fu anche diretta in diverse occasioni e di cui divenne storica amica e confidente), Marcello Mastroianni, Claudia Cardinale, Carlo Giuffré, Adolfo Celi, Michel Piccoli, Jeanne Moreau, Vittorio Gassman, Alain Delon.

I 60 ANNI DI CARRIERA DI MONICA VITTI: LA GALLERIA FOTOGRAFICA

Nientepopcorn.it intende celebrare i 60 anni di carriera di Monica Vitti con una galleria fotografica che ripropone alcune tra le più belle interpretazioni della grande attrice e alcuni suoi bei fotoritratti.

CATEGORIE: Anniversari

Lascia un commento

jfb_p_buttontext