Marion Cotillard doppiatrice steampunk

L'amata attrice francese, appena candidata al suo secondo Oscar, presterà la voce alla versione francofona del lungometraggio animato "Un monde truqué" realizzato dal team di "Persepolis".

, di

MARION COTILLARD, TRA OSCAR E DOPPIAGGIO

L’attrice francese Marion Cotillard è stata appena nominata ai Premi Oscar 2015 come miglior protagonista per la sua interpretazione nel film DUE GIORNI, UNA NOTTE (2014) dei Fratelli Dardenne ed è notizia di ieri (16 gennaio) che il film d’animazione UN MONDE TRUQUÉ, in cui la Cotillard presterà la voce al personaggio femminile principale nell’edizione francofona, è ufficialmente stato messo in pre-vendita internazionale da StudioCanal, l’importante casa di produzione e di distribuzione francese che ne detiene i diritti.

LA PARIGI STEAMPUNK DI NAPOLEONE V

UN MONDE TRUQUÉ è ambientato in una Parigi di inizio Novecento governata da un improbabile Napoleone V e caratterizzata in maniera smaccatamente steampunk: in città, infatti, curiosi veicoli futuribili a vapore si muovono all’ombra della Tour Eiffel e dell’Opéra Garnier.
April (la Cotillard) è una giovane ragazza alla ricerca dei suoi genitori, una coppia di scienziati scomparsi dieci anni prima insieme a molti altri colleghi coinvolti in una ricerca legata ad un siero per l’invincibilità.
Insieme al suo gatto Darwin, April dovrà far luce sul mistero e ritrovare finalmente i suoi cari.

IL TRAILER DI “UN MONDE TRUQUÉ”

Ci auguriamo che UN MONDE TRUQUÉ venga acquistato e distribuito anche in Italia: stando al trailer, il film sembra caratterizzato da una qualità estetica notevole.

“UN MONDE TRUQUÉ”: CO-PRODUZIONE TRANSOCEANICA SU IDEA DI JACQUES TARDI

La realizzazione di UN MONDE TRUQUÉ, co-produzione franco-belga-canadese, è stata affidata allo stesso team tecnico di PERSEPOLIS (2007), noto adattamento cinematografico dell’omonimo graphic novel di Marjane Satrapi.
Il soggetto è nato dalla fantasia debordante del disegnatore francese Jacques Tardi, creatore delle avventure a fumetti della giornalista Adèle Blanc-sec particolarmente note in Francia fin dal 1976 e da cui, tra l’altro, Luc Besson ha tratto il film in real action ADÈLE E L’ENIGMA DEL FARAONE (2010).
La regia del film è stata affidata a Christian Desmares e Franck Ekinci su sceneggiatura dello stesso Ekinci e di Benjamin Legrand.
Nel cast di doppiatori, figureranno anche gli attori canadesi Marc-André Grondin (C.R.A.Z.Y., 2005) nel ruolo di Julius, l’innamorato di April, e Macha Grenon, compagna del regista Denis Villeneuve (PRISONERS, 2013), nei panni della madre di April, Annette. L’attore quebecchese Benoît Brière darà la sua voce a Pizoni, il villain della situazione.

[Fonti: HOLLYWOODREPORTER.com; LAPRESSE.ca]

LA COTILLARD, NUOVA MUSA DI FRANCIA

Marion Cotillard, tra le più amate attrici francesi contemporanee, non ancora quarantenne e forte di una bellezza dolce e sensuale che l’ha resa testimonial della maison Dior, è professionista particolarmente ambita anche dai cineasti internazionali: dopo aver debuttato appena diciannovenne nel film di Philippe Harel L’HISTOIRE DU GARÇON QUI VOULAIT QU’ON L’EMBRASSE (1994), ha partecipato a diversi film francesi di successo, come TAXXI (1998) e AMAMI SE HAI CORAGGIO (2003), per approdare poi a Hollywood alla corte di Tim Burton lavorando a BIG FISH (2003).
Negli anni, la Cotillard ha recitato per Woody Allen (MIDNIGHT IN PARIS, 2011), Michael Mann (NEMICO PUBBLICO, 2009), Ridley Scott (UN’OTTIMA ANNATA, 2006), Christopher Nolan (IL CAVALIERE OSCURO – IL RITORNO, 2012), Steven Soderbergh (CONTAGION, 2011), vincendo l’Oscar 2008 come Miglior Attrice Protagonista nei panni di Edith Piaf (LA VIE EN ROSE, 2007) diretta dal connazionale Olivier Dahan.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext