Arriva nei cinema il documentario sullo Studio Ghibli

"Il regno dei sogni e della follia" è dedicato all'attività dello studio di animazione fondato da Miyazaki e Takahata: sarà finalmente nei cinema italiani per due giorni, a fine maggio. Un'occasione unica per scoprire i segreti di Totoro e "Pom Poko".

, di

DIETRO LE QUINTE DELLO STUDIO GHIBLI

Se amate i lavori dello Studio Ghibli, se volete vedere Miyazaki Hayao, Takahata Isao e la loro squadra al lavoro e se volete tentare di carpire i segreti che si celano dietro la produzione di alcuni tra i più bei film di animazione degli ultimi trent’anni, il documentario IL REGNO DEI SOGNI E DELLA FOLLIA di Sunada Mami è ciò che fa per voi.
Il film sarà distribuito da Lucky Red nei cinema italiani solo per due giorni, il 25 e il 26 maggio prossimi.

IL TRAILER ITALIANO DE “IL REGNO DEI SOGNI E DELLA FOLLIA”

UN ANNO DI RIPRESE PER UN DOCUMENTARIO UNICO

Sunada ha avuto il consenso per muoversi e filmare in completa libertà, seguendo per un intero anno Miyazaki-san, Takahata-san e Suzuki Toshio, produttore dello Studio Ghibli, durante le ore di lavoro e gli impegni pubblici.
IL REGNO DEI SOGNI E DELLA FOLLIA rappresenta un’occasione unica per gettare un occhio dietro le quinte di una vera e propria fucina della fantasia che, dal 1985, anno della sua fondazione, affascina gli spettatori di tutto il mondo e di qualsiasi età.
Il documentario di Sunada, distribuito in Giappone nel 2013 e ancora ufficialmente inedito in Italia, costituisce materiale indubbiamente prezioso, soprattutto alla luce della recente riorganizzazione dello Studio Ghibli di cui, nell’agosto 2014, come potete leggere in un nostro articolo, è stata annunciata la chiusura temporanea, nel tentativo di comprendere come organizzare le attività di produzione alla luce del ritiro dal lavoro di Miyazaki, reso noto nel 2013.

[Fonte: StudioGhibli.it]

TUTTI I LUNGOMETRAGGI DELLO STUDIO GHIBLI

Rinfreschiamoci la memoria e (ri)scopriamo insieme tutti i lungometraggi realizzati dallo Studio Ghibli con le schede-film di Nientepopcorn.it:

Lascia un commento

jfb_p_buttontext