PaperShow: la prima raccolta di fumetti Disney con Paperica, l’alter ego di Vincenzo Mollica

La raccolta a fumetti PaperShow testimonia la lunga amicizia e collaborazione tra il cronista Rai Vincenzo Mollica e il mondo Disney.

Libri , di
PaperShow: la prima raccolta di fumetti Disney con Paperica, l’alter ego di Vincenzo Mollica

Vincenzo Mollica e Paperica: una storia tutta penna e piume, nel volume PaperShow

Dal 14 aprile, nelle librerie (fisiche e virtuali), sarà disponibile la raccolta PaperShow (Giunti Editore, 2021), omaggio Disney al lungo rapporto di amicizia tra il cronista Vincenzo Mollica e la testata Topolino.
Per la prima volta, sono state raccolte alcune delle migliori storie Disney che hanno per protagonista Vincenzo Paperica, l’alter ego di Mollica col becco creato negli anni Ottanta da uno dei più famosi fumettisti italiani, Andrea Pazienza (1956-1988).
Benché non abbia mai collaborato con Topolino, Pazienza ha disegnato spesso (in versione mai canonica) topi, paperi e… Pippo disneyani. Nel 1986, volle fare un piccolo regalo all’amico Mollica, creando Paperica. Partendo da quello schizzo significativo, a metà degli anni Novanta, il disegnatore Giorgio Cavazzano, uno dei Maestri della scuderia Disney italiana, ha sviluppato un personaggio tutto penna e piume. Su testo dello stesso Mollica, Cavazzano ha disegnato Paperino Oscar del centenario. La prima delle tante avventure a fumetti di Paperica venne pubblicata nel 1995, su Topolino n°2074, per celebrare i primi 100 anni del cinema. E, ovviamente, è stata inclusa nella raccolta edita da Giunti insieme ad altre 11 storie.

La lunga carriera di Vincenzo Mollica (e di Paperica!)

Nell’introduzione a Papershow, non a torto, Mollica parla di questo libro a fumetti come di un’autobiografia. “Ebbene sì, lo confesso: sono io l’uomo che visse due volte. La prima sul pianeta Terra con il nome di Vincenzo Mollica, la seconda volta sul pianeta piumato con il nome di Vincenzo Paperica. In entrambe le vite sono stato un cronista: la prima volta per quarant’anni al Tg1, la seconda per 25 anni a Paperopoli”.
Mollica si identifica molto con Paperica. Per esempio, il personaggio Disney compare al suo fianco anche sulla copertina del libro DoReCiakGulp (Rai Eri, 2006). In un’intervista rilasciata nel 2019 al Corriere della Sera, il giornalista ha confermato che il suo epitaffio sarà: “Qui giace Vincenzo Paperica che tra gli umani fu Mollica”.
Le storie raccolte in PaperShow, tutte pubblicate tra il 1995 e il 2020, hanno per protagonista un giornalista entusiasta della sua professione e impegnato a informare il pubblico sugli argomenti che egli stesso ama di più: musica, cinema, fumetti, televisione, letteratura.
Prima di ritirarsi ufficialmente a vita privata, a causa di gravi problemi di salute, Vincenzo Mollica (nato nel 1953, in Emilia-Romagna) è stato per decenni una firma e un volto amato della carta stampata e della tv, grazie alla sua lunga collaborazione con la Rai e il Tg1.
Nel corso degli anni, Mollica è stato inviato ad alcuni degli eventi mediatici nazionali e internazionali più importanti, dal Festival di Sanremo alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, dal concertone dell’1 maggio alla Notte degli Oscar.
Nella sua casa di Roma, Mollica conserva una incredibile collezione di cimeli e souvenir legata alla sua lunga esperienza nel mondo dello spettacolo e della cultura e alle tante star incontrate.

Paperica: 25 anni di storie a fumetti

tavola prima apparizione paperica paperino e loscar del centenario 1995

La prima apparizione di Vincenzo Paperica sulle pagine di Topolino, nel 1995 © Disney – Papershow Giunti Editore

Proprio come Mollica, quindi, nelle storie raccolte in Papershow, Paperica si imbarca in avventure mirabolanti, grazie alle quali conosce celebrità del calibro di Sharon Papertone, il Comandante Brasko, Trillo Montecorto, Paperello e Lib Sailor.
Gran parte delle storie di Paperica pubblicate per 25 anni su Topolino portano l’inconfondibile segno grafico di Cavazzano, abilissimo anche nelle caricature. Il suo tratto è così preciso ed efficace da rendere riconoscibili anche i volti a cui non è attribuito un nome particolare: Roberto Benigni, Stanlio e Ollio, John Wayne, Fred Astaire, Gene Kelly, John Travolta e, perfino, Pippo Baudo, Lilli Gruber ed Enrico Mentana.
Per Papershow, Cavazzano, che ha disegnato anche la copertina del libro, ha dichiarato: “Devo tantissimo a Vincenzo, signore vero. (…) Senza di lui, senza quelle storie, senza Paperica, non mi sarei mai seduto al tavolo da lavoro per disegnare cantanti e presentatori, attori, star e registi. Grazie a Vincenzo ho potuto perfino rendere delle illustrazioni le canzoni della grande, irraggiungibile, Mina. Sono felice di aver passato tanto tempo in compagnia di Paperica: questo personaggio ha saputo cambiare la mia vita in maniera incredibile. E mi ha fatto sognare.

L’ultimo fumetto di Paperica e l’ultimo Sanremo di Mollica

L’ultima storia a fumetti della raccolta PaperShow è Zio Paperone, Paperica e l’intervista definitiva, disegnata da Cavazzano su testo di Fausto Vitaliano. è stata pubblicata su Topolino n°3349, nel gennaio 2020, ed è una vera dichiarazione d’affetto nei confronti di Mollica, uscita quasi in concomitanza con l’ultima partecipazione del cronista al Festival di Sanremo nelle vesti di inviato del Tg1.

[Nella foto principale: un dettaglio della copertina del volume PaperShow © Disney – Giunti Editore].

Lascia un commento

jfb_p_buttontext