We All Scream for Ice Cream: parola di Jim Jarmusch

Il Cineclub Alphaville, supportato da Nientepopcorn.it, organizza una rassegna dedicata al cineasta statunitense di culto, un po' poeta, un po' vampiro, amato anche da colleghi e da grandi musicisti. Dal 24 al 28 marzo.

, di

Nuovi appuntamenti al Cineclub Alphaville (Roma, via del Pigneto 283) supportati da Nientepopcorn.it.

JIM JARMUSCH, IL CINEASTA ROCK

Questa settimana, gli amanti del cosiddetto cinema indipendente avranno l’acquolina in bocca: la programmazione del cineclub, infatti, sarà dedicata a quel geniaccio di Jim Jarmusch con una selezione doc del regista-poeta, un po’ vampiro, un po’ maudit (24-28 marzo).
A vent’anni dall’uscita nelle sale di DEAD MAN (1995), la filmografia del cineasta dell’Ohio ha continuato ad arricchirsi di personaggi iconici ed indimenticabili, dal sicario di GHOST DOG (1999) ai vampiri rock di SOLO GLI AMANTI SOPRAVVIVONO (2013).
Caratteristico egli stesso, con gli occhi cerulei e la zazzera folta e bianca, sembra uscito da un fumetto e non è casuale la sua affinità con personalità cinematografiche sopra le righe e dai gusti musicali ineccepibili come Aki Kaurismaki, che l’ha voluto come attore in LENINGRAD COWBOYS GO AMERICA (1989), e lo scrittore Paul Auster che l’ha ingaggiato per BLUE IN THE FACE (1993), suo debutto ufficiale ed accreditato alla regia.
Jarmusch ha diretto la créme degli attori contemporanei (Johnny Depp, Bill Murray, Tilda Swinton, Steve Buscemi, Tom Hiddleston, Roberto Benigni), affidando ai suoi amici musicisti (White Stripes, Tom Waits, Iggy Pop, Neil Young, Wu Tang Clan) gustosi camei e colonne sonore.

BIBLIÒ, LA PRIMAVERA ROMANA SI TINGE DI LETTERATURA E CINEMA

Inoltre, giovedì 26 marzo, prenderà il via Bibliò, il contenitore di libri in forma di arte (cinema, pittura, teatro, letteratura, musica, animazione, fotografia) creato dall’Alphaville con il contributo delle Biblioteche di Roma, per una primavera di letteratura, musica ed arti visive.
Questa settimana, in saletta, verrà festeggiata Pippi Calzelunghe, il personaggio creato dalla scrittrice svedese Astrid Lindgren nel 1945 e che, quest’anno, compie settant’anni. Introdotto da Patrizia Salvatori, verrà proiettato un vecchio episodio della serie tv dedicata alla fantasiosa ragazzina con trecce e lentiggini interpretata dall’indimenticabile Inger Nilsson.
Presso la Biblioteca Civica Marconi (Via Gerolamo Cardano, 135), invece, dalle 17 alle 19, l’Alphaville affronterà un must della letteratura (non solo) per l’infanzia che ha avuto infinite declinazioni in chiave cinematografica: Alice nel Paese delle Meraviglie di Lewis Carroll. Brani scelti dal romanzo e, con presentazione di Patrizia Salvatori, Alice va in città: da Malle e Quenau, da Svankmajer alla Pippi (con proiezione di sequenze dal film ZAZIE NEL METRO di Louis Malle, 1960). A seguire, visione e commento di foto realizzate da Lewis Carroll (a cura di G.Palazzolo) e Alice nella realtà. Divertendosi con Alice: conversazione divertente e divertita con Liliana Cantatore (nonsense, autoreferenzialità: un quadro di Escher, un canone di Bach. Flash: come si guarda un quadro, come si ascolta una musica). E, per concludere, L’animazione e la digitalizzazione. Le carte da gioco di Alice (Walt Disney, Tim Burton).

IL PROGRAMMA DELLA RASSEGNA

A meno di specifiche, tutti gli appuntamenti in saletta inizieranno alle alle 21.
Le proiezioni saranno precedute da sequenze tratte dai film COFFEE AND CIGARETTES (2003) e DAUNBAILÒ (1986).
Entrata con tessera e sottoscrizione.

Il programma della rassegna e le nostre schede-film:

24 marzo
MYSTERY TRAIN (1989)

25 marzo
GHOST DOG (1999)

26 marzo
BROKEN FLOWERS (2005)

27 marzo
DEAD MAN (1995). Inizio h.21.
STRANGER THAN PARADISE (1984). Inizio h.23.

28 marzo
I 70 anni di PIPPI CALZELUNGHE! – Proiezione di un episodio TV (1969) tratto dal romanzo omonimo di Astrid Lindgren. Inizio h.21.
SOLO GLI AMANTI SOPRAVVIVONO (2013). Inizio h.21:20.

[Nella foto, John Lurie, Roberto Benigni e Tom Waits in DAUNBAILÒ]

Lascia un commento

jfb_p_buttontext