Jean-Pierre Melville, il padre del polar cinematografico

Il Cineclub Alphaville, supportato da Nientepopcorn.it, organizza una rassegna dedicata al massimo esponente del polar, il poliziesco tipicamente francese che ha influenzato cineasti come Tarantino e Kitano. Dal 9 al 13 dicembre.

, di

Nuovi appuntamenti al Cineclub Alphaville (Roma, via del Pigneto 283) supportati da Nientepopcorn.it.

Settimana dedicata al maestro del polar cinematografico, il poliziesco alla francese che, sviluppatosi a partire dai tardi anni Cinquanta, non manca di sopravvivere nel cinema contemporaneo: Melville all’Alphaville!(9-13 dicembre), una breve rassegna caratterizzata da 5 superbi noir firmati dal portavoce del genere e, in aggiunta, un esempio di polar contemporaneo.
Cineasta indie ante litteram e profondo amante dell’arte cinematografica, Jean-Pierre Melville, nato Grumbach a Parigi nel 1917, senza aver mai frequentato una scuola di cinema (per questo, gli viene rifiutato il patentino di aiuto-regista) fonda una propria casa di produzione e, nel 1949, realizza il suo primo lungometraggio, IL SILENZIO DEL MARE che attira su di lui l’attenzione della critica e degli intellettuali: Cocteau lo contatta subito per adattare un suo romanzo che, sul grande schermo, diventerà I RAGAZZI TERRIBILI (1950).
Film a basso budget influenzati dai temi dei classici americani conquistano la gioventù francese e Melville non tarderà a trovare affinità nella coeva Nouvelle Vague: l’affrancamento dal movimento di Godard e Truffaut si sviluppa progressivamente, quando il cinema di Melville si fa più astratto e, paradossalmente, più vicino al grande pubblico.
Realizzando solo tredici lungometraggi, ha lavorato con alcuni tra i migliori attori francesi sulla piazza, da Delon, a Simone Signoret, fino a Lino Ventura, Gian Maria Volonté, Catherine Deneuve e Belmondo.
Melville, scomparso nel ’73, ha contribuito a caratterizzare un genere decisamente peculiare, influenzando un’intera generazione di cineasti, da John Woo a Quentin Tarantino, passando per Kitano.

A meno di specifiche, tutti gli appuntamenti in saletta inizieranno alle alle 21.
Entrata con tessera e sottoscrizione.

Il programma della rassegna e le nostre schede-film:

9 dicembre
LO SCIACALLO (1963)

10 dicembre
FRANK COSTELLO, FACCIA D’ANGELO (1967)

11 dicembre
BOB IL GIOCATORE (1955)
LE JENE DEL QUARTO POTERE (1958)

12 dicembre
TUTTE LE ORE FERISCONO… L’ULTIMA UCCIDE (1966)

13dicembre
Allievi noir doc: 36 QUAI DES ORFÈVRES (2004) di Olivier Marchal. Inizio h.20:30.

[Nella foto, Jean-Pierre Melville e Alain Delon]

Lascia un commento

jfb_p_buttontext