Dicembre al cinema: 5 film consigliati da Nientepopcorn.it!

Nientepopcorn.it vi suggerisce i film più interessanti tra quelli in uscita in sala a dicembre: abbiamo scelto un pugno di titoli abbastanza leggeri, ma, di sfuggita, vi segnaliamo anche qualche film impegnato. Guardate i trailer!

, di

Con il sopraggiungere del Natale, si sa, l’offerta di film al cinema diventa particolarmente ricca: Nientepopcorn.it vi aiuta a scegliere cinque tra i film che verranno distribuiti nelle sale italiane a dicembre.
La nostra insindacabile (e criticabile!) scelta è ricaduta su film dal tono leggero, ma in sala arriveranno anche titoli più impegnati, come MOMMY del canadese Xavier Dolan (candidato ad entrare nella cinquina dei migliori film stranieri agli Oscar 2015, in sala dal 4/12) e THE ROVER di David Michôd (distribuito dal 4/12).

MAGIC IN THE MOONLIGHT

Girato in Costa Azzurra nella primavera di quest’anno, MAGIC IN THE MOONLIGHT, il quarantacinquesimo lungometraggio scritto e diretto da Woody Allen, è una commedia ambientata negli anni Venti e segna il ritorno del regista in Francia, dopo il delizioso MIDNIGHT IN PARIS (2011): i protagonisti, Emma Stone e Colin Firth, interpretano una medium ed un prestigiatore incaricato di smascherarla.
Il film, già distribuito praticamente in tutto il mondo nei mesi scorsi e presentato in anteprima nazionale al Torino Film Festival, non pare aver entusiasmato la critica internazionale che imputa al quasi ottuagenario Allen (il cineasta newyorkese compirà 79 anni l’1 dicembre) una certa farraginosità narrativa che non permette ad un plot altrimenti intrigante di decollare (vedi le recensioni di Peter Bradshaw sul Guardian o di Tim Robins sul Telegraph).
Critiche a parte, resta comunque la curiosità di vedere la nuova prova di un autore che, nei suoi momenti migliori, ha saputo sempre intrigare il pubblico con arguzia.
MAGIC IN THE MOONLIGHT sarà nei cinema italiani dal 4 dicembre.

BIG HERO 6

La famiglia dell’Uomo Ragno incontra quella di Topolino: BIG HERO 6 è il primo film a “marchio” Marvel ad essere stato interamente prodotto dai Walt Disney Studios, dopo l’acquisizione del colosso dei fumetti, avvenuta nel 2009.
Il 54mo lungometraggio d’animazione di casa Disney, realizzato in computer graphic e diretto da Chris Williams e Dan Hall (BOLT-UN EROE A QUATTRO ZAMPE, 2008), si basa su una serie di fumetti ancora inedita in Italia: i tre numeri di Sunfire Big Hero Six sono stati pubblicati sul finire del 1998 negli USA a firma di Steven T. Seagle e Duncan Rouleau. I protagonisti di questi albi sono successivamente comparsi sul numero 17 del fumetto Alpha Flight (Tokyo Takedown) e, nel 2008, la serie, ambientata in un nuovo contesto, è stata ripresa in cinque albi con il titolo Big Hero 6.
Costato 165 milioni di dollari, BIG HERO 6 è uscito nelle sale americane il 7 novembre scorso, battendo al box office statunitense INTERSTELLAR di Christopher Nolan: dopo sole 72 ore di programmazione, il film della Disney aveva già guadagnato 56,2 milioni di dollari contro i 52,2 del suo diretto avversario al botteghino [fonte: CINEBLOG.it].
Ambientato in un futuro ipertecnologico, in cui elementi estetici ed iconografici della civiltà occidentale si fondono con quelli provenienti dall’Oriente (non a caso, la città in cui si svolge la vicenda si chiama San Fransokyo), BIG HERO 6 racconta di una variegata squadra di neo-supereroi che, insieme a Hiro, esperto di robotica, ed all’androide Byomax, dovranno sventare un pericoloso piano criminale.
BIG HERO 6 verrà distribuito nei cinema italiani dal 18 dicembre.

L’AMORE BUGIARDO-GONE GIRL

Dopo aver affrontato il primo capitolo della trilogia di Stieg Larsson (MILLENNIUM-UOMINI CHE ODIANO LE DONNE, 2011), David Fincher torna al cinema con L’AMORE BUGIARDO, film tratto dall’omonimo romanzo di Gillian Flynn, scrittore che si è occupato anche della sceneggiatura della pellicola.
L’AMORE BUGIARDO è un thriller che ha per protagonisti Ben Affleck e Rosamunde Pike: bugie, segreti e misteri avvolgono la scomparsa di una giovane donna il giorno del suo quinto anniversario di matrimonio.
Premiato con la Farfalla d’Oro Agiscuola all’ultimo Festival del Cinema di Roma e con tre Hollywood Film Award (Miglior Film, Miglior Sceneggiatura e Miglior Sonoro), L’AMORE BUGIARDO è stato definito “forse il film più freddo e spietato di Fincher” [fonte: COLLIDER.com].
Chi fosse curioso di conoscere in anteprima e nel dettaglio le vicende raccontate nel film, può trovare lo script de L’AMORE BUGIARDO a questo link, fornito dalla 20th Century Fox nell’ambito della campagna pubblicitaria For Your Consideration.
L’AMORE BUGIARDO arriverà nei cinema italiani il 18 dicembre.

IL RAGAZZO INVISIBILE

Con IL RAGAZZO INVISIBILE, Gabriele Salvatores affronta il “film con supereroi”, un genere inedito per il cinema italiano.
La campagna pubblicitaria del film, le cui riprese si sono svolte nell’autunno del 2013, ha coinvolto i media in maniera virale.
Nell’aprile di quest’anno, Gabriele Salvatores, Rai Cinema, 01 Distribution e la Indigo Film, in collaborazione con Radio Deejay, hanno indetto un concorso diretto ad artisti senza contratto discografico, per scegliere la canzone portante della colonna sonora della pellicola: tra gli oltre quattrocento brani inviati, ne sono stati scelti addirittura tre, tutti composti da ragazzi poco più che ventenni (Wrong Skin di Marialuna Cipolla, 21 anni; Halloween Party di Luca Benedetto, 23 anni; In a Little Starving Place dei Carillon, band la cui età media si aggira sui 22 anni).
A partire dal 6 novembre, inoltre, la Panini Comics ha iniziato la pubblicazione di un fumetto ispirato alla sceneggiatura de IL RAGAZZO INVISIBILE, scritto da Diego Cajelli (Nick Raider, Dampyr) e disegnato da Giuseppe Camuncoli (disegnatore di Hellblazer per la DC Comics), Werther Dell’Edera (tra gli artisti dell’acclamato Orfani della Bonelli) e Alessandro Vitti (altro bonelliano), con copertine di Sara Pichelli, disegnatrice Marvel dal 2008.
Il cast de IL RAGAZZO INVISIBILE annovera Valeria Golino, Kseniya Rappoport ed il giovane Ludovico Girardello, scelto tra oltre seicento candidati.
La pellicola vede anche la partecipazione di Fabrizio Bentivoglio che, con IL RAGAZZO INVISIBILE, collabora con Salvatores per la sesta volta.
Il film sarà nei cinema a partire dal 18 dicembre.

ST. VINCENT

Inserita da tempo dal progetto Black List nella lista dei “migliori film non ancora realizzati”, la sceneggiatura di ST. VINCENT è finalmente arrivata al cinema grazie all’esordiente Theodore Melfi.
Proiettata in anteprima al Toronto Film Festival, ST. VINCENT è una commedia che si fa forte dell’interpretazione di Bill Murray che, scritturato nel 2012, ha sostituito Jack Nicholson, scelto inizialmente per il ruolo del protagonista.
Insieme a Murray, compaiono Naomi Watts ed una vulcanica Melissa McCarthy, con la quale l’attore ha dichiarato di trovarsi a particolare agio, tanto da indicarla come possibile protagonista di un eventuale episodio dei Ghostbusters in gonnella.
Benché il film pare indugi verso il sentimentalismo, gira voce che le interpretazioni del cast (in cui spicca anche il giovanissimo Jaeden Lieberher) e la buona regia di Melfi risollevino la pellicola da un pericoloso ciglio.
In particolare, “non c’è nessuno come Bill Murray. Non c’è mai stato. Né mai ci sarà. È indispensabile. Rimanete al vostro posto dopo i titoli di coda: Murray annaffia una pianta morente cantando Shelter from the Storm di Bob Dylan. Questa scena da sola vale il doppio del prezzo del biglietto” [fonte: ROLLING STONE].
ST. VINCENT sarà nei cinema italiani a partire dal 18 dicembre.

CHAPLIN E NICK CAVE AL CINEMA

In qualità di succosi extra, vi segnaliamo due titoli “anomali”: il ritorno al cinema di TEMPI MODERNI (1936) di e con Charlie Chaplin, inserito nel progetto Il Cinema Ritrovato promosso dalla Cineteca di Bologna (nelle sale a partire dall’8 dicembre), a cento anni dalla nascita di Charlot, e il curioso documentario biografico 20000 DAYS ON EARTH (2014) incentrato su Nick Cave (al cinema dal 2 dicembre).

[Nella foto, un’immagine promozionale di Big Hero 6]

5 commenti

  1. Francesco / 29 novembre 2014

    Gran bel dicembre!

  2. Kagura / 29 novembre 2014

    Il “classico” (vedremo quanto) Disney a natale non me lo faccio mancare. SEMBRA interessante anche Il Ragazzo Invisibile, spero che non sia la solita italianata/brutta copia di produzioni americane..

  3. Gershwin / 29 novembre 2014

    Dal trailer “Il ragazzo invisibile” sembra una discreta trashata, no?
    I regali (visto che ormai si entra in clima) della Cineteca invece sono sempre ben accetti.

    • Stefania / 30 novembre 2014

      @sgannix: non so decidermi, in merito. Spero che Salvatores non abbia voluto strafare in senso “autorale”, non so se mi spiego.

      • Gershwin / 1 dicembre 2014

        A me preoccupa la recitazione, ho l’impressione che certe battute dette da attori italiani risultino poco credibili e sortiscano un effetto più che altro comico. Non riesco a capire se è un qualcosa di assoluto o sono influenzato dal fatto che è la mia lingua. Per dire, torno ora dalla visione di “Torneranno i prati” e anche lì in certe situazioni la recitazione mi è sembrata pessima tanto da minare la credibilità della scena.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext