Febbraio al cinema: 5 film consigliati da Nientepopcorn.it!

Nientepopcorn.it vi suggerisce i film più interessanti tra quelli in uscita in sala a febbraio: cinque fuoriclasse che spaziano dallo sci-fi alla rievocazione storica, passando per il sacro fuoco dell'arte. Guardate i trailer!

, di

Cinematograficamente parlando, l’imminente febbraio si prospetta come un mese eccellente: tra poche settimane, infatti, nei cinema italiani arriveranno alcuni tra i film più attesi dell’intera stagione.
Ad insindacabile (ma contestabile) giudizio della redazione di Nientepopcorn.it, ecco i cinque migliori film in uscita a febbraio 2015.

JUPITER – IL DESTINO DELL’UNIVERSO

I fratelli Andy e Lana Wachowski tornano al cinema con un altro film di fantascienza: dopo le alte aspettative deluse da CLOUD ATLAS (2012), ci auguriamo che JUPITER – IL DESTINO DELL’UNIVERSO (2014) sappia cavarsela meglio. L’exploit di MATRIX (1999) e l’incidenza che tale film ha avuto nell’estetica cinematografica del nuovo millennio ha letteralmente condannato i Wachowski a stupire sempre il pubblico, ma con il trascorrere degli anni i loro film non si sono rivelati all’altezza del primo capitolo della trilogia di MATRIX.
JUPITER è una pellicola sci-fi caratterizzata da fantasmagorici effetti visivi: si tratta del primo film realizzato dai Wachowski appositamente per gli schermi 3D. Protagonisti di una storia di destini incrociati intorno a cui ruota la sopravvivenza dell’ordine dell’universo sono Mila Kunis e Channing Tatum. Nel cast, anche il neo-candidato agli Oscar 2015 Eddie Redmayne e Sean Bean. Il regista Terry Gilliam compare in un cameo.
JUPITER sarà nei cinema italiani dal 5 febbraio (negli Stati Uniti, invece, verrà distribuito a partire dal 6).

BIRDMAN

Cosa dire di BIRDMAN (2014) di Alejandro González Iñárritu? La sua fama, ormai, lo precede ovunque.
Innanzitutto, questo film segna il ritorno di Michael Keaton ad un ruolo di assoluto protagonista (e pare che la sua prova d’attore sia eccellente). In secondo luogo, in un momento storico in cui i supereroi in fase di svecchiamento concettuale abbondano, l’eroe alato al centro del quinto lungometraggio del cineasta messicano (qui, anche sceneggiatore) offre un inedito punto di vista sull’argomento (e non solo).
Vincitore di due Gotham Award (Miglior Film, Miglior Attore) e di due Golden Globe 2015 (Miglior Attore Commedia/Musical, Miglior Sceneggiatura), BIRDMAN è pluricandidato ai BAFTA (10 nomination) e agli Oscar (8 nomination). Tra le statuette ambite in entrambe le competizioni, ci sono quelle per la miglior fotografia (Emmanuel Lubezki, THE TREE OF LIFE, 2011) e per i migliori attori non protagonisti, Edward Norton ed Emma Stone. Nel cast, anche Zach Galifianakis e Naomi Watts .
BIRDMAN planerà (oh oh oh…) nelle sale italiane il 5 febbraio.

SELMA – LA STRADA PER LA LIBERTÀ

Tra i film più snobbati dall’Academy per la cerimonia degli Oscar 2015, SELMA (2014) della regista afroamericana Ava DuVernay, nominata grazie a questo lungometraggio per la Miglior Regia ai Golden Globe, ai Satellite Award, ai Critics’ Choice Award (il premio, in questo caso, è andato a Richard Linklater per BOYHOOD) e agli Indipendent Spirit Award.
SELMA è la rievocazione cinematografica di una delle famose marce compiute nel 1965 dalla città di Selma a quella di Montgomery, in Alabama, in favore dei diritti civili negli Stati Uniti. I manifestanti, guidati dal reverendo Martin Luther King (David Oyelowo) si riunirono nella cittadina del profondo Sud degli States per esprimere pacificamente la loro opposizione alla resistenza bianca che negava il diritto di voto ai cittadini americani di colore. Nel cast, Tim Roth nei panni di George Wallace, governatore dell’Alabama, e Tom Wilkinson in quelli del Presidente USA Lyndon Johnson. Il film è stato prodotto, tra gli altri, da Brad Pitt e Oprah Winfrey.
SELMA verrà distribuito nei cinema dal 12 febbraio.

WHIPLASH

WHIPLASH (2014), scritto e diretto dal trentenne Damien Chazelle, ha iniziato la sua trionfale cavalcata nel maggio 2014, passando al Festival di Cannes nella sezione Quinzaine des Réalisateurs e stupendo la critica. Da allora, la notorietà conquistata a suon di importanti nomination e premi vinti (Premio del Pubblico al Sundance, tra gli altri) hanno fatto di questo lungometraggio ambientato nel mondo della musica uno dei titoli più attesi dell’anno. Disperavamo di riuscire a vederlo in Italia sul grande schermo in tempi ragionevoli: forse, le cinque candidature ai Premi Oscar (tra cui compare quella per il Miglior Film) e il recente Golden Globe come Miglior Attore Non Protagonista alla grande “spalla” J.K. Simmons hanno fatto ciò che gli ottimi responsi della critica internazionale non erano riusciti ad ottenere prima.
Il giovane protagonista, il diciannovenne Andrew, è interpretato da Miles Teller (THE SPECTACULAR NOW, 2013, rimasto inedito nel nostro Paese): candidato per questo ruolo ai Satellite e ai Gotham Award, si propone come una delle più promettenti star internazionali del 2015.
In WHIPLASH ci sono sudore, passione, alienazione, ambizione, tormento, sangue (nel vero senso della parola), elementi che il cinema associa spesso alla rappresentazione delle grandi personalità della cultura e dello sport: eppure, signori miei, qui si parla nientemeno che di batteria jazz.
WHIPLASH sarà nei cinema italiani dal 12 febbraio.

VIZIO DI FORMA

Stando ai trailer e alle immagini rilasciate in questi mesi, Paul Thomas Anderson sembra tornare alla grande sulla scena mondiale con VIZIO DI FORMA (2014), adattamento cinematografico del romanzo di Thomas Pynchon che è valso al film la candidatura per la Miglior Sceneggiatura Non Originale. A tre anni anni da THE MASTER (2012), vedremo di nuovo insieme Anderson e Joaquin Phoenix, a cui è stato affidato il ruolo di Doc Sportello, un bizzarro investigatore privato coinvolto in un affare più intricato del previsto. Nel numeroso cast (un ritorno agli esordi, per Anderson), anche Josh Brolin, Reese Witherspoon, Owen Wilson, Benicio Del Toro, Martin Short e Jena Malone.
Ambientato tra la California ed il Texas degli anni Settanta, VIZIO DI FORMA è stato definito un surf noir, uno psichedelico gioco chiassoso in puro stile Pynchon, ombroso scrittore statunitense assurto alla notorietà nel 1973 con il romanzo L’arcobaleno della gravità. Affidandosi alla fotografia di Robert Elswit e alle musiche originali di Johnny Greenwood dei Radiohead, VIZIO DI FORMA promette maledettamente bene. In sala dal 26 febbraio.

IL CINEMA RITROVATO DELLA CINETECA DI BOLOGNA

Solita chicca mensile extra “offerta” dal progetto Il Cinema Ritrovato della Cineteca di Bologna: dal 9 febbraio, sarà di nuovo in sala SALVATORE GIULIANO (1962) di Francesco Rosi, grande cineasta italiano recentemente scomparso.

[Nella foto: Joaquin Phoenix in VIZIO DI FORMA]

Lascia un commento

jfb_p_buttontext