Filoteo Alberini, il pioniere italiano del cinema

All'inventore è dedicato il Festival del Cortometraggio di Orte, giunto quest'anno alla sua quinta edizione (24-28 ottobre 2017). Nella cittadina del viterbese, si svolgeranno laboratori sul cinema e i Manetti Bros. riceveranno un premio prestigioso.

, di

L’ALBA DELLA STORIA DEL CINEMA: IL KINETOGRAFO DI FILOTEO ALBERINI

Filoteo Alberini: chi era costui? Dietro questo nome d’altri tempi, si cela un pioniere della cinematografia. Nel 1894, Alberini inventò e brevettò il kinetografo, un apparecchio per la ripresa e la proiezione basato su una precedente invenzione di Thomas Edison. Il destino ha voluto che, per una manciata di mesi, Alberini ha perso il primato della prima proiezione cinematografica avvenuta in sala. Nel dicembre 1895, infatti, a un anno dalla richiesta di registrazione del brevetto, mentre Alberini otteneva dal Ministero dell’Industria e Commercio italiano il sospirato documento, i Fratelli Lumière proiettavano per la prima volta a Parigi L’USCITA DALLE OFFICINE LUMIÈRE, dando ufficialmente inizio alla storia del cinema.
In Italia, Alberini conquistò comunque alcuni primati. Fu lui ad aprire la prima sala cinematografica del nostro Paese, la sala Reale Cinematografo Lumiere di Firenze (1899), e fu sempre lui ad aprire il primo cinema di Roma, il Moderno di Piazza Esedra, inaugurato nel 1904. Insieme all’amico Dante Santoni, sempre durante quell’anno fondò nella capitale la ditta Primo Stabilimento Italiano di Manifattura Cinematografica Alberini e Santoni, diventata la nota Cines poco più tardi.

IL QUINTO FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO DI ORTE INTITOLATO AD ALBERINI

A questa figura decisamente importante ma misconosciuta della storia del cinema, è dedicato il Festival del Cortometraggio di Orte, la cittadina del viterbese in cui Alberini nacque nel 1867.
Ideato da una coppia di giovani ortani, Antonio Pantaleoni ed Emanuele Moretti (entrambi classe 1986), e sostenuto dal Comune di Orte, quest’anno il festival è giunto alla sua quinta edizione e si svolgerà dal 24 al 28 ottobre 2017.
Il suo obiettivo è quello di premiare i migliori cortometraggi italiani, fra quelli iscritti alla manifestazione nelle scorse settimane.
Fra i membri della giuria, figurano il regista siciliano Vittorio Sindoni (GLI ANNI STRUGGENTI, 1979) e l’attore Matteo Branciamore (I CESARONI).
In occasione del Festival, i registi Manetti Bros., recentemente a Venezia 2017 con il film AMMORE E MALAVITA, riceveranno il Premio Filoteo Alberini per l’eccellenza cinematografica.
Fra le iniziative proposte al pubblico, ricordiamo i laboratori didattici sul cinema e la proiezione del film ABBRACCIALO PER ME (2016) a cui interverrà il regista, Sindoni, e l’attore protagonista, Moisè Curia, anch’egli fra i giurati del Festival.

CATEGORIE: Premi

Lascia un commento

jfb_p_buttontext