Il festival internazionale di animazione di Annecy compie 40 anni

Tra pochi giorni (13-18 giugno 2016) prenderà il via la nuova edizione della più importante manifestazione internazionale dedicata al cinema di animazione: grandi anteprime, 9 lungometraggi e un mare di corti in concorso. Scoprite tutto su Nientepopcorn.it.

, di

I 40 ANNI DEL FESTIVAL DI ANNECY

Tra pochi giorni, il Festival International du Film d’Animation d’Annecy compirà 40 anni (13-18 giugno 2016): la nuova edizione de la più importante manifestazione mondiale dedicata all’animazione sarà contrassegnata dalla proiezione del quinto capitolo della saga de L’ERA GLACIALE (L’ERA GLACIALE – IN ROTTA DI COLLISIONE), in uscita in Italia il 25 agosto, dall’anteprima europea di ALLA RICERCA DI DORY (Finding Dory), il sequel Disney Pixar di ALLA RICERCA DI NEMO (Finding Nemo, 2003) che uscirà nelle sale italiane il 15 settembre, e del cortometraggio abbinato PIPER di Alan Barillaro, dalla diffusione ufficiale di alcune sequenze di un altro film Disney, l’atteso OCEANIA (Moana) diretto dalla coppia di ALADDIN (1992), Ron Clements e John Musker, e del corto che gli verrà associato al momento della release (23 novembre negli Stati Uniti, 23 dicembre in Italia), INNER WORKINGS di Leo Matsuda.

Il manifesto ufficiale del Festival di Annecy 2016

ANNECY 2016: INCONTRI CON GLI AUTORI E FILM IN CONCORSO

Tra i consueti incontri con gli autori, segnaliamo le “lezioni” di Guillermo del Toro (al lavoro su TROLLHUNTERS, film animato della Dreamworks di prossima produzione) e dell’animatore canadese John Kricfalusi alias John K. (THE REN & STIMPY SHOW).
La manifestazione ospiterà oltre 200 titoli, tra lungometraggi, corti e film per la tv, e sarà aperta da LA TORTUE ROUGE (2016), il film di animazione firmato dall’olandese Michaël Dudok de Wit in collaborazione con lo Studio Ghibli che, all’ultimo Festival di Cannes, ha vinto il premio speciale della giuria nella sezione Un certain regard.
A proposito di riconoscimenti ufficiali, il Festival di Annecy prevede un concorso per i lungometraggi: la giuria formata dal compositore francese Bruno Coulais (che terrà anche una lezione su musica e animazione), dalla direttrice del canale televisivo France 4 Tiphaine de Raguenel e dalla regista Sarah Smith (IL FIGLIO DI BABBO NATALE, 2012) sarà chiamata a scegliere tra nove film di animazione provenienti da tutto il mondo, fra i quali segnaliamo MY LIFE AS A COURGETTE (Ma vie de courgette) della cineasta francese Claude Barras (AU PAYS DES TETES, 2009). Passato anch’esso a Cannes, il film, tratto da un libro di Gilles Paris, vanta una sceneggiatura firmata da Céline Sciamma (DIAMANTE NERO, 2014; TOMBOY, 2011) e segna il suo debutto nel mondo dell’animazione: usando un nuovo veicolo espressivo, la regista e sceneggiatrice francese non smette di parlare di tematiche legate alla pubertà e all’adolescenza.

Ecco l’elenco dei lungometraggi in gara a Annecy 2016:

25 APRIL di Leanne Poley (Nuova Zelanda)
SNOWTIME! di Jean-François Pouliot, François Brisson (Canada)
LA JEUNE FILLE SANS MAINS di Sébastien Laudenbach (Francia)
MY LIFE AS A COURGETTE di Claude Barras (Svizzera,Francia)
NUTS! di Penny Lane (Stati Uniti)
PSICONAUTAS, THE FORGOTTEN CHILDREN di Pedro Rivero, Alberto Vázquez (Spagna)
SEOUL STATION di Sang-ho Yeon (Corea del Sud)
SHEEP AND WOLVES di Maxim Volkov (Russia)
WINDOW HORSES di Ann Marie Fleming (Canada)

Il festival di Annecy annovera anche una competizione dedicata ai cortometraggi, la forma cinematografica prediletta dai creatori di prodotti di animazione. In questo caso, la giuria sarà composta dalla regista statunitense Brenda Chapman (RIBELLE – THE BRAVE, 2012; IL PRINCIPE D’EGITTO, 1998), dal giornalista francese Éric Libiot e dal produttore e animatore giapponese Shuzo John Shiota. I titoli in competizione tra i corti sono moltissimi e, per scoprirli nel dettaglio, vi rimandiamo direttamente alla sezione dedicata sul sito ufficiale della kermesse.

CATEGORIE: Premi

Lascia un commento

jfb_p_buttontext