Festa del Cinema di Roma 2017: Lynch, Dolan e gli altri

La prossima Festa del Cinema di Roma (26 ottobre-5 novembre) vedrà convergere sull'Auditorium Parco della Musica grandi nomi del cinema e della cultura internazionale, una trentina di nuovi lungometraggi e omaggi alle firme italiane della Settima Arte.

, di

GRANDI OSPITI ALLA FESTA DEL CINEMA DI ROMA 2017

Gli organizzatori della Festa del Cinema di Roma iniziano a rendere noti gli appuntamenti più interessanti dell’edizione 2017 (26 ottobre – 5 novembre).
Scorrendo i recenti annunci pubblicati sul sito ufficiale della manifestazione, balza subito agli occhi il ricco parterre di ospiti che interverrà all’evento.
In occasione del quarantesimo anniversario del debutto del suo primo lungometraggio, ERASERHEAD (1977), David Lynch riceverà il Premio alla Carriera e sarà protagonista di un incontro con il pubblico.
Tra gli altri artisti che interverranno agli Incontri Ravvicinati della Festa del Cinema 2017, ci saranno anche l’attore Ian McKellen, conosciuto dai fan di X-MEN e IL SIGNORE DEGLI ANELLI come Magneto e Gandalf, l’attrice Vanessa Redgrave, moglie di Franco Nero e premio Oscar 1978 (GIULIA, 1977), lo scrittore Chuck Palahniuk, che, durante l’appuntamento American Gothic, parlerà dei suoi film horror preferiti, e il cineasta canadese Xavier Dolan, ragazzo prodigio della cinematografia internazionale, attualmente al lavoro sul suo nuovo film.

FESTA DEL CINEMA DI ROMA 2017: LA SELEZIONE UFFICIALE, UNA RETROSPETTIVA E GRANDI FILM RESTAURATI

La selezione ufficiale della Festa del Cinema di Roma 2017 presenterà alla platea una trentina di lungometraggi: i titoli saranno resi noti il 10 ottobre, durante la presentazione ufficiale della kermesse, ma è già stato reso noto che uno di essi sarà LOGAN LUCKY, il nuovo film di Steven Soderbergh con Chunning Tatum, Adam Driver e Daniel Craig.
Il dodicesimo appuntamento con la manifestazione romana si svolgerà, come da tradizione, presso l’Auditorium Parco della Musica e sarà caratterizzato da un cartellone che si preannuncia decisamente ricco.
Il programma reso noto finora prevede una retrospettiva dedicata alle gloriose maestranze del cinema nostrano, La scuola italiana, realizzata in collaborazione con Istituto Luce Cinecittà e Centro Sperimentale di Cinematografia, e la proiezione di tre film restaurati: DILLINGER È MORTO (1969) di Marco Ferreri, MISERIA E NOBILTÀ (1954) di Mario Mattoli e SACCO E VANZETTI (1977) di Giuliano Montaldo.
Alla Festa sarà presente anche la critica internazionale con alcune grandi firme del giornalismo, come A.O. Scott del The New York Times e Justin Chang del Los Angeles Times, che interverranno a un dibattito al quale parteciperà la storica del cinema Annette Insdorf.

CATEGORIE: Festival

Lascia un commento

jfb_p_buttontext