Darren Aronofsky re a Berlino.

Il regista newyorkese, Leone d'Oro con "The Wrestler", presiederà la Berlinale 2015 che si terrà a febbraio. Non si conoscono ancora i film in concorso, ma una cosa è certa: l'omaggio a Wim Wenders.

, di

ARONOFSKY PRESIDENTE DI GIURIA DELLA BERLINALE 2015

Darren Aronofsky sarà il Presidente della giuria del Festival Internazionale del Cinema di Berlino 2015 (5-15 febbraio).
Ieri (4 novembre), l’ufficio stampa della Berlinale ha reso nota tale scelta diffondendo una dichiarazione di Dieter Kosslick, Direttore del festival, secondo cui Aronofsky, pur non avendo mai partecipato alla manifestazione: “si è distinto come un protagonista di spicco, nel mondo del cinema contemporaneo” [fonte: HITFIX.com].
A sua volta, Darren Aronofsky ha dichiarato: “Quello della Berlinale è un cinema sempre emozionante ed affascinante. Non vedo l’ora di ammirarlo in una delle grandi città del pianeta”.

DARREN ARONOFSKY: UNA CARRIERA RICCA DI PREMI

Conclusi gli studi all’Università di Harvard, Darren Aronofsky, nato a New York nel 1969, è balzato agli onori della cronaca cinematografica con PI GRECO – IL TEOREMA DEL DELIRIO (1998), film che gli valse il premio per la Miglior Regia al Sundance Film Festival e quello per il Miglior Soggetto agli Indipendent Spirit Awards.
Aronofsky ha partecipato al Festival di Cannes nel 2000 con REQUIEM FOR A DREAM e alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, nel 2006, con il visionario THE FOUNTAIN – L’ALBERO DELLA VITA.
Tornato a Venezia nel 2008, Aronofsky ha vinto il Leone d’Oro con il dolentissimo THE WRESTLER, facendosi forte anche della bella interpretazione di un ritrovato Mickey Rourke.
Nel 2011, IL CIGNO NERO (2010), film candidato, tra gli altri, agli Oscar per il Miglior Film e la Miglior Regia, è valso la statuetta come Miglior Attrice Protagonista a Natalie Portman.
L’ultimo film di Darren Aronofsky è il kolossal NOAH (2014) con Russell Crowe e Jennifer Connelly, discussa rilettura di alcuni capitoli del libro della Genesi biblica.
Tra i progetti cinematografici di Darren Aronofsky, pare ci sia una spy-story, RED SPARROW, tratta da un romanzo di Jason Matthews che ha per protagonista Dominika Egorova, ufficiale dell’intelligence della Russia di Putin: la donna è costretta contro la sua volontà a diventare uno “sparrow”, ovvero una seduttrice addestrata, al fine di ottenere importanti informazioni da un giovane ufficiale della CIA [fonte: FILMSCHOOLREJECTS.com].

BERLINALE 2015: OMAGGIO A WIM WENDERS

La lista dei film che verranno presentati alla Berlinale 2015 non è ancora nota.
Attualmente, oltre alla nomina di Darren Aronofsky come Presidente della giuria preposta all’assegnazione degli Orsi, è certo l’omaggio del Festival di Berlino a Wim Wenders.
Il regista tedesco, infatti, verrà premiato con un Orso d’Oro alla carriera e la proiezione de IL CIELO SOPRA BERLINO (1987) inaugurerà il festival al Berlinale Palast.
Successivamente, verranno proiettati altri dieci titoli della sua filmografia.
Rainer Rother, curatore della retrospettiva dedicata a Wim Wenders, descrive così l’evento: “Ciò che impressiona di Wim Wenders è la diversità delle sue affinità artistiche, il suo lavoro non solo come regista, ma anche come autore e fotografo. Ha onorato artisti che ammira in numerosi saggi cinematografici, come Ozu Yasujiro in TOKYO-GA (1985) o più recentemente, il fotografo Sebastião Salgado ne IL SALE DELLA TERRA (2014)”.
Nel dedicare l’omaggio a Wim Wenders, onoriamo uno degli autori contemporanei più noti. Il suo lavoro poliedrico (…) ha plasmato la memoria vivente del cinema e continua ad ispirare altri registi”, ha dichiarato Dieter Kosslick, direttore della Berlinale [fonte: BERLINALE.de]

[Nella foto: Darren Aronofsky e Mickey Rourke a Venezia, nel 2008]

CATEGORIE: Premi

1 commento

  1. Francesco / 5 novembre 2014

    Contento per Darren, di cui ho sempre avuto una certa stima 🙂 . Spero però che i suoi prossimi lavori siano lontani dalla levatura di Noah…

Lascia un commento

jfb_p_buttontext