Twin Peaks Day 2020: l’Agente Cooper rivive in un video su Tik Tok

Per il Twin Peaks Day 2020, Kyle MachLachlan ha vestito di nuovo i panni dell'agente speciale Cooper. Quest'anno ricorre il trentennale della famosa serie tv: ci sarà Twin Peaks 4?

Curiosità , di
Twin Peaks Day 2020: l’Agente Cooper rivive in un video su Tik Tok

Kyle MacLachlan è di nuovo l’agente speciale Cooper di “Twin Peaks” in un video su Tik Tok

In occasione del Twin Peaks Day 2020, l’attore Kyle MacLachlan, che ha interpretato l’agente speciale dell’FBI Dale Cooper nell’universo cinetelevisivo di Twin Peaks, ha scelto di festeggiare l’anniversario con un video pubblicato sul suo account ufficiale di Tik Tok.
Con strumenti artigianali degni di Michel Gondry o dei remake low budget dei ragazzi del gruppo Studio 188, e recitando in lip sync con l’audio originale in sottofondo, comprensivo delle musiche di Angelo Badalamenti, l’attore ha ricreato una nota sequenza dell’episodio pilota de I SEGRETI DI TWIN PEAKS in cui compare per la prima volta nei panni dell’agente Cooper insieme al fido registratore vocale che, da quel momento, sarebbe tornato spesso nel telefilm cult.
I fan della famosa serie tv ricorderanno sicuramente questa battuta: “Diane, it’s 11:30 a.m., February 24th. Entering the town of Twin Peaks (nella versione italiana del telefilm, venne tradotta così: Diane, 11:30 di mattina del 24 febbraio. Sono quasi arrivato a Twin Peaks)”.

Il divertente remake di una famosa scena dell’episodio pilota di “Twin Peaks”

Il risultato è molto divertente, perché, come ai tempi di TWIN PEAKS, dove le situazioni surreali abbondavano, MacLachlan interpreta l’indimenticabile Cooper con aplomb invidiabile e, in questo caso, molta autoironia.

@kyle_maclachlanDiane, it’s 11:30 am, February 24th. Entering the town of #TwinPeaks…and TikTok.Tag me in your duets today and I’ll share some of my favorites ?☕️?♬ original sound – kyle_maclachlan

Vi mostriamo anche il video originale tratto dal primo episodio di TWIN PEAKS, perché possiate fare un confronto e apprezzare la performance di MachLachlan.

  • Twin Peaks
    8.5/10 369 voti
    Leggi la scheda

    Il successo internazionale di “Twin Peaks”, telefilm cult

    Secondo una tradizione di origine televisiva ormai consolidata da decenni, il 24 febbraio è il Twin Peaks Day, il giorno in cui si ricorda il ritrovamento del cadavere di Laura Palmer (Sheryl Lee), la studentessa sedicenne dalla doppia vita intorno a cui ruota tutta l’epopea televisiva e cinematografica di Twin Peaks.
    Nel 1990, con la prima messa in onda del telefilm sulla ABC, Mark Frost e David Lynch hanno rivoluzionato il concetto di serialità televisiva con I SEGRETI DI TWIN PEAKS (Twin Peaks, 1990-1991), un telefilm che, con i suoi misteri, è riuscito ad appassionare e turbare il pubblico tutto il mondo.

Chi ha ucciso Laura Palmer? Il tormentone tv di inizio anni Novanta

L’immagine del corpo di Laura Palmer avvolto nella plastica e il tormentone mediatico Chi ha ucciso Laura Palmer?, la foto della ragazza ritratta come reginetta del ballo e collocata sulla mensola del caminetto di casa Palmer e il fantomatico diario segreto di Laura Palmer, scritto dalla figlia di Lynch e diventato un bestseller, sono entrati subito nell’immaginario collettivo dei primi anni Novanta, con una dirompenza sconosciuta ad altre serie tv.
In Italia, TWIN PEAKS arrivò diversi mesi dopo, nel gennaio 1991, e venne programmato in prima serata, su Canale 5. Il successo fu tale che l’allora Fininvest recuperò in corsa tutti gli episodi della serie tv, fino a trasmettere l’ultima puntata della seconda stagione a poche ore di distanza dalla messa in onda statunitense.
Nel 1992, David Lynch ha realizzato il film FUOCO CAMMINA CON ME (Fire Walk With Me), un prequel cinematografico della serie tv, con gli stessi attori del telefilm e guest star particolarmente originali, come i cantanti David Bowie e Chris Isaak. Ma, invece, di sbrogliare la già complicata matassa creata dalla serie tv, il film rese ancora più fitti e inviolabili i misteri di Twin Peaks.

“Twin Peaks 3”: sequel o stagione autonoma?

26 anni dopo la programmazione dell’ultimo episodio di TWIN PEAKS, Lynch e Frost hanno avuto la possibilità di rimettere mano alla loro creatura, realizzando TWIN PEAKS: IL RITORNO (Twin Peaks, 2017), che, in qualche modo, è improprio definire come la terza stagione della vecchia serie tv. È una sorta di sequel in 10 puntate prodotto e trasmesso da Showtime, collegato ma a suo modo indipendente dalle due stagioni andate in onda tanti anni prima. Lynch ha affermato di averla concepita come un film di 10 ore.
Oltre a trovare (forse) una conclusione alla storia di Laura Palmer, tra vecchi personaggi e nuove suggestioni, al suo interno è possibile ravvisare un filo conduttore che collega tutti i titoli che compongono la filmografia di David Lynch.
Garmonbozia, sogni e incubi, bellezza e oscurità sono il materiale che, con leggeri scarti, Lynch ha sempre manipolato per modellare le sue storie disturbanti e fascinose. E il mondo di Twin Peaks le concentra e amplifica tutte, dandogli (anche se è difficile a credersi) un senso compiuto.

“Twin Peaks 4”: dubbi e indizi sui nuovi episodi della serie tv

Benché gli ultimi episodi di TWIN PEAKS diano l’impressione che il ciclo narrativo ideato da Lynch e Frost si sia concluso e che Showtime abbia detto esplicitamente che la terza è stata contemplata come stagione finale di TWIN PEAKS, fin dal 2017 si rumoreggia di una nuova stagione della serie tv.
A questo proposito, all’epoca, Lynch dichiarò: “È troppo presto per dire se ci sarà una quarta stagione della serie. Se così fosse, dovremmo aspettare ancora qualche anno, perché mi ci sono voluti quattro anni e mezzo per scrivere e filmare questa stagione”.
Ecco che, a distanza di un paio d’anni da quelle parole, nell’autunno scorso, hanno cominciato a circolare strani indizi su una possibile realizzazione di TWIN PEAKS 4. Tra questi, c’è una foto sibillina pubblicata a fine settembre 2019 su Instagram dall’attore Michael Horse che, in tutte le puntate di TWIN PEAKS, ha interpretato il vicesceriffo Hawk.
Pur avendo chiamato il suo profilo @officialdeputyhawkk_, con un chiaro riferimeno al telefilm, Horse non pubblica spesso contenuti relativi al personaggio interpretato nella serie tv. Eppure, a settembre 2019, l’attore ha condiviso un’immagine tratta da TWIN PEAKS che lo ritrae mentre guarda perplesso il vicesceriffo Brennan (Harry Goaz) che, con un dito sulle labbra, gli intima il silenzio. A voler essere maliziosi, l’immagine, priva di didascalia, potrebbe sottintendere l’esistenza di un segreto, come la produzione di TWIN PEAKS 4, che il cast dovrà tenere nascosto ancora per qualche tempo.

30 anni di “Twin Peaks”: le celebrazioni ufficiali

Intanto, ad aprile 2020, cadrà il 30mo anniversario della prima messa in onda di TWIN PEAKS.
Dal 3 al 5 maggio, sono previste celebrazioni a Graceland, a Memphis, Tennessee, nella tenuta di Elvis Presley, di cui Lynch è un grande fan.
All’evento ufficiale autorizzato dalla produzione, tra sessioni fotografiche, proiezioni della serie tv e concerti, parteciperanno alcuni attori della famosa serie tv, come Dana Ashbrook (Bobby Briggs), Sherylin Fenn (Audrey Horne) e Sheryl Lee (Laura Palmer). Diamo per scontato fin d’ora che saranno servite grosse fette di torte alla ciliegia, ciambelle e molte tazze di caffè nero.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext