“The Haunting of Bly Manor”: 5 cose da sapere sulla serie tv horror Netflix

Arrivata sul catalogo Netflix Italia a ottobre, 'Bly Manor' è la nuova miniserie horror Netflix. Ecco 5 cose da sapere sul telefilm, senza spoiler.

Curiosità , di
“The Haunting of Bly Manor”: 5 cose da sapere sulla serie tv horror Netflix

Curiosità su “The Haunting of Bly Manor”

Dal 9 ottobre, sul catalogo Netflix Italia, è disponibile THE HAUNTING OF BLY MANOR, una nuova miniserie horror Netflix.
Poche ore dopo la pubblicazione, THE HAUNTING OF BLY MANOR è diventato uno dei contenuti più visti su Netflix e, in questi giorni, sta ricevendo buone valutazioni anche su NientePopcorn.it, candidandosi a essere una delle migliori serie tv 2020.
Che abbiate già visto i 9 episodi della nuova serie Netflix, o che vi stiate accingendo a godervi qualche brivido di paura sul divano di casa, ecco 5 cose da sapere su Bly Manor (tranquilli, niente spoiler).

  • The Haunting of Bly Manor
    6.6/10 11 voti
    Leggi la scheda

    A. La trama di “Bly Manor” (senza spoiler!)

    La vicenda principale della serie tv THE HAUNTING OF BLY MANOR (2020) è ambientata in Inghilterra, nel 1987.
    Il telefilm racconta la storia di Dani (Victoria Pedretti), una ragazza americana assunta da Lord Henry Wingrave (Herny Thomas), affinché si trasferisca nella tenuta di famiglia di Bly Manor, nell’Essex, e faccia da istitutrice ai nipoti Miles (Benjamin Evan Ainsworth) e Flora (Amelie Bea Smith), rimasti orfani da un paio d’anni.
    Ben presto, Dani viene a conoscenza di una macabra storia legata alla tenuta dei Wingrave.

B. “The Haunting”, le serie tv Netflix ispirate a classici della letteratura horror

Bly Manor fa parte del progetto antologico The Haunting, inaugurato nel 2018 da Netflix con Hill House.
In entrambi i casi, si tratta di serie tv horror ispirate a famose opere di letteratura adattate per la televisione dallo sceneggiatore Mike Flanagan.
THE HAUNTING OF HILL HOUSE prende spunto dal romanzo L’incubo di Hill House (1959) di Shirley Jackson (1916-1965). THE HAUNTING OF BLY MANOR si basa sul racconto Il giro di vite (1898) di Henry James (1843-1916).

C. “Bly Manor” è il sequel di “Hill House”?

Le due serie tv sono autoconclusive e Bly Manor non è il sequel di Hill House. Come confermato da Flanagan in un’intervista al magazine Entertainment Weekly, i due telefilm non sono connessi fra di loro dal punto di vista narrativo, anche se in Bly Manor compaiono diversi attori che hanno recitato in Hill House e alcuni dettagli dell’una ricorrono nell’altra.
Per esempio, come è noto ai fan, in Hill House, fantasmi e apparizioni sovrannaturali sono nascosti nella casa e alcuni dei più spaventosi possono essere notati solo prestando particolare attenzione a ciò che appare sullo schermo.
A proposito di elementi ricorrenti, in un’intervista alla rivista Elle, Flanagan ha parlato degli Easter Egg horror di Bly Manor. Hill House era una storia molto contenuta. [In Bly Manor] Abbiamo molto più materiale e molti tipi di fantasmi. Ci sono echi tematici della prima stagione, come il fatto che un fantasma può essere molte cose diverse, la maggior parte delle quali sono molto umane”.

D. “Il giro di vite” e l’horror contemporaneo

Fin dalla sua prima pubblicazione a puntate sulla rivista statunitense Collier’s Weekly, alla fine dell’Ottocento, il racconto Il giro di vite di Henry James riscosse un grande successo. La scrittrice Virginia Woolf (1882-1941), che conobbe personalmente l’autore, ne ha scritto: “Dobbiamo ammettere che Henry James ha vinto. Quel cortese, mondano, sentimentale vecchio signore riesce ancora a farci avere paura del buio”.
Il giro di vite è considerato un caposaldo della letteratura gotica. è una storia di fantasmi ricca di atmosfera ed elementi di suspense che sono diventati ricorrenti nell’horror contemporaneo, sia in ambito letterario che cinematografico, come l’assenza di una rappresentazione diretta dell’elemento orrorifico e l’ambiguità dei personaggi infantili.

E. “Bly Manor” e gli altri adattamenti di “Il giro di vite”

Nel tempo, Il giro di vite è stato adattato più o meno liberamente decine di volte, per diversi medium (cinema, teatro, radio, televisione). Bly Manor è la seconda serie tv tratta dal racconto di James, dopo la produzione spagnola in 3 episodi OTRA VOLTA DE TUERCA (1981).
Fra poche settimane, nella programmazione dei cinema italiani, arriverà il film di THE TURNING (2020) di Floria Sigismondi, con Mackenzie Davie e Finn Wolfhard, la decima trasposizione cinematografica ufficiale della novella di James.
Una delle più famose è apprezzate è SUSPENSE (The Innocents, 1961), con Deborah Kerr.
Il film THE OTHERS (2001) di Alejandro Amenábar, di cui sarà realizzato un remake prodotto dalla Universal Pictures, è un omaggio dichiarato ma non aderente a Il giro di vite. Il film di Amenábar con Nicole Kidman, però, ne riprende con abilità i temi e le implicazioni filosofiche e psicologiche.
Tra le riletture più particolari di Il giro di vite di Henry James, citiamo il torbido film IMPROVVISAMENTE, UN UOMO NELLA NOTTE (The Nightcomers, 1972), con Marlon Brando, che costituisce un prequel del racconto di James, e Il giro di vite (1989), la versione a fumetti di Guido Crepax, ambientata negli anni Venti del Novecento, recentemente inserita nella raccolta Jekyll e altri classici della letteratura (Black Velvet, 2011).
In entrambi i casi, le messinscene esplicitano alcuni risvolti psicanalitici ed erotici sottesi o taciuti nella novella di Henry James.

 

Lascia un commento

jfb_p_buttontext