“Non voglio disturbare”: il necrologio scritto dal Maestro. I tributi a Ennio Morricone

Prima di avere l'incidente che l'ha portato alla morte, Ennio Morricone aveva scritto il suo necrologio: "Non voglio disturbare". Intanto, si moltiplicano i tributi al Maestro.

Curiosità , di
“Non voglio disturbare”: il necrologio scritto dal Maestro. I tributi a Ennio Morricone

La morte di Morricone: il necrologio scritto dal Maestro

In giornata, l’avvocato e amico della famiglia Morricone, Giorgio Assumma, ha reso noto il necrologio di Ennio Morricone. Il testo è stato scritto dallo stesso Morricone, prima di incorrere nella caduta che, complice la rottura del femore, lo ha condotto alla morte, avvenuta nella notte del 6 luglio 2020.
Il necrologio del Maestro Morricone è stato diffuso da Assumma durante un incontro con alcuni giornalisti, all’esterno del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico di Roma dove era ricoverato l’artista e in cui, in queste ore, è stata allestita la camera ardente, preclusa ai visitatori.

Il necrologio di Ennio Morricone

Vi riportiamo il testo del necrologio di Ennio Morricone così come è stato reso pubblico online.
Ennio Morricone è morto. Lo annuncio così a tutti gli amici che mi sono sempre stati vicino e anche a quelli un po’ lontani, che saluto con grande affetto. Impossibile nominarli tutti. Ma un ricordo particolare è per Peppuccio e Roberta, amici fraterni molto presenti in questi ultimi anni della nostra vita. C’è una sola ragione che mi spinge a salutare tutti così e ad avere un funerale in forma privata: non voglio disturbare. Saluto con tanto affetto Ines, Laura, Sara, Enzo e Norbert, per aver condiviso con me e la mia famiglia gran parte della mia vita. Voglio ricordare con amore le mie sorelle Adriana, Maria, Franca e i loro cari e far sapere loro quanto gli ho voluto bene. Un saluto pieno, intenso e profondo ai miei figli Marco, Alessandra, Andrea, Giovanni, mia nuora Monica, e ai miei nipoti Francesca, Valentina, Francesco e Luca. Spero che comprendano quanto li ho amati. Per ultima, Maria (ma non ultima). A lei rinnovo l’amore straordinario che ci ha tenuto insieme e che mi dispiace abbandonare. A lei, il più doloroso addio”.
Nel testo, Morricone fa espresso riferimento a funerali in forma privata. Peppuccio e Roberta sono il regista Giuseppe Tornatore e la moglie Roberta Pacetti.

  • Lo sguardo della musica
    Leggi la scheda

    “Ennio: The Maestro”, il nuovo film di Giuseppe Tornatore dedicato a Morricone

    Proprio Tornatore ha dedicato a Morricone un documentario che, realizzato a partire dal 2018 e prodotto da Piano B Produzioni, Potemkino, Fu Works, Terras, Gaga, Blossoms Island Pictures, con il sostegno di Eurimages, dovrebbe essere distribuito nei cinema entro la fine dell’anno. Forse, già alla fine dell’estate 2020.
    Il titolo internazionale del nuovo film di Tornatore è ENNIO: THE MAESTRO. Il titolo originale italiano è Lo sguardo della musica, ma non sappiamo ancora se resterà tale al momento della distribuzione in sala.
    Il sodalizio artistico e personale fra Tornatore e Morricone era nato in occasione della lavorazione del film NUOVO CINEMA PARADISO (1988), premiato con l’Oscar 1990 come miglior film in lingua straniera, per cui il compositore scrisse le musiche originali. Da quel momento, Morricone ha scritto e diretto le colonne sonore di tutti i film per il cinema di Tornatore, fino a LA CORRISPONDENZA (2016).

I tributi a Morricone, da Banderas al Presidente della Repubblica

Intanto, via web, si moltiplicano i messaggi e i tributi alla memoria di Ennio Morricone da parte di esponenti del mondo della cultura, dello spettacolo e della politica, nazionale e internazionale.
In questa gallery, ve ne mostriamo alcuni.

Morricone è stato “lucido e presente fino alla fine”

Ennio Morricone aveva compiuto 91 anni nel novembre 2019. Famoso compositore di colonne sonore cinematografiche e televisive apprezzate in tutto il mondo, era ricoverato al Campus Bio-Medico da circa un mese.
In seguito a un mancamento respiratorio, Morricone era caduto, riportando la frattura del femore. Dopo un’operazione d’urgenza e il ricovero nel reparto di medicina interna, Morricone è morto nella notte del 6 luglio, per complicazioni respiratorie.
Come riportato da Repubblica, Vincenzo Denaro, primario emerito di ortopedia e professore ordinario al Campus Bio-Medico di Roma e amico della famiglia Morricone, ha raccontato le ultime giornate del compositore. “È stato lucido e presente fino alla fine. Ci ho parlato ieri mattina. Si aspettava la sua morte e ha pianificato il suo funerale nei minimi dettagli, non voleva nessuna pubblicità”.

Il funerale di Morricone

[Aggiornamento del 7 luglio 2020] Secondo alcune testate giornalistiche, il funerale di Ennio Morricone è stato celebrato ieri (6 luglio), in forma strettamente privata, nella cappella del Campus Bio-Medico, alla presenza della famiglia Morricone, dell’Avvocato Assumma e del regista Giuseppe Tornatore.
La salma di Morricone dovrebbe essere già stata tumulata nel cimitero Laurentino di Roma [Fine aggiornamento].

Lascia un commento

jfb_p_buttontext