DiCaprio spiega il film “Don’t Look Up”. Netflix lancia la climate platform Count On Us

Attivista ambientale, Leonardo DiCaprio spiega il film 'Don't Look Up', commedia su un disastro globale, e Netflix lancia un sito contro la crisi climatica.

Curiosità , di
DiCaprio spiega il film “Don’t Look Up”. Netflix lancia la climate platform Count On Us

“Don’t Look Up” e Count On Us, la climate platform contro i cambiamenti climatici

Negli ultimi giorni a cavallo tra il 2021 e il 2022, anche su NientePopcorn.it, si è parlato molto del film Netflix DON’T LOOK UP di Adam McKay.
Rimasto in programmazione nei cinema italiani per pochi giorni, all’inizio di dicembre, il disaster movie con un super cast di attori capitanato da Leonardo DiCaprio e Jennifer Lawrence è disponibile in esclusiva sul catalogo Netflix dal 24 dicembre.
L’ultimo film di McKay prova a usare toni grotteschi per criticare politica, imprenditori e mass media e si concentra su un argomento in particolare: i cambiamenti climatici. .
Per promuovere DON’T LOOK UP e sensibilizzare su temi di pressante attualità (molto cari anche a DiCaprio, noto attivista ambientale e, dal 2014, Messaggero della Pace per le Nazioni Unite con focus sui cambiamenti climatici), Netflix ha lanciato online il sito Don’t Look Up – Count On Us, una climate platform di tipo ispirazionale.
Di cosa si tratta?

  • Don't Look Up
    6.9/10 201 voti
    Leggi la scheda

    La trama del film Netflix “Don’t Look Up” (senza spoiler)

    DON’T LOOK UP è ambientato in un presente (non troppo) alternativo al nostro.
    La Terra è minacciata da un pericolo imminente di portata globale, ma, nonostante molte evidenze, in pochi sembrano disposti a dare credito alle parole degli esperti sulla questione. Precisi interessi economici e personali potrebbero compromettere la vita sul pianeta. Vi sembra uno scenario familiare? Sì?
    Alla luce di quello che accade davvero in tutto il mondo, non avete torto.
    Il nuovo film Netflix ha diviso subito il pubblico e i critici tra detrattori e ammiratori, con poche sfumature tra i due poli. Da una parte, c’è chi ritiene che si tratti di una satira fin troppo grossolana sui mali dei nostri tempi. Dall’altra, c’è chi pensa che sia un film lucido e necessario per guardare con sufficiente distacco la situazione attuale, epidemia da COVID-19 e relative ripercussioni comprese.

    Cliccate sulla locandina in alto a sinistra, per scoprire cast completo, trailer di DON’T LOOK UP, voti e commenti degli utenti di NientePopcorn.it al film. Con un click sul logo Netflix, atterrate direttamente sulla piattaforma e, previo login al servizio, potete vedere subito il film.

DiCaprio spiega il film “Don’t Look Up”

In un video realizzato per Netflix, Leonardo DiCaprio ha spiegato il significato del film DON’T LOOK UP e perché ha accettato di lavorare con McKay a questo progetto.
“Spesso, nella mia carriera, ho cercato un film che parlasse di ambiente. Ma molte persone non sembrano voler sentir parlare di inondazioni o cambiamenti climatici e fare un film incentrato su queste cose è un compito difficile (…). Ciò che Adam [McKay] ha fatto in modo brillante è stato mostrare la reazione dell’umanità a livello politico, a livello scientifico, alla notizia di una cometa gigante che si dirige verso la Terra. (…) Abbiamo una finestra molto stretta di 10 anni per cambiare. Se non votiamo i leader [giusti] o non supportiamo le iniziative che riguardano la mitigazione dei cambiamenti climatici, il nostro destino sarà molto simile a quello dei personaggi [del film]. (…) Stiamo vedendo gli effetti di ciò di cui gli scienziati parlano da decenni (…). Non stiamo prendendo le giuste precauzioni”.

Il progetto Don’t Look Up – Count On Us, per contrastare la crisi climatica

Riprendendo il tema del disastro globale che fa da fulcro al lungometraggio, il sito ufficiale del film DON’T LOOK UP, disponibile anche in italiano, pone delle domande agli internauti.
Ami vivere sulla Terra? Ne hai abbastanza delle catastrofi? Volete mettere da parte le preoccupazioni e iniziare a reagire?
Per contribuire a contrastare la crisi climatica, che, nel film, viene presentata in forma di metafora, la climate platform Don’t Look Up – Count On Us suggerisce alcune azioni facili da svolgere nella vita di tutti i giorni, sia nella sfera personale (per esempio, Prenditi cura della mente) che in quella pubblica (Responsabilizza i politici).
Le informazioni e le semplici soluzioni suggerite in questo contesto virtuale, consentono di raggiungere piccoli traguardi che, sommati tra loro, incidono sull’impatto umano complessivo sull’ambiente e sul pianeta.
Le azioni individuali non sono mai insignificanti. Le scelte dei singoli possono influenzare i leader e contribuire a cambiamenti mondiali positivi.
Per monitorare i propri progressi e quelli delle altre persone impegnate nello stesso tipo di attività costruttiva, è possibile registrarsi al sito e “passare all’azione” in maniera (quasi) coordinata.
La piattaforma d’azione legata al film Netflix DON’T LOOK UP è stata sviluppata in collaborazione con la piattaforma d’azione globale Count Us In (letteralmente, conta su di noi), un’associazione non governativa (ONG) supportata da oltre 100 organizzazioni, tra cui il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (United Nations Environment Program, UNEP) e WWF.
L’obiettivo dell’iniziativa è aiutare i cittadini preoccupati delle sorti del pianeta e dei suoi abitanti a intraprendere le azioni più efficaci, per iniziare a combattere “dal basso” i cambiamenti climatici e mandare un segnale ai leader mondiali.
Con una serie di azioni semplici ma virtuose, chi partecipa all’iniziativa tende a limitare le proprie emissioni di carbonio nell’ambiente. Secondo una stima riportata sul sito, per evitare le peggiori conseguenze dei cambiamenti climatici, grazie ai contributi a livello individuale, è possibile ridurre le emissioni globali di CO2 nell’ordine del 25-30%.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext