Buon compleanno, Sir Alfred Hitchcock!

Centoquindici anni fa, il 13 agosto 1899, nasceva a Londra colui che sarebbe divenuto il Maestro del Brivido. Lo ricordiamo con una gallery dedicata alla sua ricca filmografia: qual è il vostro film hitchcockiano preferito?

, di

Esattamente centoquindici anni fa, il 13 agosto 1899, in un sobborgo dell’East End di Londra, nasceva Sir Alfred Hitchcock (1899 – 1980).

Il cineasta inglese, trasferitosi negli Stati Uniti nel 1940 e diventato, in seguito, cittadino americano, è considerato una delle personalità più influenti della storia del cinema: fu innovatore del linguaggio e della tecnica della Settima Arte, narratore sopraffino, creatore di immagini divenute icone, ottimo manipolatore della suspense e della curiosità del pubblico, cultore dell’ironia e di un sapido gusto del grottesco e del macabro.

La filmografia hitchcockiana è ricchissima, consta di poco meno di cinquanta titoli: il Maestro del Brivido iniziò a girare film muti, quando ancora si trovava in Inghilterra, fin dal 1922, ma il successo iniziò ad arridergli apertamente a partire dagli anni Quaranta, dopo che ebbe firmato un contratto con il produttore David O. Selznick.
Fu nel decennio successivo che il suo nome raggiunse fama internazionale, anche grazie al plateale apprezzamento di registi europei come Claude Chabrol e François Truffaut.

Dal 1955 al 1962, Hitchock diresse e produsse una ventina degli episodi della serie televisiva Hitchcock racconta: furono gli introiti economici derivanti dal successo del programma tv che gli permisero di realizzare film come PSYCHO, LA DONNA CHE VISSE DUE VOLTE, GLI UCCELLI e INTRIGO INTERNAZIONALE, i titoli più noti e forse più arditi della sua filmografia.

Celebriamo, quindi, il compleanno del grande Alfred Hitchcock con una carrellata di immagini tratte dai suoi film. E, come forse direbbe lui, introducendo una puntata del suo show televisivo, buona visione.

CATEGORIE: Anniversari

2 commenti

  1. leodefrenza / 16 agosto 2014

    non ho visto i film muti ma i miei preferiti sono i primi film americani: Rebecca. Il sospetto, il prigioniero di Amsterdam, Io ti salverò, il poco conosciuto L’ombra del dubbio ma soprattutto Notorius.
    del periodo “a colori” l’uomo che sapeva troppo e Gli uccelli senza dimenticare la trilogia con Grace Kelly.

    • Stefania / 17 agosto 2014

      @leodefrenza: L’ombra del dubbio mi incuriosisce molto! Tra quelli “a colori”, mi permetto di consigliarti la commedia nera La congiura degli innocenti, con una giovane Shirley MacLaine.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext