Riscopriamo Claude Sautet

Il Cineclub Alphaville, supportato da Nientepopcorn.it, organizza una rassegna dedicata a Claude Sautet, cineasta francese, grande amico di Truffaut, forse troppo poco conosciuto dal pubblico internazionale. Dal 5 all'8 novembre.

, di

Nuovi appuntamenti al Cineclub Alphaville (Roma, via del Pigneto 283) supportati da Nientepopcorn.it.

Settimana dedicata ad un cineasta francese, amico e collega di François Truffaut che è stato in grado di cogliere le mille sfumature dell’amore e dei sentimenti, con una passione apertamente dichiarata nei confronti del noir più puro: programmazione nel nome de Le cose della vita. Selezione Monografica dedicata a Claude Sautet (5-8 novembre).
A quindici anni dalla scomparsa, avvenuta a Parigi nell’estate del 2000, l’apporto culturale di Sautet, pur riconosciuto, non pare oggi adeguatamente diffuso, se rapportato alla qualità della sua produzione.
Nato in una banlieu parigina nel 1924, Sautet ha diviso la propria anima artistica tra il cinema e la musica: iscrittosi nel ’48 alla scuola di cinematografia IDHEC (Institut d’Hautes Etudes Cinematographiques), nel 1950 iniziò a scrivere per una testata musicale nelle vesti di critico. Sceneggiatore, iniziò a lavorare come assistente alla regia per George Franju (OCCHI SENZA VOLTO, 1960), debuttando ufficialmente dietro la macchina da presa con il noir ASFALTO CHE SCOTTA (1960), aperto omaggio ai classici hollywoodiani.
Avvalendosi di grandi e affiatati interpreti come Michel Piccoli, Yves Montand, Romy Schneider, Lino Ventura e Jean-Paul Belmondo, Sautet ha raccontato l’evoluzione economica e sociale della società francese, concentrando la propria attenzione su temi ricorrenti di grande attualità come l’emancipazione femminile, l’analisi della piccola e media borghesia e le complesse dinamiche delle relazioni interpersonali.
Scarsamente apprezzata dalla critica contemporanea, la filmografia di Sautet merita una riscoperta, magari in contrappunto con quella della Nouvelle Vague sviluppatasi durante gli anni giovanili del cineasta.

A meno di specifiche, tutti gli appuntamenti in saletta inizieranno alle alle 21.
Le proiezioni saranno precedute dalla lettura di interviste e recensioni d’epoca e da sequenze da NELLY E MR. ARNAUD (1995) e OCCHI SENZA VOLTO di Franju.
Entrata con tessera e sottoscrizione.

Il programma della rassegna e le nostre schede-film:

5 novembre
ASFALTO CHE SCOTTA (1960)

6 novembre
IL COMMISSARIO PELISSIER (1971)

7 novembre
L’AMANTE (1970)
UN CUORE IN INVERNO (2005)

8 novembre
TRE AMICI, LE MOGLI E (AFFETTUOSAMENTE) LE ALTRE (1974). Inizio h. 20:30.

[Nella foto, Claude Sautet]

Lascia un commento

jfb_p_buttontext